Soluzioni pratiche per assicuratori professionisti

Assicurazioni su casa, vita, salute

Assicuratore Facile è una società che conferisce nuova dignità e nobilita il mestiere dell’assicuratore, sviluppando soluzioni pratiche per i professionisti del settore, partendo “dal basso” e offrendo un servizio full optional.

Simone Costenaro fondatore Assicuratore Facile
Simone Costenaro

Viviamo in un’epoca in cui è sempre più importante prendere coscienza dei rischi che corriamo e di cosa possiamo fare per ridurne le conseguenze economiche. A tal proposito il ruolo dell’assicuratore riveste, oggi più che mai, una centralità che negli ultimi anni si è smarrita, per diverse ragioni, ma soprattutto per l’approssimazione con cui vengo- no formati i professionisti, che si ritrovano senza la sufficiente competenza e la necessaria cura per assistere al meglio i clienti in una materia così delicata. Proprio sulla presa di coscienza del cruciale ruolo sociale dell’assicuratore verte Assicuratore Facile, la società pensata e creata da un professionista vicentino, Simone Costenaro, che ha creato una serie di strumenti ad alto impatto per formare gli assicuratori del terzo millennio e allo stesso tempo superare le criticità radicate in una professione spesso trattata con poca dovizia. Un percorso vero e proprio che, passo dopo passo, segue e guida l’assicuratore per far sì che, una volta “sul campo”, abbia tutti gli strumenti necessari per consentire al cliente di scegliere la migliore soluzione per sé e la sua famiglia. Questo viene fatto attraverso un altro importante strumento, Futuro Senza Sorprese, una diagnosi dei rischi progettata per evidenziare tutti i rischi a maggior impatto economico che possono portare una persona o un’intera famiglia ad affrontare una crisi economica. Una realtà unica nel suo genere, quella di Assicuratore Facile, che ha ricevuto anche diversi attestati importanti che hanno contribuito a cementarne credibilità e professionalità. A parlarci di tutto è proprio Simone Costenaro, ideatore di questo percorso innovativo.

Assicurazioni - Futuro senza Sorprese
Una chiara mappa sui rischi di Futuro Senza Sorprese

Buongiorno Simone, iniziamo parlando del tuo percorso… Quali sono i motivi che ti hanno spinto a fondare una scuola per assicuratori?

«È avvenuto in maniera del tutto casuale. Ho iniziato a svolgere il mestiere dell’assicuratore nel lontano 1998. Dopo la gavetta, nel 2008 mio padre Flavio e il suo socio Piergiorgio Baron mi hanno premiato facendomi entrare in società. Un timing perfetto… proprio in quel periodo, infatti, arrivò la grande crisi mondiale e per qualche anno a partire da quel momento, non capii più quale fosse il mio ruolo. Nel 2012 riuscii a mettere in ordine un processo di consulenza e nel 2013 lo sistematizzai con la nascita del software SatorCrm. I numeri della nostra agenzia iniziarono a crescere e capii che non avevo soltanto risolto un problema per la mia agenzia, ma che potevo esportare un vero e proprio modello».

Si parte dalla “palestra”. Quali sono i plus che offrite ai clienti di Assicuratore Facile?

«La palestra è un percorso virtuale che è nato durante il lockdown per aiutare gli assicuratori anche a distanza. È in sostanza il distillato di tutta la mia esperienza, riportato all’interno di moduli settimanali, contenenti una serie di videolezioni molto pratiche che gli assicuratori possono seguire comodamente da casa».

Ci spieghi cos’è Formula 30?

«Gli assicuratori devono svolgere ogni anno 30 ore di formazione obbligatoria. Ho pensato di creare un format che permettesse di adempiere questo obbligo formandosi con i maggiori formatori italiani, anziché seguire inutili corsi via Web o, peggio ancora, formatori che in aula fanno letteralmente addormentare i partecipanti con contenuti poco utili».

In questo settore spesso di solito si parla troppo di polizze e troppo poco dei reali problemi.

«Ecco, proprio a tale proposito Formula30 è mirato a formare gli assicuratori sulle macro problematiche che hanno gli assicurati».

Come fare quindi per garantire un “futuro senza sorprese”?

«Innanzitutto individuando quali sono tutte le brutte sorprese possibili. Sembra scontato, ma non lo è. Futuro Senza Sorprese è un processo che parte della mappatura di tutti i rischi che potrebbero mettere in difficoltà economica una persona e la sua famiglia durante il lungo ciclo della vita. Attraverso una precisa raccolta di informazioni (famiglia, lavoro, patrimonio, interessi) e tramite le deleghe necessarie per recuperare i contributi obbligatori versati e i dati catastali, riusciamo a elaborare tutte queste informazioni con il nostro software Sator, producendo appunto la diagnosi dei rischi “Futuro Senza Sorprese”, che quantifica l’effettiva esposizione. Questo lavoro permette all’assicurato di capire non solo quali sono i suoi rischi e per quanto è esposto, bensì di conoscere anche cosa sta già risolvendo, per quanto e cosa invece è da sistemare. Tutte le persone stanno facendo qualcosa per non avere brutte sorprese in futuro, anche lasciando soldi nel conto corrente perché “non si sa mai…”. Ecco, Futuro Senza Sorprese è un processo che porta le persone a ricollocare le loro risorse economiche per avere più sicurezza economica, più risorse per
il futuro e anche un’ottimizzazione fiscale».

Assicuratore FacilePerché le persone in Italia sono così riluttanti ad acquistare prodotti assicurativi?

«Per 3 motivi. Il primo è perché lo Stato in Italia è il primo assicuratore, ma non è chiaro nel comunicare ciò che è assicurato e ciò che non lo è. Gli italiani sono stati abituati all’idea di “mamma Stato” che avrebbe sempre pensato a tutto. Oggi non è più così. Il secondo motivo è perché gli assicuratori parlano troppo di polizze e poco di problemi. Manca un’educazione sul perché una persona si debba assicurare. Il terzo motivo è culturale e riguarda gli assicurati che non solo non si informano, ma pensano che non ci siano soluzioni. Tre motivi che portano a un risultato: non far nulla e subire gli eventi. Basti pensare a uno dei temi più dibattuti nel corso degli anni: la successione. Vuoi decidere tu o che lo faccia lo Stato? Oltre l’80% delle persone lascia decidere allo Stato di tutti i beni accumulati durante una vita di sacrifici».

Perché?

«Per cultura, non sa cosa accadrebbe e nessuno glielo sa spiegare. Noi facciamo scrive- re un testamento a tutti non perché una persona debba morire, ma perché nel 2020 è assurdo che, a seguito di una premorienza, aziende e liquidità vadano in mano a figli minori, mettendo in gravi difficoltà il coniuge superstite, i soci e i dipendenti. Le persone responsabili ci sono, e quando vengono informate bene, agiscono consapevolmente. Gli assicuratori dovrebbero vendere di meno e informare di più i loro clienti. Il paradosso sai qual è? Che, informando, si vende molto di più».

Qual è il progetto che oggi state sviluppando?

«Una nuova società di brokeraggio. Abbiamo chiamato Fabio Ferrari, un broker che ha grandi esperienze sulla gestione dei rischi, perché durante la scuola di Assicuratore Facile ci siamo resi conto che riusciamo a far emergere i problemi, ma che le soluzioni presentate sul mercato dalle tradizionali compagnie assicurative non li risolvono mai ad hoc. Abbiamo individuato alcune problematiche e stiamo creando delle soluzioni innovative da far sviluppare ad alcune compagnie di assicurazioni».

Come si chiamerà la società di brokeraggio?

«Broker Senza Sorprese. Siamo convinti che qualsiasi polizza possa riservare brutte sorprese in caso di sinistro se non è stata progettata sulla base di una diagnosi personalizzata e scritta del rischio da gestire. Broker Senza Sorprese promuoverà solo soluzioni assicurative sviluppate su diagnosi che hanno identificato e quantificato i rischi».

INFO: www.assicuratorefacile.com www.futurosenzasorprese.com assicuratorefacile@legalmail.it

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.