Show me how you trade and I’ll tell you who you are

trading

First Class Trading: tecnologia e sensibilità per la formazione nel campo della finanza tradizionale e innovativa. Una nuova startup sposa la competenza e la professionalità con l’empatia e la capacità di ascolto per formare i giovani.

Cos’hanno in comune la freddezza, l’efficienza e la rapidità di un algoritmo con la creatività, l’emozione e l’intuizione di un essere umano? C’è una startup nel campo del trading e della formazione finanziaria che risponde a tale quesito, First Coincidence, rivolta a giovani
carichi di ambizione, motivazione e fiducia nelle proprie potenzialità. Alle logiche di una tecnologia altamente avanzata, la startup unisce attenzione alla dimensione umana dell’apprendimento e delle relazioni interpersonali. Con un’idea di fondo e una missione ben precise.

L’idea di fondo è la creazione di uno spazio operativo in cui finanza tradizionale e finanza innovativa di criptovalute e blockchain si incontrano grazie alla tecnologia.
Uno spazio operativo che mette a disposizione vantaggi competitivi esclusivi, puntando su un sistema meritocratico, tradotto in sbocchi professionali garantiti per tutti i partecipanti. La missione è di creare un network di servizi altamente qualificati al fine di fornire un nuovo paradigma nel mondo della finanza, attraverso l’offerta di tool analitici e di execution in una piattaforma di trading professionale.

L’intento è quello di dare slancio al mercato italiano, avvalendosi di una collaborazione oltralpe. Due società con sede a Lugano, Lugano Trading Academy e Coincidence Trading Technologies, sono state infatti pensate affinché studenti e docenti siano coinvolti in momenti di partecipazione, condividendo obiettivi e soddisfazioni.
Il progetto si fonda sull’esperienza di professionisti che offrono un percorso alternativo al mondo della formazione e del business.

La parola va a chi ha pensato il progetto, Antonio Bisignani, che ha concentrato in
First Coincidence l’esperienza accumulata in oltre 20 anni di lavoro all’estero, soprattutto a Londra e in Svizzera, e ad alcuni suoi collaboratori: Claudia Vece e Luca Ambrosini.

Antonio Bisignani - First class trading
Antonio Bisignani (Intorno a lui le opere dell’artista Gigi Rigamonti-Collezione privata).

Cosa significa fare trading?

«Il trading è un processo rivelatore che combina skill in settori diversi. Dall’analisi numerica all’analisi del mercato, ma anche dalla gestione delle emozioni alla sensibilità psicologica di leggere e interpretare gli andamenti del mercato. Ogni persona si avvicina al trading in modo personale, ma quello che ogni bravo trader deve sempre possedere è il metodo,
la disciplina. Questo è il comune denominatore dei professionisti del settore, ognuno dei quali deve definire una strategia personale che valorizzi le proprie qualità, combinandole con le conoscenze e le logiche della tecnologia».

First Coincidence abbraccia diversi aspetti riguardanti la formazione e la didattica. Quali e come agiscono insieme?

«L’approccio di First Coincidence è olistico ed è fondamentale perché gli studenti sono innanzitutto “persone” alle quali vengono offerte tecniche e strategie di gestione all’avanguardia, vanno ascoltate e capite. Come diciamo noi Show me how you trade
and I’ll tell you who you are”(Dimmi come fai trading e ti dirò chi sei). L’importanza
che diamo alla dimensione umana della formazione è dimostrata anche dalla presenza nel team di una mental coach e neurotrainer, Claudia Vece, che cura il lavoro sulla persona dall’inizio del percorso didattico».

Claudia Vece, qual è il suo ruolo nella Lugano Trading Accademy? Qual è il suo valore aggiunto nel progetto First Class Trading?

Claudia Vece
Claudia Vece

«Il mio ruolo è quello di fornire ai giovani trader il giusto atteggiamento mentale per operare in modo vincente sul mercato. Non basta progettare accuratamente la propria attività di trading, scegliere i giusti strumenti, le strategie e possedere un capitale adeguato. Il trader ha anche bisogno di acquisire padronanza del suo stato mentale ed emotivo, se vuole affinare l’intuito e saper accettare gli errori. Il trader ha bisogno di imparare a riconoscere e a gestire le emozioni e non farsi condizionare da queste in maniera irrazionale. Questo percorso permette ai giovani trader di assimilare il giusto grado di fiducia nelle proprie capacità. Operare con tranquillità e con equilibrio mentale nei mercati è necessario per agire nel momento giusto, Antonio Bisignani è stato lungimirante a inserire nel percorso formativo della Lugano Trading Accademy lo sviluppo del mindset dei giovani trader».

Sensibilità, empatia. Ma anche computer, tecnologia e tecniche avanzate al servizio della formazione…

(A.B.) «Il cammino didattico di First Coincidence si discosta nettamente da quello
universitario, ramificandosi in differenti aree d’apprendimento che contemplano
gli aspetti di strategia e tecnica di trading quantitativo, curato da me. All’interno del
team, un valore aggiunto della formazione professionale dei giovani emergenti
è Luca Ambrosini, Chief Technical Officer, esperto di criptovalute e professionalmente
attivo come ricercatore presso l’Istituto sistemi informativi e networking della SUPSI».

Proprio a Luca Ambrosini chiediamo: quanto “macchina” e quanto “essere umano” nella formazione di futuri trader?

«La sinergia tra macchina e uomo è fondamentale. La guida di una persona preparata,
unita alla capacità di calcolo di un computer è molto superiore alla massima espressione della forza bruta. Se la macchina offre precisione, l’essere umano ha a disposizione esperienza, intuizione, emozione, qualità che non entrano in competizione con l’asetticità della tecnologia. Al contrario, insieme innescano un circolo virtuoso vincente ai fini della formazione e dell’apprendimento. Ricordo il paradosso di Moravec, per cui per un robot le cose semplici sono difficili, e viceversa. Ovvero, i ragionamenti di alto livello richiedono poco calcolo, mentre le capacità sensomotorie di basso livello richiedono enormi risorse
computazionali».

Che cos’è per lei First Coincidence?

«È l’ambiente ideale di accrescimento personale e professionale supportato dalla tecnologia. È la realizzazione di quel circolo virtuoso che permette ai trader e ai partner di migliorare continuamente le proprie performance, monetizzando tali miglioramenti».

Torniamo a lei, Bisignani. First Coincidence e i suoi partner: cosa distingue First Class Trading?

«Vuole essere una novità assoluta di cui sono fiero. È una community basata sul sistema di crowdfunding attraverso la piattaforma Opstart, abilitata da Consob. Ognuno degli iscritti ha la possibilità investire in una quota della società, attribuendosi così notevoli vantaggi
e benefit fruibili già durante il percorso didattico. Così facendo, i partecipanti al crowdfunding diventano essi stessi portavoce del progetto, parte integrante e attiva. First Class quest’anno dà vita alla prima classe del corso».

Una “coincidenza” di obiettivi tra società e partner?

«Sì. First Class Trading significa che i partner investono nelle quote della società e la società investe su di loro, finanziando il costo della formazione di queste giovani promesse. Così, alla fine del percorso didattico, tutti avranno un’opportunità professionale: l’ultimo giorno di formazione sarà il loro primo giorno di lavoro».

Gianmaria Rean Trinchero e Camilla Mazzola, golfisti professionisti, sono una coppia nella vita, nello sport e anche nel trading, dato che sono diventati parte della community First Class Trading. Ci hanno fornito la loro testimonianza relativa all’esperienza in questo progetto.

Gianmaria Rean Trinchero e Camilla Mazzola
Gianmaria Rean Trinchero e Camilla Mazzola

Cosa vi ha spinti a entrare a far parte della community First Class Trading?

«Ci siamo uniti a questa community perché crediamo in questa formula, diversa da altri percorsi di formazione ormai obsoleti. La possibilità di poter apprendere direttamente da professionisti del settore e soprattutto di poter diventare partner della società ci convince sempre di più che questo progetto sia qualcosa di innovativo, un valore aggiunto per noi
e per i nostri coetanei».

Qual è il vostro background scolastico? E perché oggi avete scelto proprio First Class Trading?

(C. Mazzola) «Io sto frequentando la magistrale di Scienze linguistiche, curriculum international management, un percorso di laurea che mi permette di sviluppare competenze sia in campo linguistico sia in quello economico».

(G.R. Trinchero) «Io sono laureato in Scienze bancarie, finanziarie e assicurative.
Un percorso che risponde al mio grande entusiasmo e interesse per il mondo finanziario.
Nonostante entrambi abbiamo business di famiglia avviati e una professione indipendente
in ambito golfistico, abbiamo scelto di entrare a far parte di First Class Trading perché riteniamo che conferisca conoscenze che potranno esserci utili in ambito professionale e personale. Una formazione centrata sulla gestione finanziaria ma anche una preparazione
culturale a tutto tondo».

Antonio Bisignani, cosa rappresenta per voi questa testimonianza?

«È una conferma che First Coincidence ha raggiunto il suo obiettivo. La “Coincidence” di obiettivi tra società e partner era ed è il nostro proposito e siamo fieri di averlo raggiunto. I prossimi partner ne saranno ulteriore conferma. Anche loro potranno dire Show me how you trade and I’ll tell you who you are!».

INFO: www.firstcoincidence.com
https://firstclasstrading.it

 

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.