«Produco i calzini di bambù che aiutano i gorilla»

0
3459
calzini di bambù

Due esperti di finanza disegnano le calze eco-friendly e aiutano a salvare le specie in via di estinzione.

Da colleghi in una banca d’affari a Londra a startupper. Con un occhio al business e l’altro al Pianeta. Gianluca De Stefano e Gavin Kamara vendono calzini di design, prodotti con una innovativa fibra di bambù.

«L’idea è nata in Asia: è lì che il mio socio Gavin ha scoperto la fibra di bambù. Versatile, morbida e resistente» racconta Gianluca De Stefano, 33 anni, napoletano a New York. «Abbiamo investito 15mila dollari: disegniamo le calze che vengono prodotte in Cina e poi vendiamo».

La loro startup si chiama Gorilla Socks. «Devolviamo il 10% dei ricavi al “The Dian Fossey Gorilla Fund International”, per contribuire alla salvaguardia dei gorilla».

In 7 mesi, hanno venduto 1.500 paia di calze (15 dollari l’uno). La difficoltà? «Farci conoscere. Siamo andati in giro porta a porta per molti negozi. Ma oggi distribuiamo a Miami e New York. Abbiamo puntato moltissimo anche sul marketing online con Instagram. Un consiglio ai giovani? Segui la tua passione, ma non buttarti a capofitto in un business. Valuta ogni dettaglio».

INFO: www.gorilla-socks.com

 

Tratto da Millionaire di luglio 2017.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.