La startup Cynexo rende possibili gli odori per la realtà virtuale

919

Oltre al tatto pensato per la VR, una startup friulana ha messo a punto un dispositivo speciale che aiuta ad arricchire l’esperienza virtuale attraverso gli odori

 

Nella realtà aumentata ci sono hotel, negozi, caffè, ma come si può annusare il profumo?
Ci ha pensato CyNexo, startup italiana del Nord-est, che ha presentato un’ulteriore evoluzione della loro già collaudata piattaforma Sniff-0, testata e molto apprezzata per lo studio della percezione olfattiva, da un punto di vista neuroscientifico. Ora offre agli scienziati una grande novità: la possibilità di associare gli odori a oggetti e ambienti all’interno di una realtà virtuale.

 

La percezione degli odori porta l’esperienza virtuale a un altro livello

Grazie all’utilizzo di un visore che permette di entrare in una realtà immersiva, l’utente non ha più solo la sensazione di trovarsi in quello spazio, ma può percepirne anche gli odori. Ad esempio, se nel mondo virtuale dovessero raccogliere un’arancia e portarsela al naso per annusarla, ora sarebbero anche in grado di riconoscerne l’odore.

L’aggiunta dell’olfatto alla realtà virtuale spinge l’esperienza immersiva a un altro livello che diventa uno strumento molto potente, estremamente utile e innovativo per gli scienziati che studiano come il nostro cervello percepisce e interpreta gli odori.

 

 

Lo strumento determinante

Un altro strumento innovativo presentato da CyNexo, creato per studiare gli effetti secondari del virus SARS-CoV-2 sull’olfatto, è Sniff-nano. La necessità di valutare le prestazioni olfattive e di riconoscere la diminuzione o la totale perdita dell’olfatto (rispettivamente iposmia e anosmia), è stato uno dei fattori determinanti per avviare la ricerca e lo sviluppo di soluzioni innovative, economiche ed efficaci a queste nuove esigenze. Sniff-nano nasce dall’esperienza maturata nello sviluppo della strumentazione per olfattometria, facendo un ulteriore passo avanti per creare un olfattometro compatto e autonomo sia per la ricerca olfattiva sia per uso clinico.

 

Oltre a questi prodotti, CyNexo offre un’ampia gamma di dispositivi completamente personalizzabili, destinati principalmente alla ricerca scientifica. Sono in grado di coprire l’intero ciclo di vita del prodotto: dallo sviluppo dell’idea iniziale, alla generazione di un proof of concept, alla prototipazione, fino alla produzione di piccole quantità di prodotti finali.

 

Il team di CyNexo

L’azienda di Trivignano Udinese nasce da 4 giovani laureati: Fabrizio Manzino, Stefano Parusso, Barbara Delpin e Chistopher Castleton. I primi due sono l’anima “tecnica” dell’azienda che si occupano di ricerca e sviluppo prodotti, mentre gli altri si occupano di finanza, sviluppo del business e marketing.

Il team tecnico di CyNexo nasce all’interno del laboratorio di meccatronica della SISSA (Scuola Internazionale di Studi Avanzati di Trieste, Italia), diretto dal Prof. Mathew Diamond. Nel 2018 CyNexo è stata riconosciuta come una delle poche startup ufficiali affiliate alla SISSA.

 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteMilan Fintech Summit: l’evento più atteso per startup e scaleup
Prossimo articoloCi piace il vintage