L’uomo da 30 milioni in 5 mesi

Dubai

Quello che indubbiamente si sta rivelando essere un anno difficile a causa della pandemia Covid-19, può trasformarsi invece nell’anno delle opportunità. Ne è fermamente convinto Daniele Pescara, freelancer veneto e titolare di Falcon Advice, già protagonista sulle pagine del nostro mensile, che assiste imprenditori e privati che vogliono aprire una società a Dubai. Pescara è un autentico punto di riferimento a livello finanziario e di assistenza alle imprese che vogliono aprire negli Emirati, e proprio in questi ultimi mesi ha raggiunto risultati ragguardevoli, riuscendo a gestire un paniere di investimenti di 30 milioni di euro in soli 5 mesi. Ma non si ferma qui, e per la restante parte dell’anno sta lavorando insieme a David Provenzani su un progetto molto ambizioso e altrettanto attuale: Dubai Solar Schools. Vediamo di cosa si tratta parlandone proprio con Daniele Pescara.

Daniele Pescara - Falcon Advice
Daniele Pescara, leader in Italia nella costruzione di società a Dubai

Daniele Pescara, abbiamo anticipato che sei già una nostra conoscenza, puoi ricordare ai nostri lettori di cosa ti occupi?

«Certo, con piacere. Sono il Ceo di Falcon Advice, azienda che propone servizi top level nel campo della costituzione di società a Dubai».

Qual è stato il percorso per diventare il leader nel campo della costituzione di società a Dubai?

«Dietro a un servizio, c’è sempre un imprenditore! La differenza tra chi eccelle e chi è mediocre è molto semplice… andare oltre al servizio stesso, quindi creare valore. Se un imprenditore non crea valore, non si può definire tale, di conseguenza non può eccellere in quello che fa. La missione “sociale” dell’impresa è l’imprenditore! Tutti i miei collaboratori condividono con me “lo scopo nobile dell’impresa”, questo mi ha posizionato nel livello più alto del mercato della consulenza e degli investimenti».

Parlaci del mercato e della sua natura.

«Niente è più onesto e “democratico” del mercato. Il mercato esiste, è concreto lo puoi toccare se ci credi, è la scacchiera imparziale dove giochi la tua partita, se vali ti premia, se non vali ti distrugge. Attenzione, al mercato non puoi raccontare “supercazzole” o che sei uscito con 110 e lode dall’università… è tutto irrilevante, ci sei solo tu con i tuoi attributi».

Come hai fatto a gestire la bellezza di 30 milioni di dollari di investimenti nei primi 5 mesi del 2020?

«Il mio lavoro è quello di aprire società a Dubai con servizi top level, ma spesso i miei clienti nella fase successiva mi chiedono di poterli indirizzare nel campo degli investimenti. Nei primi cinque mesi di quest’anno l’ammontare del capitale collocato ha superato i 30 milioni di dollari».

Qual è la tua opinione circa la stazione attuale?

«Il 2020 è l’anno delle opportunità, che vedrà un riassetto socio-economico senza precedenti. È la “manna dal cielo” che tutti gli speculatori aspettavano. Rimarranno solo i migliori: la concorrenza scomparirà, le aziende meno solide (il 70%) chiuderanno, ci sarà una riallocazione dei mercati produttivi nonché il cambiamento delle governance politiche. In questa fase di mutamento, gli investitori più scaltri possono in 18 mesi traguardare obbiettivi che prima venivano conteggiati su 10 anni. Può sembrare una lettura cinica la mia, ma credo sia importante far capire come stanno realmente le cose».

Che requisiti deve avere chi ti contatta?

«I miei servizi partono da una parcella di 20.000 euro, mentre il cliente che vuole fare affari con me deve essere referenziato e solvibile».

Daniele, parlaci di questo nuovo progetto: Dubai Solar Schools.

Falcon Advice
David Provenzani

«Molto volentieri. Si tratta di un progetto davvero ambizioso. Secondo il programma Dubai Clean Energy Strategy 2050, la città del golfo si è posta l’obiettivo di produrre il 7% di energia pulita entro il 2020, crescendo al 25% entro il 2030 e al 75% entro il 2050. Il progetto Dubai Solar Schools, capitanato dal professor David Provenzani, prevede la realizzazione di progetti fotovoltaici sui tetti delle 100 migliori scuole di Dubai, per un totale di 50 Megawatt, con la formula “solar lease” 20ennale».

Cosa significa questo per i giovani che studiano negli Emirati Arabi?

«Significa che nascono una moltitudine di opportunità per i ragazzi di cominciare una carriera nel settore green basata sulla sostenibilità e sull’energia solare. Le aziende e i governi avranno necessità di molti specialisti nel settore delle energie rinnovabili nel corso del prossimo trentennio. Siamo solo all’inizio di una storica ed esaltante nuova era che farà passare qui a Dubai, e in tutto il mondo, l’approvvigionamento elettrico dai combustibili fossili all’energia green. Questo è il momento giusto per intraprendere un percorso di studi nel settore delle energie rinnovabili».

Perché hai introdotto le energie rinnovabili nei tuoi asset?

«Perché penso sia una efficace sintesi della mia attività. Il Dubai Solar Schools unisce infatti: etica, cultura, sostenibilità e rendimenti davvero considerevoli. Il fatto di aver creato un pacchetto d’investimento, con servizio chiavi in mano che propone all’investitore, sia società con imposizione fiscale allo 0% sia una formula d’investimento con indici di performance significativi, ha permesso al progetto, nato nel 2012, di ottenere importanti risultati, nonché riconoscimenti illustri, uno tra i tanti il patrocinio ufficiale dalla Fondazione Culturale dell’Emiro di Dubai (Sheikh Mohammed Centre for Cultural Understanding)».

INFO: www.36oreperdubai.it 
Instagram: danielepescara.dubai

Print Friendly, PDF & Email

4 Commenti

  1. Articolo veramente interessante. È bello vedere finalmente un giovane imprenditore Italiano che porta la propria conoscenza all’estero ottenendo dei grandi risultati!

  2. Un vero punto di riferimento per tutti i ragazzi giovani. Sveglia gente il mondo del lavoro “reale” è fatto di sudore e sacrificio, questo ragazzo ne è l’esempio!

    Complimenti per l’intervista!!

  3. Ho avuto il privilegio di incontrare il Dott.Pescara nel suo studio di Padova, una persona eccezionale, prima di incontrarlo ho avuto incontri poco raccomandabili a Dubai.

    L’articolo rispecchia al 100% la serietà della sua persona! compimenti davvero!
    Luca P.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.