Ectm: l’ingegneria di domani è già realtà

ectm studio ingegneristico

Creare un nuovo modello di studio ingegneristico e portare innovazione nella progettazione e realizzazione di impianti e strutture. È la mission del giovane fondatore di questa impresa innovativa che oggi lancia la sua prima campagna di equity crowdfunding.

Nasce tre anni fa Ectm, dalla visione del suo giovane fondatore, Domenico Ricciotti: creare un’impresa in grado di fornire servizi evoluti nel campo dell’ingegneria e degli appalti. Partito con la sola laurea in tasca, oggi si può dire che, con tanto impegno e vero sacrificio, ha realizzato il suo sogno e la sua è un’impresa innovativa certificata di successo e che già pensa di svilupparsi attraverso l’equity crowdfunding. Ma lasciamo a lui stesso il compito di parlarcene. «Ero un giovane ingegnere romano» racconta «fresco di laurea, con un sogno “fuori dal cassetto”: creare una società di precursori, alla ricerca di una dirompente innovazione. Ovviamente mancavano i fondi. Il mio primo finanziatore fu nonna Adelina che, con 150 euro, mi permise di coprire i costi d’affitto dello studio e come equipaggiamento IT avevo il computer dell’università… Insomma, non avevo clienti, non avevo soldi e, dulcis in fundo, ero impegnato in mille attività che avevano saturato il mio tempo. Così, in primis ho lavorato sul sistema di acquisizione clienti e, dopo svariati tentativi, ho imboccato la strada giusta. Aveva funzionato! A partire da quel momento potevo contare quantomeno su un flusso di cassa, anche se modesto. Il piano prevedeva lacrime e sangue: dovevo reinvestire la totalità dei ricavi. Dunque, “pane e cipolle” e ho continuato a vivere con i miei per un lungo periodo, ma alla fine sono riuscito a innescare un ciclo virtuoso pianificando, realizzando e ottimizzando il tutto. Le cose hanno iniziato a funzionare».

ectm studio ingegneristico
Domenico Ricciotti

Quali sono attualmente i campi di attività della società?

«Oggi Ectm si occupa della progettazione, realizzazione e manutenzione di impianti e strutture. Grazie a un team con specializzazioni diversificate, riusciamo a seguire l’intero ciclo di vita di ogni progetto. Abbiamo consolidato le nostre competenze soprattutto in campo sanitario e condominiale. Ne è un esempio il metodo Condominio a Norma (vedi box a pag. 146), il servizio dedicato agli amministratori di condominio. Nell’ultimo anno siamo arrivati a gestire impianti a elevata complessità, tra questi posso citare gli acceleratori lineari per la radioterapia, che devono garantire la massima efficienza e affidabilità».

Ectm è una startup innovativa. Quali sono i fattori di innovazione che la identificano come tale?

«I nostri fattori di innovazione sono anche i nostri punti di forza: digitalizzazione, tecnologie avanzate e comunicazioni chiare. Lo ripetiamo come un mantra perché la ricerca dell’innovazione non rimanga un concetto vuoto. Vogliamo rivoluzionare il modello di business degli studi di ingegneria. Gli studi di ingegneria classici hanno strutture molto rigide e un sistema di acquisizione clienti immutato da decenni. Noi vogliamo diffondere un modello totalmente nuovo, replicabile e adattabile. In studio abbiamo intrapreso un progetto di informatizzazione e automazione di tutti i processi, dalla gestione commerciale alla produzione. In parallelo, offriremo ai nostri clienti la possibilità di avere servizi personalizzati, di seguire il progetto totalmente da remoto, dalla firma dei contratti ai pagamenti, fino allo stato di avanzamento dei lavori. Non da ultimo vogliamo creare con i nostri clienti un network vero: condividere arricchisce e fa parte del nostro dna. Attraverso il nostro sito, il blog e la newsletter, vogliamo condividere contenuti utili, spunti di riflessione, consigli pratici, progetti».

ectm studio ingegneristicoLa vostra attività si rivolge sia alle aziende sia ai privati. Con quali obiettivi, rispettivamente?

«Sì, noi di Ectm ci confrontiamo con persone e aziende molto diverse tra loro per struttura, caratteristiche e dimensioni. Tra i privati ci sono, per esempio, persone che hanno bisogno di ristrutturare casa, o intervenire sugli impianti per metterli a norma. Collaboriamo con tante Pmi, alcune le vediamo nascere: aiutiamo tante persone e società a costruire (letteralmente) un progetto. Abbiamo lavorato e lavoriamo con enti privati, pubbliche amministrazioni ed entità variegate, dalle sedi istituzionali ai musei. Ma lavoriamo soprattutto con grandi realtà, mi riferisco per esempio alle strutture sanitarie, ai complessi condominiali, ai consorzi industriali o ai centri commerciali. Abbiamo la fortuna di poterci confrontare in modo personale e diretto con ognuno degli interlocutori che ho citato. Ogni ingegnere cura la relazione con il referente di progetto della committenza. Il nostro primo obiettivo è diventare un punto di riferimento per ognuno di loro. Solo così possiamo dedicarci all’obiettivo successivo: stabilire relazioni di lungo termine con ognuno dei nostri clienti. Progettare un edificio, adeguare un impianto: non si tratta mai di intervenire su una struttura a sé stante. La struttura di un edificio è il suo scheletro, gli impianti sono organi pulsanti: canali, tubi, cavi distribuiscono in un certo modo la linfa vitale. Come è possibile pensare di intervenire su ognuno di questi elementi senza curarci di tutto il sistema-edificio? Per questo ci piacerebbe che il nostro lavoro non si concludesse con il progetto: il nostro obiettivo è porci come veri e propri consulenti. Saremo noi a ricordare ai clienti il successivo adeguamento normativo, a predisporre tutto per facilitare verifiche e controlli periodici, o a consigliare loro l’intervento più adatto sulla scorta dei lavori già fatti: anticiperemo i loro bisogni e permetteremo loro di dormire sonni tranquilli, realmente».

ectm studio ingegneristicoSiete interessati all’intervento di investitori per i vostri sviluppi futuri e con quali obiettivi?

«Sì, senza dubbio. Come impresa innovativa abbiamo potuto intraprendere una collaborazione con Mamacrowd e già a fine aprile partirà una campagna di investimento sulla loro piattaforma. Contiamo molto nell’equity crowdfunding: è un modo semplice e sicuro per investire in aziende nuove e proiettate al futuro. Sarà anche un modo per prepararci ai nostri obiettivi di medio e lungo termine. A medio termine puntiamo alla quotazione di Ectm in borsa entro un anno e mezzo. Raggiunto questo traguardo abbiamo in cantiere l’internazionalizzazione dell’azienda. Speriamo di incontrare sulla strada sempre più persone interessate a condividere e a partecipare al nostro progetto».

A chi si rivolge l’opportunità di investimento?

«Si rivolge innanzitutto ai grandi gruppi. Tuttavia, non vogliamo lasciare indietro altri potenziali investitori. Per la campagna con Mamacrowd, ad esempio, abbiamo previsto una quota minima di partecipazione di 500 euro. Tutti i partecipanti avranno un ritorno sull’investimento. Abbiamo previsto ricompense e benefit specifici per ogni investimento sostenuto».

COS’È CONDOMINIO A NORMA

«Con Condominio a Norma semplifichiamo la vita dell’amministratore. Dietro c’è un team di project manager e ingegneri specializzati in antincendio, impianti, urbanistica e strutture, nonché elettricisti, idraulici e termotecnici. Affianchiamo gli amministratori nella gestione tecnica dei condomìni con un servizio integrato che prevede: sistema informatizzato con promemoria delle scadenze, processo di building automation con la telegestione degli impianti sensibili, servizio di roof inspection per un check-up completo del condominio e un piano di riqualificazione energetica. Con il metodo Condominio a Norma gli amministratori potranno

INFO: tel. 06 87724551, www.ectmingegneria.it, info@ectmingegneria.it
tel. 06 94328011, www.condominioanorma.it,
info@condominioanorma.it

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.