Vuoi trasferirti a Londra? Segui i consigli di Giada

4
1651

Il suo blog è diventato punto di riferimento per gli italiani che vogliono trasferirsi in Inghilterra. Ogni giorno riceve migliaia di messaggi ed e-mail di ragazzi che le chiedono consigli su come fare per trovare un’occupazione, un alloggio… E lei risponde a tutti, scrive post ed e-book,  sulla base della sua attuale esperienza a Londra dove lavora come content writer e traduttrice.

Giada Martini, 33 anni, romana, è la blogger che si nasconde dietro il nickname di Sir Koala londinese:

«Il mio blog è una bussola per chi è arrivato in UK e non sa come muoversi, una mano tesa che ti guida verso la realizzazione del tuo sogno di vita all’estero. È un luogo di scambio, informazione e supporto, dove si racconta una Londra vera, cruda e nuda, ma con tanto humor e voglia di esserci e aiutare» spiega a Millionaire. L’abbiamo raggiunta.

Come nasce Koalalondinese.com?

Arrivata qui in UK non conoscevo nessuno. Ero partita allo sbaraglio, avevo raccolto informazioni e consigli da blog e siti, ma molte informazioni erano discordanti o incomplete. Non c’era davvero nessuno che di prima persona, e sulla propria pelle, raccontasse la verità: che Londra non è l’Eldorado. Allora ho deciso di aprire un blog e farlo io. Aiutare le persone, in qualche modo aiuta me perché mi ci rivedo tanto. Poi come dicono qui: what goes around comes around. Quello che mandi in giro poi ritorna. Sempre».

Perché questo nome?

Quando ero piccola e qualcosa non mi andava bene mettevo subito il broncio, e mia zia mi canzonava dicendo che sembravo con quel musetto un koala. Il Sir era perché suonava bene e poi volevo mantenermi anonima … ero un po’ restia all’inizio a mostrarmi in pubblico».

Come è stato accolto?

Gli inizi del 2010 furono scoraggianti, ma non ho mollato la presa. Se ami qualcosa la nutri, é un work in progress a 360 gradi, 360 giorni all’anno per 24h anche perché faccio tutto da sola. Ogni giorno in media ho sui 1000 contatti, numero più, numero meno. Ogni settimana ricevo decine di letterine, messaggini su Facebook, Twitter, tanti commenti e domande. Cerco di rispondere a tutti per quanto possa, perché non ho una segretaria. Prendo spesso spunti dalle loro domande e inquietudini per scrivere post e girare video che possano aiutare».

Vantaggi e svantaggi di vivere a Londra?

[blockquote align=”center” variation=”blue”]Vantaggi: Ce ne sono tanti, io ho da sempre amato Londra perché un momento è caotica, ma giri l’angolo e c’é un giardinetto con le panchine, ti siedi e sembra che tutto rallenti. Londra ti forgia e fortifica il carattere. Certo non è tutto oro quel che luccica, ma per me Londra è come un abito che appena indossato sembra che ti stia troppo stretto, poi te lo aggiusti meglio e invece è comodo, ci stai benissimo e ti fa sentire bellissima.

Svantaggi: Onestamente dopo 3 anni non ne trovo nessuno di così tremendo. Sono freddolosa, qui gli inverni sono rigidi ma sapevo che non stavo andando alle Hawaii!» [/blockquote]

Quali sono gli errori più comuni che gli italiani che vogliono trasferirsi a Londra commettono?

[blockquote align=”center” variation=”blue”]1) Pensare di partire con pochi soldi, Londra è costosa, soprattutto i primi tempi dove tutto é nuovo e hai poca conoscenza di come girano e funzionano le cose!

2) Il fattore lingua, molti pensano di saperla bene, ma quando arrivano qui si scontrano con una realtà ben diversa, e si accorgono di conoscere appena le basi della lingua. Altri pensano che facendo lavori umili come il lavapiatti, non c’é bisogno di sapere bene la lingua e invece si sbagliano.

3) Partire senza idee chiare. Ci vuole tanta volontà di mettersi in gioco e “sgomitare” che nessuno regala nulla, imparare a essere flessibili, credere in se stessi e sapersi adattare ad ogni situazione. L’espatrio non é un gioco da ragazzi. Per voi sarà uno start-up, un nuovo inizio e quindi godetevelo in tutte le sue salite e le sue discese». [/blockquote]

INFO: http://koalalondinese.com

Giancarlo Donadio

Print Friendly

4 Commenti

  1. Mi sento male quando leggo queste cose.. pensare che il mio sogno è lì, a pochi passi..e invece sono intrappolata qui in Italia, dentro un ufficio che non ho scelto io, dentro giornate vuote e fatte solo di lavoro e lavoro, dentro una vita che non è più la mia!

  2. Salve vorrei un consiglio,pochi giorni fa ho letto su un sito di offerte di lavoro tramite un’agenzia interinale che cercano “scooteristi a Londra per la consegna pacchi” che hanno la patente B e un buon Inglese oltre alla disponibilità a partire.Io mi sono candidato a questa offerta,dopo qualche giorno mi chiama l’agenzia e mi chiede se può mandare la mia candidatura e mi elenca quanto prenderei a ora e quante ore si fanno che mi aiuteranno a trovare un’alloggio,mi daranno una sim e aprire un conto corrente ma non mi ha detto se conosco le strade di Londra e se ci sono stato ma mi ha chiesto se sapevo l’inglese io gli ho detto che lo sapevo a livello scolastico e lei mi dice che va bene.Secondo voi il problema di questo lavoro può essere la guida a sinistra ed eventualmente la conoscenza delle vie di Londra?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here