Il futuro si chiama Blockchain

Sede di Affidaty
Affidaty nasce l’obiettivo di costruire un ecosistema basato sulla blockchain che non sia dominio esclusivo dei grandi gruppi industriali, ma che sia utilizzabile da tutto il comparto economico per la gestione efficiente e trasparente della propria attività

Affidaty è un’azienda toscana ha creato attraverso la blockchain una tecnologia sicura, decentralizzata e fisicamente distribuita in grado di creare ecosistemi di valore basati sull’informazione. A disposizione un set di strumenti e servizi per supportare e accelerare la digital transformation di ogni realtà commerciale.

Dal 2008, anno della sua creazione, la blockchain è conosciuta principalmente per essere il registro digitale alla base delle criptovalute, venendo impropriamente usata come sinonimo
di bitcoin. In realtà, questa si presta a molte altre applicazioni che riguardano l’intero sistema commerciale e sono in molti a scommetterci per il futuro. La blockchain, oltre a ridurre i costi delle transazioni e a incrementare la fiducia tra gli stakeholder, si è rivelata la tecnologia ideale per costruire nuovi scenari in cui singoli cittadini e aziende, sia private
che pubbliche, possano scambiare valore in modo del tutto innovativo e sicuro senza fare affidamento su un terzo intermediario. Su tutto questo punta con decisione Affidaty, azienda nata nel 2016 come provider di tecnologia blockchain, ideatrice e progettista di un’autostrada digitale che permette la creazione di un portfolio di servizi e soluzioni che mirano alla valorizzazione di tutti i processi economici di scambio. Andiamo a scoprirne
di più dalle parole del Ceo, Dane Marciano.

Affidaty
Nella foto, i 3 soci Fondatori di Affidaty: a sinistra Niccolò Quattrini, al centro Dane Marciano e a destra Riccardo Setti.

Come nasce Affidaty?

«Affidaty è nata dall’esigenza di facilitare gli scambi economici tra le aziende, abbattendo le barriere della fiducia per costruire un network di valore e trasparenza. Era il 2012, e in alcuni settori già si cominciava a sentir parlare di blockchain come di un protocollo sicuro di condivisione dati, in grado di rimandare i processi di validazione a una rete di computer
connessi. Iniziammo così a studiare questa tecnologia per individuare quale fosse il sistema più congeniale per il nostro progetto. Fu lì che il team capì che non esisteva una blockchain che fosse allo stesso tempo veloce, economica, sicura e soprattutto in linea con le normative per il trattamento dei dati. Questo è l’inizio della nostra avventura: progettare
da zero un sistema che risolvesse le lacune di quelli già esistenti e che fosse realmente utilizzabile da tutti».

Per chi non conosce bene la blockchain, puoi spiegare brevemente cos’è?

«La blockchain è una tecnologia che permette l’interazione fra persone dislocate nel mondo e connesse tramite internet in modo sicuro, duraturo e senza dotarsi di particolari dispositivi. Permette di condividere informazioni online, e concordare e registrare transazioni in modo verificabile, sicuro e permanente facendo affidamento sulle regole matematiche scritte nel codice. La tecnologia è già stata testata con successo principalmente nei servizi finanziari e, nei prossimi anni, diventerà ancora più operativa
e integrata in un numero crescente di servizi digitali».

Perché credete che la blockchain rivoluzionerà molti settori?

«Le previsioni suggeriscono che i ricavi globali generati dall’utilizzo della tecnologia blockchain vedranno un’enorme crescita nei prossimi anni, con un valore di mercato che dovrebbe superare i 39 miliardi di dollari entro il 2025. Il settore finanziario è stato uno dei più veloci a puntare sulla blockchain, con oltre il 60% degli investimenti in tecnologia concentrati su questo campo, ma ora tocca a tutti gli altri e le potenzialità sono davvero
infinite. Affidaty nasce proprio con questo obiettivo: costruire un ecosistema basato sulla tecnologia blockchain che non sia dominio esclusivo solo dei grandi gruppi industriali, ma che sia realmente utilizzabile da tutto il comparto economico per la gestione efficiente e
trasparente della propria attività».

Affidaty
Nella foto, il team di sviluppo di Affidaty

In che modo Affidaty può aiutare il business delle aziende?

«La vera rivoluzione nel mondo del business si trova nella possibilità di reinterpretare lo scambio di valore. In linea con la sua mission, Affidaty sta re-ingegnerizzando il modo di gestire il denaro e di processare pagamenti e persino il modo in cui i pagamenti stessi interagiscono con le cose. La nostra piattaforma blockchain open source T.R.I.N.C.I., infatti,
permette di collegare facilmente dispositivi IoT a transazioni di pagamenti, per consentire ad esempio l’apertura di una serratura IoT in seguito a un preciso pagamento, o l’accensione di un dispositivo elettronico che consuma una specifica moneta per pagare la corrente elettrica di cui necessita. Con alcune importanti realtà del panorama FinTech, abbiamo sviluppato su T.R.I.N.C.I. un sistema di escrow (deposito di garanzia) mediato
da smart contract. È molto semplice: gli utenti acquistano prodotti su un classico e-commerce pagando con una comune carta di credito. Tuttavia, grazie allo smart contract sottostante l’operazione, l’invio del denaro al venditore avviene solo quando la merce giunge a destinazione, mentre sarà restituito al cliente in caso di mancata consegna».

Quali componenti, basate sulla blockchain, Affidaty mette a disposizione dei propri clienti?

«Affidaty offre un SDK (Software Development Kit) scaricabile gratuitamente dal sito https://trinci.io, che permette alle società di sviluppo software, o più in generale agli sviluppatori, di realizzare nuove applicazioni da zero o partendo da progetti esemplificativi.
Per velocizzare e semplificare l’adozione della nostra tecnologia, sarà presto disponibile
un Welcome Kit contenente un micro server fisico collegabile alla propria rete, che permette di creare una vera e propria blockchain di test per collaudare e interagire con gli smart contract. Affidaty offre anche soluzioni hardware di classe Enterprise, ovvero dei server
pronti all’uso con hardware e software pre-installato, da collocare direttamente all’interno di data center certificati o noleggiabili direttamente dai data center stessi per permettere a soggetti terzi di trarre profitto dall’ecosistema. La tecnologia di Affidaty può essere “minata” dove minare, termine tecnico che identifica l’operazione di validazione delle
transazioni di un sistema blockchain, significa guadagnare. Per questo i nostri server unitamente ai nostri software sono ideali per chi vuole scendere in campo».

Quali sono gli obiettivi di Affidaty?

«Realizzare un’infrastruttura di nodi, software e applicativi per consentire alle aziende di creare strumenti di nuova generazione in grado di offrire agli utenti un marketplace di applicazioni interoperabili, sicure e capaci di generare e scambiare valore in totale sicurezza: applicazioni che spaziano dall’identità digitale per la didattica fino alla gestione documentale, i sistemi di voto online e i pagamenti tramite token, che possono anche trovare attuazione nella logistica, nella supply chain e nel settore finanziario».

A che punto è arrivata oggi Affidaty?

«Affidaty ha fatto il proprio debutto tecnologico nell’ottobre 2018, andando in produzione con la versione di T.R.I.N.C.I. V.1. Da allora sono state aggiunte molte funzionalità ed è stata produttiva in contesti molto complessi, dimostrando una grossa maturità tecnologica nel gestire e processare velocemente importanti quantitativi di transazioni. Siamo tra i membri fondatori di Infrachain, associazione lussemburghese per la regolamentazione della tecnologia blockchain a livello europeo, stakeholder per la tecnologia blockchain della Cabina di regia Benessere Italia e siamo stati premiati con l’Oscar all’innovazione presso la Camera dei Deputati nel 2019. A oggi, abbiamo più di 50 collaboratori in tutta Italia e stiamo allestendo il nostro Hub tecnologico nel cuore della Maremma Toscana per formare nuovi talenti nel settore della blockchain e i futuri inventori di progetti sempre più innovativi».

Quali nuovi passi siete pronti a intraprendere?

«A breve, l’azienda rilascerà T.R.I.N.C.I. V.2, che cambierà per sempre la nostra traiettoria. Disponibile da giugno 2021, questa versione promette innumerevoli miglioramenti rispetto alla precedente, sia in termini di performance sia di scalabilità, e darà a tutti la possibilità di realizzare progetti e idee di business che finora sarebbero stati letteralmente impossibili
da concretizzare».

INFO: www.affidaty.io

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.