«Le aziende di arredamento? Le faccio incontrare con chi progetta alberghi e ville»

2809
RobertoCuneo

«Sono partito da un bisogno: quello delle nostre aziende di arredamento di vendere i loro prodotti non solo attraverso showroom e rivenditori (che a loro volta vendono ai negozi), ma anche tramite architetti e interior designer, i soggetti cioè che scelgono gli arredi che andranno all’interno di hotel, ville, ristoranti, yacht. È il settore del contract, che ha il vantaggio di muovere ordini in grandi quantitativi e aumentare il business».

Roberto Cuneo, già Head of International Promotion di Federlegno Arredi, nel 2020 ha fondato Medelhan, piattaforma che mette in contatto le aziende di arredamento con i grandi studi di architettura e interior design.

«Uniamo la domanda e l’offerta. Le aziende di arredamento vengono profilate e, attraverso un sistema di matching, hanno la possibilità di trovare in tutto il mondo i professionisti in target con le loro esigenze. Forniamo un piano di marketing dedicato, che comprende la partecipazione a fiere, organizziamo incontri fisici» spiega Cuneo.

«Il modello di business? Una membership mensile o annuale, più altre quote in base al numero di incontri che organizziamo con i potenziali clienti». Medelhan è una startup innovativa, nata con un investimento iniziale tra 50mila e 100mila euro. A oggi sono iscritte circa 70 aziende di arredamento e 130 studi di architettura e design britannici, cinesi e italiani. «Il business model permette di generare cash flow da subito, in media a un anno dall’iscrizione alla piattaforma».

«Il fatturato 2021 è stato di 250mila euro, con una stima del business generato di 7 milioni di euro. In questi giorni è in corso una campagna di equity crowdfunding con We are starting, obiettivo minimo 50mila euro» conclude Cuneo. La piattaforma ha creato una sezione New Talent e lanciato una prima campagna di selezione di giovani designer per favorire l’incontro e le partnership con le aziende. 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteLa valutazione di Klarna crolla da 46 miliardi di dollari a 6,5 miliardi di dollari
Prossimo articoloTrasformazione digitale, l’esperienza insegna