Collettiamo, la startup delle collette online arriva in Italia

4110
Fondatori startup Collettiamo

A chi non è capitato di partecipare a un regalo di gruppo per il compleanno di un amico o di un collega. E non sempre la raccolta dei soldi è facile e senza intoppi. Per semplificare le spese comuni, tre ragazzi francesi hanno avviato una startup e ideato una piattaforma per collette online. Si chiama Le Pot Commun. In Francia conta 3 milioni di iscritti, 100 milioni di euro raccolti e un business in crescita dell’80%. In Italia arriva con il nome Collettiamo.

Come nasce l’idea?

«Nasce da una difficoltà riscontrata dai tre fondatori, tre cugini marsigliesi tra i 30 e i 35 anni» dichiara a Millionaire Serena De Luca, Country Manager di Collettiamo per l’Italia. «Nel 2010 Adrien Soucachet, Ghislain Foucque e Thibault Saint-Georges si trovano a organizzare una festa di Capodanno con parenti e amici. Si accorgono della difficoltà di raccogliere le quote tra i partecipanti. Si mettono al lavoro per cercare una soluzione. Adrien ha competenze tecniche e informatiche, i due cugini si occupano di marketing. A ottobre del 2011 avviano la startup e lanciano la piattaforma online».

Come hanno sviluppato il progetto?

«In Francia c’è grande propensione per il digitale e le transazioni online. C’è un atteggiamento fiducioso e reattivo nei confronti delle startup. È bastato il passaparola per pubblicizzare il sito. Chi riceveva un invito a partecipare a una colletta, decideva poi di lanciare a sua volta una raccolta innescando un meccanismo a catena. È stato un successo grazie allo sharing».

Come funziona la piattaforma?

«Collettiamo permette di raccogliere denaro per ogni occasione: regali di compleanno, liste nozze, un viaggio tra amici e tutto quello che richiede una condivisione delle spese. L’organizzatore della colletta decide se renderla accessibile a un numero ristretto di persone o aperta a tutti (nel caso di collette solidali). Condivide il link della raccolta tramite Facebook, WhatsApp, email. Alla chiusura della colletta, può incassare l’importo, chiedere il bonifico sul conto di un’altra persona o spendere la somma su uno dei siti partner. Il vantaggio di una colletta digitale è che chiunque può partecipare in qualsiasi momento e ovunque si trovi. Non serve incontrare fisicamente l’organizzatore e la quota è uguale per tutti».

I risultati?

«Dal 2011 a oggi, 3 milioni di iscritti, 250mila collette e un totale di 100 milioni di euro raccolti. Per ogni colletta si raccolgono in media 460 euro, con quote di circa 35 euro a persona. Nel 2015 l’85% del capitale della startup è stato acquisito dal gruppo BPCE, la seconda banca di Francia, tramite la filiale S-Money, una piattaforma di pagamento elettronico. La banca nei prossimi tre anni salirà al 100% del capitale mentre i tre fondatori continueranno a occuparsi della gestione di Collettiamo. Nel primo trimestre del 2016 il business è cresciuto dell’80% rispetto al 2015».

E i guadagni?

«I guadagni per la startup arrivano da una commissione del 2,9% su ogni colletta per transazioni superiori a 25 euro o di 0,70 centesimi per quelle inferiori».

Nel futuro?

«Le Pot Commun sta investendo in altri mercati: Spagna, già online con il sito Elbote.es, Germania e Inghilterra. In Italia puntiamo a espandere la piattaforma, sviluppare i servizi social e creare nuove partnership. Poi amplieremo il team».

Info: www.collettiamo.it

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.