Una vita sempre in campo, storia di un imprenditore di successo

Imprenditore di successo: Savino Lapalombella fondatore di Media One Consulting
Savino Lapalombella

Ritratto di un imprenditore di successo, nato in una famiglia di imprenditori agricoli pugliesi, che ha fondato una società di mediazione creditizia in cui ha riversato i valori che ha appreso dai genitori e dalla sua grande passione, il tennis

Quando si parla di un imprenditore, a volte ci si dimentica che dietro questa figura c’è sempre una persona. Un uomo o una donna con la sua storia personale, le sue inclinazioni, le sue passioni, le sue soddisfazioni, le sue delusioni e le difficoltà che ha superato, le esperienze che lo hanno segnato. E che magari ha voglia di comunicare, trasmettendo anche ad altri ciò che ha appreso, al di là dei suoi business e dei loro risvolti puramente economici. È il caso di Savino Lapalombella, 40 anni, pugliese doc e fondatore di Media One Consulting, società di successo che opera nel settore della mediazione creditizia a favore delle aziende. Ma non dimentica le sue origini, i suoi inizi come tennista di buon livello e l’azienda agricola di famiglia di cui ancora oggi si occupa.

La sua è una storia interessante. Ci racconta qualcosa di lei?

«Ho avuto la fortuna di nascere in una famiglia di condizione agiata. Mio padre, imprenditore di successo del settore agricolo, mi ha consentito di poter sognare un futuro da campione di tennis fino all’età di 19 anni, quando, facendo un bel bagno di umiltà, ho capito che quello non poteva essere il mio futuro. È stato a questo punto che ho cominciato a lavorare nell’azienda di mio padre e, contemporaneamente, a frequentare l’università. A 23 anni ho conseguito la laurea in Scienze politiche e, sempre aiutando mio padre in azienda, ho affinato la mia preparazione frequentando numerosi corsi di specializzazione, tra cui un Master in Business Administration (MBA) e altri master executive in Bank Management, Corporate Finance, Finanza e Controllo di Gestione. Ho sempre lavorato e studiato. Sempre con un occhio alla nostra azienda di famiglia, ho cominciato a esercitare la professione di consulente aziendale e, dopo qualche anno, è arrivato il grande salto che ha visto la fondazione della società di mediazione creditizia di cui sono attualmente amministratore. Una vita intensa vero? Eppure, insieme a tutte queste attività, ho trovato il tempo di continuare a “coltivare” l’altra mia antica passione: il tennis. Non sono diventato un campione, ma le mie soddisfazioni continuo a togliermele».

Quale importanza ha rivestito la famiglia nella sua storia imprenditoriale?

«La mia famiglia ha rappresentato per me la prima fondamentale scuola di vita. Ricordo sempre quello che, fin da bambino, mio padre mi ripeteva, quasi come fosse una filastrocca, davanti a distese di piante di frutta e verdura: “Ricorda… il seme fa la pianta, ma la pianta dà buoni frutti solo con il lavoro, il sacrificio e la passione”. Oggi non sarei quello che sono se non avessi avuto la mia splendida famiglia».

Lei è anche un appassionato di sport. Che lezione ha appreso da questo mondo?

«Dal tennis ho imparato la disciplina, il sacrificio e il rispetto dell’avversario. Valori a mio parere fondamentali in ogni aspetto della vita che costituiscono anche la base di tutta la mia attività come imprenditore».

Quali sono attualmente i suoi principali campi d’azione?

«Continuo a occuparmi dell’azienda di famiglia. Sono il propulsore di Media One Consulting e… gioco a tennis».

Ci farebbe una breve fotografia della situazione attuale del credito alle aziende in Italia?

«Le crisi del 2008 e del 2011 hanno prodotto cambiamenti che giudico irreversibili nell’accesso al credito. Non parlo solo di numeri, ma anche di modalità di approccio al tema, sia da parte delle banche sia da parte delle aziende. I vincoli, sempre più stringenti, previsti per le banche in tema di erogazione del credito, impongono un approccio, da parte delle imprese, che non può più prescindere dall’acquisizione di un’adeguata cultura finanziaria».

La sua società Media One Consulting si occupa di consulenza e mediazione creditizia. Che vantaggi offre alle aziende?

Media one Consulting: il team
In piedi da sinistra: Gianluca Padolecchia, Paolo Pugliese, Marco Gorgoglione; seduti da sinistra: Saverio Morella, Savino Lapalombella, Francesco Gamen.

«In parte la risposta è una diretta conseguenza di quanto ho appena affermato: oggi un buon consulente deve essere in grado di mettere in condizione un’impresa non solo di avere un agevole accesso al credito, ma anche di contenerne il più possibile i costi. In questa direzione, la nostra principale linea di azione consiste nell’aiutare le imprese a porre in essere quei comportamenti che possono migliorare il loro rating. Naturalmente non ci occupiamo solo di questo, ma posso affermare che anche le altre attività che la società svolge, che si parli di finanza agevolata o di consulenza fiscale o di bilancio, sono legate a doppio filo con il tema che giudichiamo prioritario. La nostra attività mira al pieno soddisfacimento delle varie esigenze finanziarie dei nostri interlocutori, attraverso un’offerta di prodotti/servizi molto variegata e che fa leva su una robusta conoscenza dell’offerta commerciale delle banche e degli altri intermediari finanziari e da un continuo, costruttivo e proficuo dialogo con questi ultimi. Vorrei anche aggiungere che l’operatività di Media One Consulting è orientata ai valori della correttezza, della competenza, della trasparenza e del reciproco rapporto di fiducia e rispetto nelle relazioni con i clienti e con tutti i nostri stakeholder».

Lei ha anche in previsione la realizzazione di un libro. Ce ne vuole parlare?

«Attualmente curo una rubrica su Facebook dal titolo Perle di management, che verte sul difficile mondo dell’imprenditore. Sarà questa la base sulla quale si fonderà uno dei miei progetti: scrivere un libro che sicuramente riprenderà le mie idee, ma sarà soprattutto l’occasione per una profonda riflessione sulla mia vita».

Quali sono i suoi progetti per il futuro?

«Non ho la presunzione di considerarmi una persona “arrivata”. Mi piace in proposito citare il grande Steve Jobs, che diceva: “Io penso che se fai qualcosa e risulta abbastanza buona, dovresti andare avanti a fare qualcosa di meraviglioso”. Atterrando sulla Terra… il mio prossimo obiettivo è potenziare la rete attraverso l’apertura di nuove sedi. A brevissimo apriremo a Bari».

INFO: tel. 0883 954776
www.mediaoneconsulting.it
info@mediaoneconsulting.it

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.