ITS Lending: la piattaforma di crowdfunding dei borghi italiani

1339
Petralia Sottana
Petralia Sottana (Pa)

L’importanza di investire in una nuova asset class, remunerativa e sostenibile.

 

Investire nel rilancio e ripopolamento dei villaggi e dei più suggestivi angoli d’Italia, guadagnando di più rispetto alle tradizionali forme di investimento.

Questa è l’idea di ITS Lending, la prima piattaforma di lending crowdfunding immobiliare dedicata alla rigenerazione dei borghi italiani, dove l’investitore presta una quota dei fondi che servono a finanziare la ristrutturazione dell’immobile, a fronte della restituzione del capitale e di un interesse entro un termine definito.

ITS Lending, sta mantenendo ampiamente le sue promesse e, infatti, a oggi, in meno di un anno dalla sua nascita (novembre 2021), ha finanziato 22 operazioni per oltre 1,3 milioni e rimborsato 8 prestiti, restituendo un totale di 355mila euro, oltre agli interessi maturati, tutti esattamente nel giorno prestabilito, se non in anticipo.

 

Montedinove
Montedinove (Ap)

I vantaggi di investire su ITS Lending

Operare su ITS Lending è semplice e intuitivo: basta registrarsi sulla piattaforma per partecipare alle proposte immobiliari. L’investimento minimo è di soli di 100 euro e il capitale prestato viene restituito entro massimo 12 mesi, con tassi di interesse che arrivano fino al 12%. Un ritorno sull’investimento, quindi, sensibilmente più elevato rispetto alle normali forme di investimento.

Tra i suoi punti di vantaggio c’è anche la durata media più bassa dei prestiti (7 mesi all’incirca), che consente un’elevata rotazione del capitale investito, con un ROI medio del 5,8% sugli investimenti.

C’è la sicurezza per i singoli investitori? Ebbene sì: gli immobili da ristrutturare sono già stati acquisiti dalla società immobiliare che propone l’opportunità e, prima di presentarla sulla piattaforma, viene sempre individuato un compratore finale che anticipa una caparra. In caso di rinuncia all’acquisto, si attiveranno ulteriori meccanismi per garantire l’investimento, tra cui la disponibilità da parte della società immobiliare beneficiaria del prestito a rimborsare comunque capitale e interessi entro i termini stabiliti.

 

Mussomeli (Cl)

Alcuni esempi

Le 22 operazioni immobiliari chiuse su ITS Lending – il cui gestore, Crowdvillage, è una società controllata da ITS Italy (lifestyle company nata a Londra nel 2020 per promuovere investimenti in borghi e centri storici italiani) – sono state finanziate, in media, da 24 investitori ciascuna, che hanno contribuito con un investimento medio di 2mila euro e un tasso medio lordo su base annua del 9,3%.

I progetti immobiliari rimborsati riguardano strutture per uso residenziale, di piccole e medie dimensioni (bilocali o trilocali), 2 delle quali situate in Puglia, 2 in Toscana e 4 in Sicilia, dove da ultimo è stato restituito il prestito per l’intervento su un edificio nell’antico borgo di Mussomeli.

Inoltre, lo scorso aprile, ha consentito la realizzazione di un co-working in un paesino di 900 abitanti, su un’altura di 900 metri: Montecreto (Mo), nel cuore della “Motor Valley”, con una struttura all’avanguardia, dotata di cablaggio, telecamere, sistema di badge per il controllo degli accessi e colonnine per le ricariche elettriche.

 

Montecreto (Mo)
Montecreto (Mo)

Il Lending Crowdfunding in Italia

In un momento di incertezza economica, come quello attuale e di perdita del potere di acquisto, il lending crowdfunding immobiliare, dove gli investitori prestano fondi per finanziare la ristrutturazione dell’immobile, a fronte di un tasso di interesse, si attesta  come un investimento redditizio e richiesto.

Secondo i dati di Crowdfunding Buzz, il segmento è cresciuto del 61% nei primi 8 mesi del 2022, rispetto allo stesso periodo del 2021, con una raccolta di 56 milioni di euro, per 202 progetti immobiliari finanziati.

Anche la raccolta media è cresciuta (da 220mila euro per operazione nel 2021 a 278mila nel 2022), così gli investitori che, se ad agosto 2021 erano stati circa 22mila, nello stesso periodo di quest’anno sono stati 35mila.

Il tasso medio lordo di remunerazione dei prestiti, pari a circa il 10% su base annua, è probabilmente una delle ragioni del successo, unito alla durata media dei prestiti, di poco inferiore a 12 mesi.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteCompass acquista la fintech Soisy e investe in HeidiPay
Prossimo articoloItalia: al primo posto come seconda casa degli europei