Come avere un blog di successo – Parte 1

2
2226

Aprire un blog è ormai diventata un’attività molto comune e, a volte, redditizia.

C’è chi, da blogger, è infatti riuscito a raggiungere la notorietà e accumulare un bel po’ di soldi (per approfondire leggi qui). Oltre a uno spazio dove condividere il proprio sapere o le proprie impressioni, il blog può anche diventare un trampolino di lancio per la tua attività. Qualunque essa sia.

Eppure, molte persone, quando aprono un proprio sito web, non hanno il successo che avrebbero sperato. Non riescono a creare con il pubblico l’interazione necessaria per ottenere consensi, o a creare contenuti che piacciano e vengano condivisi.

Come riuscire quindi a diventare tra i blogger più letti, facendo schizzare il proprio sito ai vertici dei motori di ricerca?

In questa serie di articoli cercheremo di raggruppare alcuni dei migliori suggerimenti di alcuni professionisti del business blogging, utili per migliorare la vostra attività sul web.

Alcuni dati

Ma quanto conviene aprire un blog sul web?

Tanto, a quanto risulta dai dati audiweb relativi all’audience registrata dal numero di italiani online.

Nel solo mese di settembre, si legge nel comunicato, sono stati 28,7 milioni gli utenti collegati a internet. Un numero importante che, se confrontato con il dato inerente allo scorso anno, fa registrare un aumento dell’ 11%.

Di questi, 14,3 milioni di utenti hanno visualizzato una media di 142 pagine a persona. Un chiaro segnale di come l’Italia intera sia ormai inesorabilmente orientata verso la fruizione di contenuti online.

Inoltre, secondo un’indagine pubblicata da Fattore Internet, è sempre più chiaro come il web stia modificando la vita delle PMI italiane. In meglio.

Dai dati acquisiti, infatti, sembra che il possesso di un profilo social o l’apertura di un blog abbia portato a numerosi vantaggi, come un migliore targeting e collaborazione coi clienti.

Vediamo adesso, i nostri primi tre suggerimenti dati dagli esperti su come migliorare la vostra gestione del blog, sia esso privato che aziendale.

Tratta il tuo articolo come se fosse un prodotto

Il primo suggerimento è fornito da Leo Widrich, cofondatore di Buffer, il blog sul business sulla produttività e la felicità dei clienti.

Secondo Widrich, il modo migliore per fornire dei contenuti migliori sul web è trattare i propri articoli come se fossero dei prodotti.

Questa affermazione ha tre implicazioni:

[styled_list style=”check_list” variation=”blue”]

 

  • Conoscere ciò che gli altri vogliono: attraverso dei sondaggi, attraverso un’attività di ascolto sui social network. Puoi ad esempio, fare una domanda esplicita con un tweet su quanto i tuoi follower sono interessati a un argomento, o lanciare un sondaggio su Facebook. Dai ai tuoi lettori ciò che chiedono.
  • Chiederti qual è il valore del tuo contenuto: quando scrivi un post, poniti sempre questa domanda: “La gente pagherebbe per avere questo contenuto?” È un buon modo per invogliarti a creare valore, attraverso pezzi di approfondimento ed esempi concreti.
  • Cercare l’interazione: pubblica, fai delle domande aperte ai tuoi lettori, suscita interesse e, soprattutto, non dimenticare di interagire. È l’interazione che genera il passaparola, evitare di rispondere a un commento, sia esso positivo o negativo, non ha come altra conseguenza che la perdita di interesse da parte dei tuoi lettori (per approfondire, leggi qui).[/styled_list]

Usa un crowdsourcing non convenzionale

Ok, stai scrivendo il tuo blog ma hai finito tutte le idee che avevi a disposizione per scrivere altri post. Come fare?

La soluzione viene data da Jason Miller, social media manager di Marketo, sito di servizi di web marketing aziendale. Secondo Miller, il segreto risiede nel crowdsourcing.

L’importanza di questo strumento è ben chiara a tutti. Sul nostro sito, ad esempio, abbiamo parlato di chi, proprio grazie al crowdsourcing, è riuscito ad avviare la sua idea di business (per approfondire vai a questo link).

Le fonti di ispirazione che propone Miller, a dispetto di quanto si possa pensare, sono molto particolari. Per capire come scrivere titoli importanti e che attirino gente, il social media manager di Marketo suggerisce di recarsi in un’edicola e leggere i titoli di giornali importanti.

Trovare ispirazione dalla quotidianità e utilizzare aggregatori di industrie come LinkedIn Today, o altri magazine offline, può essere un potente modo per sviluppare delle idee creative e nuove per i tuoi post.

Multimedia fai da te

Sai che cos’è l’ottimizzazione SEO di un sito?

Una strategia SEO è l’insieme di tutte quelle attività che servono per ottimizzare il flusso di visite derivanti dai motori di ricerca. Noi ne abbiamo parlato nel nostro articolo su come indicizzare video su YouTube (per approfondire, clicca qui).

Un sito bene indicizzato, è un sito che compare ai vertici dei motori di ricerca. L’ottimizzazione non deve avvenire, però, solo per i testi. Anche le immagini e i video devono contenere tutta una serie di parole chiave che possono guidare un determinato target sulle tue pagine.

Per questo, il suggerimento fornito da Jim Belosic, Ceo e fondatore di ShortStack, sito di progettazione di applicazioni e Contest su Facebook, è di creare da sé tutti i contenuti multimediali del proprio sito.

Quando usi immagini e video creati da te, l’ottimizzazione SEO dà risultati migliori. Il modo più semplice per farlo è integrare le parole chiave nelle didascalie, nelle descrizioni, salvando anche le immagini con dei nomi ricchi di parole chiave.

Così, se le immagini vengono linkate o incorporate, qualunque sia la loro destinazione, lascerai sempre una traccia di te.

 

Questi sono soli i primi tre suggerimenti per rendere il tuo blog migliore e aumentare le visite. Nella prossima puntata, vedremo altri possibili spunti con cui migliorare la tua attività.

Giuseppina Ocello

Sei d’accordo con questi esperti? Hai trovato utili questi suggerimenti? Postaci le tue considerazioni.

(Fonte Foto: Utente Flickr Mrsdkrebs, Utente MorgueFile Clarita)

Print Friendly, PDF & Email

2 Commenti

  1. Come avere un blog di successo| Millionaire web…

    Aprire un blog è ormai diventata un’attività molto comune e, a volte, redditizia. C’è chi, da blogger, è infatti riuscito a raggiungere la notorietà e accumulare un bel po’ di soldi (per approfondire leggi qui). Oltre a uno spazio dove condividere il p…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.