Sundar Pichai, Ceo di Google, è il manager più pagato d’America

6550
google pichai
Sundar Pichai, Ceo di Google

Cresciuto in India in un appartamento di due stanze, arrivato negli Stati Uniti grazie a una borsa di studio, oggi Sundar Pichai, Ceo di Alphabet e Google, è il manager più pagato d’America. «Strapagato», secondo lo studio “The 100 Most Overpaid CEOs” di As You Sow, una non profit che ogni anno stila la lista degli ad più remunerati, sottolineando gli eccessi e mettendo in evidenza il gap con gli stipendi dei lavoratori.

Nel 2019 Pichai ha guadagnato quasi 281 milioni di dollari, più di 1000 volte il compenso mediano (seppur altissimo: 258mila dollari) dei dipendenti Google. La sua retribuzione è aumentata del 14% rispetto al 2018. È anche vero che quello è stato l’anno in cui i due fondatori Larry Page e Sergey Brin hanno lasciato la guida di Alphabet nelle mani di Pichai. E, un mese dopo, a inizio 2020, la holding ha raggiunto i 1000 miliardi di dollari di capitalizzazione.

Tra i big della tecnologia più pagati si trovano in classifica anche il Ceo di Microsoft Satya Nadella, al 24° posto con quasi 43 milioni di dollari, e Mark Zuckerberg, fondatore di Facebook, al 73° posto con 23 milioni.

Dall’India a Google

«In India non avevo un computer. Il primo telefono in casa è arrivato quando avevo 10 anni. Il televisore, quando ne abbiamo avuto uno, aveva un solo canale» ha raccontato Sundar Pichai nel suo discorso ai laureati del 2020. «Mio padre spese un anno di stipendio per comprarmi il biglietto per gli Stati Uniti. Era la prima volta che prendevo un aereo. L’America era costosa. Una telefonata a casa costava più di 2 dollari al minuto e uno zaino quanto lo stipendio mensile di mio padre. Sono arrivato fin qui grazie alla mia passione per la tecnologia» ha detto. Abbiamo raccontato qui la sua storia.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.