A settembre mi metto in proprio con un workshop

0
2247

Alcuni hanno l’impresa nel Dna. Altri riescono a diventare imprenditori, grazie a una formazione specifica, che aiuta a evitare errori. Ecco corsi e seminari per avviare un’attività. Anche in franchising e con Millionaire

L’anno scorso in Italia sono nate 213mila imprese. Dietro questi numeri ci sono per lo più uomini diplomati tra i 31 e i 40 anni. Oltre la metà conta sulle proprie capacità per fare il grande “salto”: avviare un’attività, magari lasciando un lavoro da dipendente. Ma un altro terzo dei neoimprenditori, tra cui molti giovani, è spinto dalla necessità: non trova lavoro ma cerca di inventarselo.

Per dar corpo alla propria idea, oltre la metà dei neoimprenditori ha investito esclusivamente i propri soldi o è ricorso a prestiti di amici e parenti e delle banche. Solo poco più del 6% ha ricevuto finanziamenti in conto capitale, in conto esercizio o incentivi fiscali.

Ma come si arriva alla decisione di fare impresa? E, soprattutto, come ci si prepara ad affrontare tutte le fasi della creazione? Chi ti aiuta e ti finanzia?

Alcuni l’impresa ce l’hanno nel dna. Molti, però, possono diventare imprenditori, grazie a una formazione specifica, che aiuta a evitare errori. Nei primi mesi del 2011, ci sono state oltre 125mila iscrizioni ai registri camerali di nuove imprese, ma quasi 135mila sono state le cancellazioni. Un dato negativo inferiore a quello dell’anno precedente, ma reale. I rischi sono tanti, il momento economico difficile. Avere le idee chiare, un buon progetto e un conto previsionale realistico prima di impegnare risorse è fondamentale. E la formazione all’imprenditorialità ha proprio questo obiettivo.

I corsi gratuiti di millionaire

Milano, Roma, Napoli. In queste città si terrano i nuovi seminari “Mettersi in proprio” organizzati da Millionaire, in collaborazione con importanti partner istituzionali. L’obiettivo è traghettare aspiranti imprenditori dal sogno alla realtà dell’avviamento d’impresa. Le date sono in fase di definizione e saranno comunicate a ottobre.

Ne abbiamo parlato con Antonio Montefinale, docente nei seminari, consulente di Creaimpresa, incubatore online che aiuta l’avvio di nuove attività, da sempre al fianco di Millionaire.

Di che cosa si tratta?

«La nostra iniziativa di formazione aiuta chi si avvicina al mondo dell’imprenditorialità, ma anche chi sa o crede di sapere tutto quello che serve. È un’occasione importante per per conoscere le opportunità per mettersi in proprio, anche in franchising».

Lo scorso anno come è andata l’iniziativa?

«Abbiamo organizzato circa 20 incontri gratuiti in diverse città italiane, di tre ore l’uno, dove abbiamo avuto anche 90 partecipanti. Collaborano con noi Franchising Factory (www.franchisingfactory.it), società che si occupa di sviluppo reti e marchi, Invitalia (che spiegava come ottenere agevolazioni pubbliche), Unicredit (che finanzia iniziative in franchising)».

Quali sono i contenuti dei seminari?

«Come si elabora un business plan, finalizzato a verificare la validità di un’attività e il fabbisogno finanziario necessario, come si trovano i finanziamenti per avviare l’attività. Come reperire tutte le informazioni che servono per trasformare l’idea in un progetto concreto e in numeri. Come definire i prodotti e i servizi da offrire, come scegliere il target di clientela, come definire le strategie di marketing per conquistarlo, come e dove organizzare l’attività: locali, personale… Spesso abbiamo presentato la case history di Mail Boxes Etc, una delle principali reti in affiliazione in Italia, da tempo accreditata da Invitalia. Sono solo 25 le reti accreditate, a oggi. Molte hanno operato un buon numero delle nuove affiliazioni attraverso lo strumento del finanziamento al franchising, erogato da Invitalia» aggiunge Montefinale.

Il caso Mail Boxes Etc

Oltre a collaborare con Millionaire, Mbe (www.mbe.it) porta avanti un fitto programma di workshop informativi gratuiti su “Come entrare nel franchising con finanziamenti pubblici e privati”, che introducono anche alla sua proposta di affiliazione. Spiega Fabrizio Mantovani, direttore sviluppo franchising Mbe: «Noi spieghiamo come ottenere i finanziamenti di Invitalia, che per il franchising arrivano a 200mila euro, il 50% a fondo perduto, il 50% per l’interesse del mutuo che l’affiliato deve sostenere. Affiliarsi con Mbe richiede un investimento di circa 75mila euro». I prossimi sei work-shop Mbe si terranno tra la seconda metà di settembre e novembre, anche per lanciare il nuovo network di centri grafica e stampa.

I corsi delle Camere di commercio

In Italia, Province e Regioni organizzano corsi di avviamento all’impresa, finanziati da fondi europei. Altro riferimento sono le Camere di commercio, da sempre impegnate nella formazione e nella consulenza. A Milano, da 20 anni opera Formaper, l’azienda speciale della Camera di commercio di Milano. Ogni anno organizza costi e seminari, a costi contenuti. «La crescita dei corsi per chi vuole fare impresa è un trend che stupisce anche noi» rivela Federico Montelli, direttore di Formaper. «Tra i nuovi imprenditori ci sono quelli che nascono dove si respira cultura d’impresa e  si sa che si lavora più ore, si rischia di più, ma le gratificazioni compensano i sacrifici. Chi diventa imprenditore per necessità però non ha la stessa mentalità. I corsi aiutano a colmare questo gap. Il nuovo imprenditore deve avere un mix di competenze tecniche e specialistiche, ma anche la capacità di reggere il carico psicologico di stress. E questo si può imparare con un corso».

È forte la spinta all’impresa?

«Fortissima, ma le competenze di base, spesso, sono scarse. Il laureato in Bocconi diventa più facilmente manager che imprenditore. In genere chi avvia un’attività ha solo un diploma di scuola superiore. Tra i più motivati, donne e extracomunitari».

Quali sono i punti di forza dei corsi Formaper per chi avvia un’impresa?

«Sono concepiti ex novo per le esigenze di progetti di microimprese e per chi fa scelte di lavoro autonomo. L’apertura di una Partita Iva è l’anticamera di un’impresa. Altro punto di forza, le metodologie: approccio non classico, elaborazione pratica di progetti dei partecipanti, fino a formulare business plan individuali. Infine, la durata: un solo giorno per i seminari di orientamento, 4-5 giorni per i seminari Mettersi in proprio, 10 per il “masterino” sulla gestione della piccola impresa (prezzo: 100 euro, a volte i seminari sono gratuiti)».

Chi collabora con voi?

«Collaboriamo con molte Camere di commercio, in Alto Adige, Piemonte, Veneto e al Sud».

Organizzate anche corsi che spiegano il franchising?

«Sì. Il commercio al dettaglio è uno dei settori più dinamici, in Italia. E il franchising è un modo per avviare un’attività con meno rischi. Ma bisogna distinguere tra franchising che sono pure operazioni finanziarie, dove si paga per un marchio, e quelli attivi, più evoluti, che danno servizi, supporto, formazione. Nei seminari sul franchising si insegna a valutare non solo il settore di interesse, ma le singole formule, per scegliere più consapevolmente».

Novità per l’autunno?

«Nuovi corsi e seminari per l’avviamento di impresa, gratuiti per chi chiede la dote formativa della Regione (disoccupati, giovanissimi e over 55). Poi, il secondo semestre del progetto Start. La prima fase ha già visto la nascita di 150 microimprese, che hanno avuto formazione consulenza e finanziamenti da 5mila a 10mila euro. E la collaborazione con l’Asim, l’Associazione per lo sviluppo dell’imprenditorialità immigrata in Italia». INFO: www.formaper.it

benvenuti al Sud

› Molte le iniziative locali per stimolare l’avviamento di impresa con corsi e sportelli di consulenza. Rivolgersi alle Camere di commercio locali, agli Informagiovani, ai Comuni, alle Province. Le associazioni di categoria, come Confesercenti, organizzano seminari tecnici per l’avviamento e la gestione di imprese al dettaglio e di sommistrazione, tramite i Cescot (www.confesecenti.it).

› “Verso l’impresa” è uno sportello itinerante, realizzato in Sardegna, dalla Camera di commercio di Cagliari. INFO: versoimpresa@tiscali.it.

› “Fare impresa: mettersi in proprio, opportunità e rischi”. Corsi che organizza a settembre Confcommercio a L’Aquila. INFO: laquila@confcommercio.it

› Invece di spostarsi verso gli imprenditori del Sud, alcuni corsi fanno spostare loro: a settembre si terrà a Roma Workimpresa, workshop di avvio all’impresa e all’autoimpresa nel turismo, organizzato da Promuovitalia, l’agenzia di assistenza tecnica del Dipartimento per lo sviluppo e la competitività del turismo della Presidenza del Consiglio dei ministri: 15

disoccupati (laureati) residenti in Campania, Calabria, Puglia e Sicilia parteciperanno a un corso di 80 ore, due settimane per la creazione di prodotti e offerte turistiche locali. Con borsa lavoro, indennità di sistemazione, alloggio e viaggio pagati.

› Per nuove iniziative: www.promuovitalia.it

Finanziamenti in corso

› Invitalia, l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa, da settembre organizza seminari di promozione delle agevolazioni in corso. Il calendario sarà disponibile su www.invitalia.it

› Il Led Center è il centro per lo sviluppo dell’imprenditorialità giovanile promosso dalla Luiss, a Roma. Seleziona giovani laureandi e laureati per inserirli in un percorso formativo da settembre a febbraio 2012 (4.000 euro più Iva, con 30 borse di studio totali). Tra i docenti, esponenti del mondo delle imprese e delle istituzioni. www.luiss.it, www.sapienzainnovazione.it, www.innomanagement.eu

Silvia Messa, Millionaire 9/2011

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.