4 modi per guadagnare con le foto

10
18193

In questi giorni, abbiamo trattato con una certa frequenza articoli di professioni nate da passioni (Un lavoro nato dalla passione: la storia di Noomray, e Da hobby a lavoro: come si diventa cake designer), di modi per sbarcare il lunario (6 idee per arrotondare lo stipendio) e di come sfruttare le potenzialità della rete, anche senza essere maghi del computer (Come fare soldi con internet senza capirci nulla).

Oggi, vogliamo proseguire su questa linea, proponendo alcune idee di business da avviare, online e offline, sfruttando la passione per la fotografia.

Iniziamo col dire che, ovviamente, per avviare una qualsiasi di queste attività è necessario avere una certa dimestichezza con il mezzo fotografico. Se non hai mai preso in mano una fotocamera e non conosci almeno le basi della fotografia, nessuno comprerà i tuoi prodotti.

Non demoralizzarti: puoi sempre migliorare esercitandoti e informandoti.

Fatta questa premessa, passiamo ora in rassegna alcune delle attività che puoi avviare, sfruttando il tuo hobby preferito.

Fotografo di eventi

È un’attività che puoi avviare anche senza aprire uno studio fotografico, come freelance, in maniera occasionale e iniziando a pubblicizzarti tra amici e conoscenti.

Bada bene: questo campo è molto competitivo. L’arma migliore per emergere, soprattutto se vuoi affermarti durante fiere o eventi locali, è riuscire a crearti i giusti contatti, ad esempio, diventando amico degli organizzatori. La tua bravura, poi, ti premierà facendo crescere il tuo portfolio di clienti attraverso il passaparola.

Di seguito, una carrellata di eventi a cui puoi proporre il tuo servizio.

[styled_list style=”check_list” variation=”blue”]

  • Matrimoni e cerimonie;
  • concerti;
  • fiere;
  • festival;
  • premiazioni;
  • meeting;
  • eventi scolastici.[/styled_list]

Preparati per ognuno di essi. Ogni situazione ha le sue peculiarità. Stai attento agli eventi all’aperto, come quelli sportivi o politici da rivendere a delle testate online: potrebbero essere necessari dei permessi.

E non trascurare gli eventi intimi, come matrimoni e cerimonie, le persone non ammettono errori: la fotografia deve poter ricalcare il sentimento e l’esclusività del momento vissuto, se è brutta avrai rovinato per sempre quell’attimo e ogni tua possibilità.

Fotografia avventurosa

Partiamo dal presupposto che se soffri di vertigini e non hai una certa propensione all’adattamento e all’avventura, questo non è il mestiere che fa per te. Al contrario se ti piace correre qualche rischio, e soprattutto se pratichi sport estremi, sei la persona più adatta per questo tipo di lavoro.

Ricorda sempre che la conoscenza del mezzo è essenziale: foto in movimento o da angolazioni estreme hanno delle caratteristiche di posa e di ripresa particolari. Parti preparato, così da sfruttare al meglio la tua occasione.

Ecco alcuni spunti che potresti seguire, scegliendo anche in base alle tue passioni:

[styled_list style=”check_list” variation=”blue”]

  • fotografia subacquea;
  • aerofotografia;
  • fotografia di montagna;
  • fotografia di animali selvatici o di fauna selvatica;
  • fotografia paesaggistica.[/styled_list]

Marat Dupri, skywalker russo, ha fatto di questa passione un vero e proprio mestiere. Ne abbiamo parlato qualche tempo fa sul nostro giornale. Se vuoi vedere le sue foto e conoscere la sua storia puoi leggere il nostro articolo “Per una foto sono disposto a salire sul tetto del mondo”.

Fotografie per internet

Se nessuna di queste tipologie ti ha soddisfatto, c’è un’ultima occasione da freelance: la vendita delle foto attraverso i canali internet.

Puoi scegliere di sfruttare queste tre possibilità:[styled_list style=”check_list” variation=”blue”]

  • siti che vendono foto. Sul web esistono diversi canali che ti permettono di caricare le tue foto e di venderle online.
  • Aprire un blog. Di fare soldi aprendoti un blog, abbiamo già parlato (link) pensi non sia possibile farlo creando un blog di foto?
  • E-book fotografici. Un buon fotografo può fare soldi anche con la scrittura e la vendita di e-book sulla fotografia online. Del resto, in Cina, c’è chi lo ha fatto con le foto della nonna e del gatto che lavorano nei campi, come Miyoko Ihara.[/styled_list]

La prima possibilità è di sicuro più semplice da seguire. Sul web, infatti, esistono diversi siti che permettono ai freelance di caricare le proprie foto.

Importante: non partire con un set limitato di fotografie. È possibile che il soggetto da te scelto sia già abbondantemente presente all’interno del sito. Cerca quindi di proporti con un portfolio abbastanza corposo e soprattutto variegato.

Ricorda, prima di caricare le immagini, accertarti della qualità e della presenza di errori di esposizione, luminosità e composizione povera. Cerca di usare foto che ricalchino le dimensioni indicate nei siti e fai in modo che siano bene indicizzate. Questo permetterà al cliente di trovare i tuoi prodotti con maggiore semplicità. Attenzione anche a non mettere loghi e a rispettare la privacy dei soggetti che andrai a ritrarre.

Ecco una carrellata di siti che puoi utilizzare per vendere le tue creazioni e a cui professionisti, blogger e testate online ricorrono:[styled_list style=”check_list” variation=”blue”]

  • Fotolia
  • Dreamstime
  • Shutlerstock
  • 123Rf[/styled_list]

In genere, questi siti ti permettono di scegliere se vendere le tue foto in esclusiva o meno. Da questo dipenderà la percentuale del tuo guadagno.

Altro discorso è poi la questione dei diritti. La modalità più comune è la Royalty Free, con la quale tu vendi il pezzo al tuo acquirente che può utilizzarlo in un numero illimitato di volte.

Altre idee..

Di seguito, un ultima carrellata di possibili lavori da intraprendere con le foto. Prima di scegliere, è opportuno: valutare le tue propensioni, testare il mercato, l’acquirente e capire come riuscire a entrare nel circuito. Ricorda, i contatti sono qualcosa di essenziale in questo campo. Fai in modo che sia il tuo cliente a parlare per te e di te. Fatti ricordare. Ovviamente non in senso negativo! Ecco altre soluzioni tra cui scegliere:[styled_list style=”check_list” variation=”blue”]

  • fotografia di bambini
  • fotografia di ricette
  • fotografia di prodotti
  • fotografia di viaggi[/styled_list]

Questi sono alcuni spunti che puoi utilizzare da freelance, alcuni possono veramente fare la differenza. Pensa ad esempio ad Anne Geddes che ha fatto una fortuna fotografando bambini. O ancora alla possibilità di immortalare le ricette di un ristorante, essenziali per la promozione online. Se poi ti trovi in viaggio, alcune agenzie o blogger, potrebbero desiderare i tuoi scatti.

Qualsiasi sia la tua scelta, ricorda di stare sempre attento alla tua posizione fiscale, alla necessità di aprire una partita iva o di rilasciare una ricevuta fiscale.

Allora fotocamera in spalla e buono scatto!

 

Hai trovato utili le informazioni che ti abbiamo dato? Hai una passione che vorresti approfondissimo in uno dei nostri articoli? Postaci il tuo commento, faremo del nostro meglio!

Giuseppina Ocello

(Fonti Foto: immagine principale, Utente Flickr Rubén Chase ; immagini interne: immagine 1 Utente Flickr Cyanopolis, immagine 2 Utente MorgueFile Fedegrafo )

Print Friendly, PDF & Email

10 Commenti

  1. Salve, avrei bisogno di un consulto, se qualcuno sa come rispondere. Siccome ho avuto modo di entrare in contanto con un imprenditore che vende prodotti online, mi è stato chiesto di fare un servizio fotografico a tali prodotti per il sito web. Siccome non mi è mai capitato di dare tale servizio, mi chiedevo, siccome posso trattare sul prezzo, quale sarebbe quello giusto. La prima sessione è di venti scatti. Quanto dovrei chiedere in via monetaria? Grazie per l’attenzione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here