Come porto la mia startup su Forbes

2625

La sua startup è finita su Forbes, la “Bibbia” del business mondiale. Andrea De Spirt, 23 anni, Ceo di JobYourLife, portale di lavoro innovativo (ne parliamo qui), ha raggiunto il sogno di ogni imprenditore: essere protagonista del portale di business, più letto del Pianeta.

Come ci sei riuscito?

È stato un caso singolare: Alison Coleman, giornalista di Forbes, ha postato un tweet nel quale chiedeva ai suoi follower se conoscessero startup interessanti italiane, inglesi e spagnole. Un utente (Paolo Fabrizio, ndr) ha suggerito la nostra. Poi c’è stata la chiamata e l’intervista (sei giorni fa) e quasi non ci credevo: stava capitando proprio a me? Nei giorni successivi non l’ho più sentita. Qualche giorno fa, navigando su Forbes, ho trovato la mia intervista. Insomma, tutto è nato grazie al potere della Rete».

forbes

Come è cambiata la vita della tua startup?

C’è tanto entusiasmo nel team. Cose come queste ti fanno capire che sei sulla strada giusta. Sono traguardi che ti danno ancora più forza per andare avanti e raggiungere nuovi obiettivi. Oggi riceviamo centinaia di visite dall’America e nuove iscrizioni al portale».

C’è una lezione che hai tratto dall’episodio?

Se siamo finiti su Forbes lo dobbiamo a un nostro utente. Insomma, se si può imparare qualcosa dalla mia esperienza è puntare tutto sulla soddisfazione del cliente, fornendogli un servizio utile, ma anche informazioni, fonti a cui attingere e trovare ispirazione. Stiamo provando a farlo con il nostro blog, i nostri social, proviamo a dare agli utenti info e strumenti che possono usare concretamente nella loro vita, per migliorarla. Se l’utente è soddisfatto sa ricambiare. Diventa il tuo primo ambasciatore»
.

INFO: https://www.jobyourlife.com/

Giancarlo Donadio

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.