Casavo, la startup del real estate, chiude un round da 7 milioni di euro

1
7408
casavo

Non è un’agenzia immobiliare, ma una piattaforma che permette di vendere casa in tempi brevi, o di acquistarla. Si chiama Casavo. E vuole rivoluzionare il settore del real estate. La startup di Milano ha appena chiuso un round di finanziamento da 7 milioni di euro. Per un totale di oltre 21 milioni ricevuti in un anno e mezzo, tra equity e debito. Tra gli investitori: Project A Ventures, Picus Capital, 360 Capital Partners, Boost Heroes. I nuovi fondi saranno destinati all’espansione in Italia e in altri Paesi dell’Europa meridionale. La startup lavorerà anche al lancio di nuovi servizi e al miglioramento della piattaforma.

Come funziona Casavo? «Se vuoi vendere, fai una richiesta online, inserisci i dati dell’immobile e ottieni una prima valutazione gratuita, grazie a un algoritmo. Un operatore ti contatta in 24 ore per fissare un appuntamento. Dopo la visita, ti facciamo un’offerta di acquisto. Se accetti la proposta, firmi i contratti dal notaio entro pochi giorni. Tutto il processo, dal primo contatto online alla vendita, dura 30 giorni» dice Fausto Maglia, 29 anni, Vice President of Marketing di Casavo. Lo abbiamo incontrato a Londra, in occasione del Made in Italy 2.0.2.0.

«L’obiettivo è farti risparmiare tempo ed eliminare lo stress delle numerose visite di possibili acquirenti che poi non compreranno. Per riuscirci, acquistiamo noi stessi l’appartamento, con l’8% di sconto rispetto al valore di mercato dell’immobile». Le case però devono avere dei requisiti: per esempio, non si accettano immobili senza ascensore.

«L’idea è di Giorgio Tinacci (27 anni), si basa su un modello statunitense che non esisteva in Italia. Ha creato la startup nel 2017. In un anno abbiamo raccolto 13 milioni di euro di investimenti, in gran parte da fondi di venture capital».

Dopo l’acquisto, Casavo si occupa di ristrutturare l’immobile, prima di rivenderlo. Finora ha ha chiuso più di 50 operazioni immobiliari a Milano e Roma. «Nel 2019 ci espanderemo a Torino e Firenze. In seguito all’estero: Spagna, Francia e Portogallo. Il nostro modello funziona nelle grandi città, dove i tempi per vendere casa sono più lunghi. A Milano ci vogliono circa 6-8 mesi. Non puntiamo a grossi guadagni per immobile, ma a piccoli margini su tante operazioni di compravendita».

La startup collabora con oltre 700 agenzie che si rivolgono a Casavo per vendere gli immobili da più tempo sul mercato. «Dopo l’acquisto e la ristrutturazione, affidiamo loro il mandato di rivendita in esclusiva». Il team è passato da due a 30 dipendenti, età media 26 anni. «E abbiamo intenzione di allargarlo» conclude Fausto Maglia.

Info: www.casavo.co

Intervista tratta dall’articolo “16 innovatori italiani a Londra (alla ricerca di investimenti)” pubblicato su Millionaire di dicembre-gennaio 2019. Per acquistare l’arretrato scrivi a abbonamenti@ieoinf.it

Print Friendly, PDF & Email

1 COMMENTO

  1. Casavo sta facendo un ottimo lavoro e se lo merita. Finalmente qualcosa di davvero innovativo nel settore immobiliare.
    Penso che possa interessare ai lettori l’intervista che abbiamo fatto proprio a Casavo, in cui parlano anche delle loro procedure di assunzione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.