Bar Birreria in franchising

1
11787

Tra le attività in proprio che rendono e che non passeranno mai di moda, aprire un franchising bar è sicuramente una di quelle opportunità di business di successo che più attira, vuoi per la possibilità di stare sempre a contatto con le persone, vuoi perché nessun italiano vero può fare a meno del suo espresso.

come aprire un bar in franchisingFranchising Bar
Il mercato del caffè in Italia: i numeri

Dopo la casa ed il posto di lavoro, in Italia il bar è il terzo luogo più frequentato dalle persone.
6 Miliardi di caffè espressi serviti da un franchising bar italiano in un anno per un volume d’affari di 6,6 miliardi di euro, cifre che, andando nel dettaglio, si traducono in 175 caffè e cappuccini serviti al giorno in media da un bar per un incasso giornaliero pari a 184 euro. Questi i numeri del mondo del caffè e del cappuccino in Italia nel 2015 dichiarati dalla Fipe – Federazione Italiana Pubblici Esercizi.

Cosa serve per aprire un bar: come ottenere o acquistare la licenza da bar

Come aprire un franchising bar? Per aprire un bar, prima di tutto, è necessario essere in possesso della licenza da bar.
La concessione delle licenze da bar è gestita dagli uffici comunali, presso i quali è bene andare ad informarsi, in considerazione del fatto che i regolamenti comunali variano da comune a comune.
Se le licenze da bar comunali sono a numero chiuso ci sono due strade da poter perseguire: cercare di aggiudicarsi la licenza da bar mediante bando pubblico o, in alternativa, comprare una licenza da bar già disponibile sul mercato.
Se le licenze da bar sono invece rilasciate dal comune a numero aperto basterà farne richiesta.

Quali sono i requisiti per aprire un bar

Ottenuta la licenza comunale per aprire un bar, occorrono almeno un paio di requisiti fondamentali.
I requisiti soggettivi per aprire un bar sono:

  • Essere maggiorenne (fa eccezione il minore autorizzato a norma di legge all’esercizio di attività commerciale);
  • Aver frequentato e superato il corso SAB, ovvero il corso professionale riconosciuto da regioni e provincie relativo all’attività di somministrazione di alimenti e di bevande.

Il corso SAB ha una durata variabile dalle 100 alle 160 ore in aula e costa dalle 500 alle 800 euro circa. Tuttavia il corso non è obbligatorio qualora si fosse in possesso del diploma di scuola alberghiera o di altri corsi o scuole a specifico indirizzo professionale.

Perché aprire un bar in franchising

Aprire un bar non è in realtà un procedimento del tutto semplice, molti sono gli aspetti che devono essere presi in considerazione: dalla selezione della location alla richiesta della licenza, dall’allestimento interno alla strategia di comunicazione, dalla scelta del prodotto da servire alla fornitura dei macchinari e ancora altro finanche alla formazione del personale.

Aprire un bar in franchising dunque si rivela la soluzione più semplice e con maggiori garanzie di successo per inserirsi in questo business: affidarsi ad esperti dell’attività in franchising bar con un marchio già ben identificato e una storia di successo è la strada giusta da percorrere.

Le catene di bar franchising oggi riescono a fornire all’affiliato una gamma molto ampia di servizi che, oltre alla fornitura del prodotto a prezzi sicuramente vantaggiosi, può comprendere:

  • assistenza burocratica
  • assistenza fiscale e gestionale
  • consulenza marketing
  • allestimento interno e materiale di comunicazione

sino a condizioni molto favorevoli per l’acquisto di macchinari se non addirittura alla formula del comodato d’uso a fronte dell’impegno di una determinata quantità di caffè mensile.

Quanto costa aprire un bar in franchising: dal costo licenza bar alla pubblicità

I costi per aprire un bar posso essere davvero impegnativi, si parte infatti da un minimo di 50.000 euro sino a superare anche i 200.000 euro.

Questo è dovuto alle molteplici voci di costo del budget, che sono: attrezzature e materiali di consumo (dalla macchina per espresso professionale alla tazzina), l’allestimento ed i mobili, l’affitto del locale, i costi del personale e della loro formazione, la burocrazia, il costo licenza bar, prodotti e materie prime, pubblicità.

Naturalmente le cifre variano in funzione della grandezza del locale, della tipologia di bar e dalla scelta dei fornitori.

Scegliendo invece di aprire un bar in franchising i costi di avviamento possono essere decisamente abbattuti.

Attraverso la formula chiavi in mano, aprire un bar in franchising costa dai 40.000 ad un massimo di 90.000 euro, con un impegno di investimento di capitale minimo annuo, solitamente per cinque anni, che può variare dai 10.000 ai 30.000 euro.

Print Friendly

1 COMMENTO

  1. SALVE SONO PAOLO DE VINCENZO, VORREI CONTATTARVI PER QUANTO RIGUARDA IL VOSTRO FRANCHISING.
    GRADIREI AVERE UN RECAPITO TELEFONICO PER AVERE MAGGIORI INFORMAZIONI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here