Come fare business nel mondo del couponing

0
2005

«Molte aziende sono uscite con le ossa rotte dalla diffusione dei coupon» esordisce Antonio Cilea, 43 enne di Legnano. Insieme a Marco Varnavà ha dato vita a un progetto che prova a innovare il settore del couponing, unendo la carta stampata al web. La loro idea si chiama “Tutti Pazzi per la Spesa” ed è una raccolta di coupon e buoni sconto. Le aziende pubblicano le inserzioni su un giornale cartaceo che viene spedito nelle cassette postali: 60mila copie per coprire un bacino di 40mila persone. Il tutto senza perdere di vista il Web: i coupon sono pubblicati anche online e sulla pagina Facebook e possono essere stampati direttamente dall’utente.

Come è nata l’idea?
«Durante dei viaggi negli Stati Uniti. Lì è un modello che molte aziende e anche grosse catene di supermercati stanno adottando. L’idea ci è parsa subito interessante, maggiore libertà e vantaggi per l’esercente e per il cliente. E abbiamo deciso di importarla in Italia in un’ottica locale: “Think global, act local”, pensa il modo globale, ma agisci sul locale, come dicono gli americani».

Come funziona?
«C’è un giornale dove sono stampate le inserzioni ha 3 uscite annue. Le attività possono inserire le loro offerte, con maggiore libertà: il cliente decide il giorno del coupon e lo sconto che vuole adottare in libertà. Paga una sottoscrizione annuale (che va da 570 euro in su)».

tutti pazzi per la spesa

I vantaggi?

«È un prodotto pubblicitario e di marketing con un bassissimo costo per contatto (da soli 0,0095 € a contatto – ovvero 570,00 euro / 60.000 copie, che sono il numero totale distribuito)».

Come siete partiti?
«Stiamo espandendo il modello, partendo dalle province lombarde. Intanto cerchiamo imprenditori che vogliono replicare il nostro modello con una formula da noi ideata di franchising. Siamo partiti da poco ma abbiamo tante idee in testa: come un gestionale all’interno del sito dove gli esercenti potranno creare il loro coupon in modo autonomo e siamo ambiziosi: puntiamo a coinvolgere nel progetto le grandi catene di supermercati».

Consigli per chi vuole lanciarsi in questo business?
«Non ci vuole poi molto. Ci vuole la forza e la voglia di alzarsi la mattina e andare a cercare inserzionisti. Se non hai predisposizione commerciale, non fa per te. È un’attività fatta per chi vuole crearsi qualcosa con le sue mani e non pensa che il lavoro gli debba piovere addosso».

INFO: http://www.tuttipazziperlaspesa.it/

Redazione

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO