Lavorare nella data economy partendo da zero con Geeks Academy

Geeks Academy

Geeks Academy è una startup che da 5 anni risponde alle nuove esigenze formative in materia di big data, cybersecurity, blockchain, realtà virtuale, intelligenza artificiale.

Geeks Academy
Antonio Venece

Abbiamo un sogno: trasformare le modalità di accesso alle nuove professioni della data economy attraverso la creazione di opportunità diversificate, indipendentemente dal tipo di formazione pregressa e di occupazione. Lo diciamo sempre ai nostri studenti: decidi di stare dalla parte giusta della storia». Così Antonio Venece, PhD Founder & Ceo di Geeks Academy con alle spalle 30 anni di esperienza nella formazione, esordisce raccontando della sua startup fondata a Roma nel 2016 per rispondere alle nuove esigenze formative: big data, cybersecurity, blockchain, gaming, realtà virtuale, intelligenza artificiale. Sebbene i temi trattati appaiano ostici, per frequentare Geeks Academy, tranquillizza Venece, non occorre essere Einstein e nemmeno Elon Musk: servono motivazione e passione per la tecnologia.

Dunque per entrare nel mondo della data economy non serve avere una formazione specifica, una laurea in Ingegneria o simili?

«No, i nostri corsi sono aperti a diplomati e laureati di qualsiasi indirizzo, anche a coloro che sono in possesso delle cosiddette lauree deboli, per esempio Lettere, Filosofia, dunque indirizzi di studio che permettono un accesso al mondo del lavoro più complesso. Il nostro obiettivo è fornire a ogni geek, ossia persone che possiedono interesse e inclinazione per le nuove tecnologie, la possibilità di ottenere una fantastica carriera professionale e avere successo nella data economy».

Geeks AcademyCome è articolata la vostra Academy?

«Abbiamo messo a punto 3 ambiti formativi: il primo per i laureati e diplomati in cerca di nuove competenze, il secondo rivolto al reskilling, dunque formiamo coloro che già lavorano, al fine di migliorarne e accelerarne la carriera. Infine abbiamo progetti specifici per le aziende. Non sono infatti rari i casi in cui sono le imprese a chiederci di formare i dipendenti, d’altro canto nei prossimi anni il 70% dei settori verrà automatizzato. Se si calcola che a livello globale 375 milioni di lavoratori dovranno cambiare funzione lavorativa entro il 2030, emerge con chiarezza il fabbisogno di formazione necessario per far fronte alla richiesta di quella che definiamo la Quarta rivoluzione industriale basata sui dati».

In concreto, come si seguono i vostri corsi? È sufficiente registrarsi a una piattaforma?

«Le nostre lezioni sono sempre live. Il pacchetto di lezioni registrate nei nostri ambiti non funziona, perché le tecnologie richiedono un aggiornamento continuo: almeno il 20% dei contenuti di ogni corso viene rivisto ogni volta in funzione delle esigenze del mercato. Eroghiamo le lezioni per l’80% online e per il restante in presenza a Roma, Milano, Torino, Firenze e Bologna, Chiasso (Svizzera) e, da gennaio 2022, saremo operativi anche a Dubai. A seconda del percorso abbiamo corsi part-time della durata di 120-480 ore, oppure workshop aziendali di 16-64 ore. Tutte le lezioni sono anche registrate, in modo che si possano rivedere in un secondo momento. Ma tengo a sottolineare l’importanza dello scambio discente-docente, il nostro valore aggiunto è il professionista che insegna: i nostri docenti non sono accademici, ma persone che quotidianamente lavorano nel settore. I nostri corsi non sono una dispensa da sfogliare quando si ha voglia, noi ci poniamo come la Harvard del digitale, la nostra mission è formare profili professionali specializzati in cybersecurity & cloud computing, data sciences & artificial intelligence, blockchain & coding, gaming & virtual reality che si differenzino nel portare valore in azienda e favoriscano la creazione di un ecosistema di business efficiente».

Ma un percorso quanto dura e, alla fine, che cosa si ottiene?

«Il percorso part-time, che prevede lezioni serali e/o durante il weekend, può durare da 3 mesi (starter) a un anno (specialist mastery program), mentre il percorso full-time, si articola in workshop, intensivi e molto pratici che durano da 1 a 4 giorni; il bootcamp, dal lunedì al venerdì, dura da 1 a 3 mesi e impegna i discenti 6-8 ore al giorno: comprende anche partnership aziendali e in alternativa può rappresentare la fase d’aula dei corsi internazionali. Infine il percorso più lungo, l’Academic, da 1 a 2 anni. Quando i nostri studenti completano il loro percorso ottengono sia il Diploma Geeks Academy sia lo European Diploma Supplement in inglese e italiano, codificato in blockchain. Un’opportunità da sottolineare sono i colloqui con le aziende che fanno parte della nostra rete: dalle 3 alle 5 job interview per ciascuno studente. Anche per questo oggi è estremamente probabile trovare lavoro dopo i nostri corsi».

Geeks Academy dal 2019 è sede accreditata per gli esami e l’erogazione di corsi per le certificazioni internazionali Exin nelle aree della Blockchain & Coding, Cybersecurity & Cloud, Data Science & Artificial Intelligence. Solo nei primi 5 mesi del 2021 abbiamo certificato oltre 60 studenti e professionisti. Certificazioni in lingua inglese valide in tutto il mondo.

Ha più volte fatto cenno a un discorso di internazionalizzazione. Come lo realizzate?

«Oggi le tecnologie sono globali e pertanto siamo convinti che anche la formazione debba esserlo. Siamo quindi attivi su più fronti: oltre ai viaggi studio a Dubai, Singapore e Seul, nel 2019 il Ministero per lo Sviluppo economico italiano e l’Istituto nazionale italiano per il Commercio estero (ICE) hanno selezionato Geeks Academy per partecipare al Global StartUp Program, un programma incentrato sull’internazionalizzazione di startup italiane impegnate in ambito tecnologico. Abbiamo poi stretto una partnership con il Korea Blockchain Institute, un prestigioso istituto coreano, impegnato nella formazione di sviluppatori blockchain, al fine di rafforzare la cooperazione internazionale nei settori dell’istruzione superiore e professionale. Infine Geeks Academy, insieme ad altre 5 istituzioni europee, ha dato avvio al Machina project, che ha come obiettivo principale quello di migliorare e rafforzare l’istruzione e la formazione per i professionisti ICT nel campo del machine learning e introdurre metodi flessibili per l’erogazione di risorse pedagogiche innovative».

Geeks AcademyTel. 345 421 4495
www.geeksacademy.it
info@geeksacademy.it

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.