Marketing automation: costruire ponti, non muri

Rfmcube

Un software per individuare i segmenti chiave di clienti sui cui intervenire per aumentare le vendite, a progettarlo la startup Rfmcube.

A oggi sono ancora poche le aziende che possono fare attività di marketing automation, inviare cioè messaggi automatici in base ai comportamenti di acquisto, senza scontrarsi con alcune barriere. Da questa premessa nasce Rfmcube, startup bolognese che rende accessibile lo strumento anche alle imprese più piccole che vendono online attraverso un software in Saas.

Rfmcube, fidelizzazione clienti e-commerce«Il nostro software» esordisce Marco Santandrea, Ceo di Rfmcube «è pensato e progettato per permettere alle aziende di qualsiasi dimensione di individuare, all’interno del proprio storico ordini, i segmenti chiave di clienti sui quali intervenire per aumentare le vendite. Proponiamo integrazioni one click, per le quali non serve nessuna competenza tecnica».

Lo scopo di Rfmcube è creare ponti tra i software, non muri: «Mentre gli altri software competono su diverse funzionalità, Rfmcube è l’unico verticale solo sulla segmentazione clienti. La nostra filosofia è proprio quella di costruire un dialogo con i principali software di email marketing e advertising. Inoltre Rfmcube è progettato per rendere i merchant autonomi nell’analisi e nell’integrazione dati con i software terzi, abbattendo così le principali barriere di ingresso della marketing automation».

Ma perché è importante la marketing automation?

«Perché costituisce l’anima del commercio. Dunque dovrebbe entrare nella cultura delle aziende di tutti i livelli. In un contesto iper-concorrenziale come quello odierno, solo chi è in grado di mandare il messaggio giusto nel momento giusto, al target giusto, riesce a fidelizzare i clienti, svincolandosi così dall’ossessiva necessità di acquisire traffico nuovo».

Perché è così importante fidelizzare?

«Acquisire traffico qualificato è un’attività indispensabile per far decollare l’e-commerce, ma da sola non basta a garantire la sostenibilità del business. Se i clienti non tornano a fare acquisti in maniera autonoma, il rischio di dover fare i conti con la concorrenza crescente dei big è reale. In media un cliente fidelizzato vale come 10 clienti nuovi, in tutti i settori merceologici esiste un 15% di clienti più fedeli che arriva a coprire il 55-70% delle vendite totali. Sono numeri su cui riflettere, che spiegano l’importanza della marketing automation».

INFO: tel 0510061577, https://rfmcube.com info@rfmcube.com

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.