Ferrero, Feltrinelli, Lamborghini: ecco dove sognano di lavorare gli italiani

0
2182
ferrero lavorare
Lo stabilimento Ferrero di Balvano (Potenza)

Ferrero, Feltrinelli e Automobili Lamborghini sono le aziende dei sogni degli italiani, che dal loro datore di lavoro ideale si aspettano buona retribuzione, benefit, giusto equilibro tra vita privata e ufficio e un ambiente piacevole. Lo rileva la ricerca Randstad Employer Brand 2020, commissionata da Randstad e condotta dall’istituto Kantar TNS. Al primo posto nelle preferenze degli italiani c’è Ferrero, votata dal 77,7% degli intervistati. Seguono Feltrinelli (scelta dal 69,4% del campione) e Lamborghini (69,3%). L’azienda dolciaria di Alba aveva conquistato il primo posto anche nel 2019.

“Le imprese, come i candidati, devono ormai essere in grado di risultare attrattive se vogliono attirare personale di qualità, comunicando con trasparenza ed efficacia quali sono i propri valori e cosa significa lavorare nella propria realtà” spiega Marco Ceresa, ad di Randstad Italia. “I vincitori 2020 sono esempi di come deve essere una strategia di employer branding di successo”.

La ricerca misura il livello di attrattività delle aziende da parte dei potenziali dipendenti. A livello globale, è stata condotta su quasi 185.000 persone in 33 Paesi e più di 6.100 aziende. In Italia sono state selezionate 150 aziende (con oltre 1000 dipendenti e conosciute da almeno il 10% della popolazione) e intervistati circa 6.300 uomini e donne, tra i 18 e i 65 anni, un campione rappresentativo di occupati, studenti e non occupati.

Work-life balance, atmosfera, stipendi: aspettative vs realtà

Scegliendo i datori di lavoro, gli italiani considerano come fattore più importante l’equilibrio tra vita professionale e privata, indicato dal 52% del campione. Ma danno anche attenzione all’atmosfera di lavoro (51%), a retribuzione e benefit (47%), sicurezza del posto di lavoro (46%) e opportunità di carriera (36%). In Europa invece stipendi e benefit occupano la prima posizione (votati dal 59% degli intervistati). Differenze evidenti emergono per fasce di età: gli under 25 cercano un’azienda che valorizzi diversità e inclusione (23%), i Millennials (il 54%) danno priorità all’atmosfera piacevole, per gli intervistati tra 35 e 54 anni sono importanti retribuzione e benefit (48%), gli over 55 guardano soprattutto alla solidità finanziaria dell’azienda (40%).

Le aspettative dei potenziali dipendenti però non coincidono con quello che offrono molte aziende italiane, che, secondo gli intervistati, danno più valore a solidità finanziaria e reputazione (in sesta e ottava posizione tra le priorità dei lavoratori). Il disallineamento è evidente anche analizzando i benefit. I più richiesti sono assistenza sanitaria (indicata dal 78% del campione), orario flessibile (78%), supplementi per le vacanze (come ferie annuali e periodo sabbatico, 74%), rimborso per spese di viaggio o mobilità (74%), formazione (70%). Tra questi, il più riconosciuto dalle aziende è l’orario di lavoro flessibile, ottenuto dal 46% del campione.

Come cercano lavoro gli italiani

L’analisi di Randstad ha evidenziato anche quali sono i settori più ambiti e i canali più utilizzati per la ricerca del lavoro. Tra i settori prevalgono media, automotive, servizi informatici, industria aeronautica e largo consumo. Nell’ultimo anno il 17% degli italiani ha iniziato a lavorare per un’altra azienda. Tra chi non ha cambiato lavoro, il 28% ha intenzione di farlo nei prossimi dodici mesi. Le motivazioni sono soprattutto economiche, ma spesso incide nella scelta anche il cattivo rapporto con i superiori. I canali più utilizzati per trovare un nuovo impiego sono contatti personali (29%), agenzie (26%) e LinkedIn (23%), cresciuto di 10 punti percentuali rispetto al 2019.

Info: www.randstad.it/randstad-employer-brand-research-2020/

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.