Io laureato alla Bocconi mollo tutto per fare mozzarelle

0
8809

Ha sette negozi (sei a Milano e uno in arrivo a Meda). Moltiplica i suoi business (formaggi, pasticceria, catering…) e macina profitti. Enrico Carretta, 38 anni, lucano e bocconiano, ha mollato tutto per fare mozzarelle:

Lavoro 20 ore al giorno, con passione. Diversifico. Reinvesto tutti i profitti nell’attività. Conosco, e ho svolto, tutti i compiti dei miei collaboratori: se serve, vado anche dietro al bancone».

foto 2 caesieficio

La sua è una storia emblematica che inizia a Milano: Enrico studia alla Bocconi e si fa portare dai genitori le mozzarelle di casa sua per la gioia dei suoi compagni di collegio. È allora che suo padre decide di aprire un caseificio a Milano. Nel frattempo si laurea e inizia a lavorare in una società di consulenza.

La scelta di cambiare vita viene fuori dopo un diverbio con il suo capo: molla il posto fisso e decide di rivoluzionare la sua carriera:

Sentivo il bisogno di tornare alla vita reale. La Bocconi mi aveva aperto la mente, ma io sentivo il bisogno di tornare alla vita reale. Ora era arrivato il momento di “sporcarsi le mani”».

foto caesifico 3

Così assume la guida de Il centro della mozzarella e lo fa crescere, gradualmente:

Per avviare un punto vendita spendo intorno a 80mila euro, che recupero in pochi mesi. Tengo bassi i costi di gestione: negozi di 30mq, affitti entro i 2mila euro e un solo dipendente. Mi occupo anche del catering e sto per aprire una pasticceria che avrà prezzi bassi (20 euro al kg e qualità alta)».

foto caseificio 5

Vuoi replicare l’idea di Enrico? Ecco qualche info:

[styled_list style=”check_list” variation=”blue”]

  •  Investimento: da 120mila euro (per risparmiare puoi rilevare macchinari usati, per esempio).
  • Personale necessario: (uno in produzione, l’altro al banco).
  • Costi di gestione: massimo 2mila euro affitto mensile. 30mila annui per un dipendente.
  • Ristrutturazione: 80mila euro per 30mq.
  • Ricavi: 12,80 kg per il fiordilatte, 13,50 per la burrata, 16,50 per la bufala.
  • Burocrazia minima: basta inviare la Scia (Segnalazione certificata di inizio attività) per via telematica e aspettare il controllo dell’Asl.

[/styled_list]

INFO: http://www.centrodellamozzarella.it/

Redazione

 

italiacheriparte_1

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.