Da autore di Zelig a imprenditore da Forbes (la storia di Brian)

0
3532

Gli inizi come autore televisivo per Zelig, poi l’idea di un business per mettere in contatto i migliori imprenditori del mondo. E oggi un articolo su Forbes, la Bibbia dell’informazione per il mondo dell’impresa.

Brian Pallas ha soli 28 anni e un’azienda attiva in 75 Paesi con sedi a New York, Londra, Barcellona, Dubai e Santiago del Cile. Brian Pallas, milanese, ha bruciato le tappe. Laurea alla Cattolica di Milano in Economia e Gestione dello Spettacolo, specialistica conseguita a 22 anni, mentre lavora. Di giorno con suo padre che ha un’azienda nel mondo dell’organizzazione eventi. E la sera come autore televisivo per Zelig. Poi si candida per una delle più importanti società di consulenza al mondo, la Boston Consulting Group. Viene assunto. Tantissimo per un giovane della sua età. Eppure non si accontenta: «L’azienda premia i miei risultati con la possibilità di un MBA presso la Columbia University. Non ci penso due volte e parto con mia moglie» racconta a Millionaire.

La vita a New York non è facile. I prezzi degli affitti sono alti. Sul conto corrente solo 20mila dollari.  E un sogno per mettersi in proprio da tirare fuori dal cassetto i: «Alla Columbia c’era un club studentesco, family business club, che raggruppa figli di alcuni dei più grandi imprenditori al mondo. Ho pensato a mio padre, alla sua piccola azienda, alla difficoltà di reperire nuovi clienti, di fare network. “Perché non creare una piattaforma dove mettere in collegamento uomini di business e farli collaborare? “ mi sono chiesto. Ho fatto una mailing list, chi aveva un’idea, poteva scrivermi in forma anonima e io lo avrei messi in contatto con il mondo degli affari che conta». Sono queste le origini di Opportunity Network.

brian pallas 2

Ma ci sono due difficoltà da superare. La prima i soldi per avviare il business. Brian contatta tutti i suoi ex capi per progetti al Boston Consulting Group, spiega la sua idea di un network per i migliori Ceo al mondo, loro lo conoscono, si fidano di lui. E mettono insieme una cifra per partire (700mila euro).

Il secondo ostacolo è la verifica dell’affidabilità degli utenti. Chi e come si sarebbe occupato di selezionare gli imprenditori del network? «Ho pensato che solo le banche avrebbero potuto darmi la risposta giusta. Per l’Italia mi sono affidato a Intesa Sanpaolo. Sono loro che segnalano il network agli imprenditori più affidabili, a quelli che hanno dimostrato solidità economica e accorta gestione dei loro business nel tempo. Oggi chi vuole entrare nel network deve rivolgersi alla sua filiale di riferimento. Non siamo noi a occuparci della selezione».

Oggi Opportunity Network ha oltre 3mila clienti che spendono per essere presenti sulla piattaforma 1.500 dollari all’anno, una valutazione sul mercato di 100 milioni di dollari. Scrivono le loro richieste in forma anonima e l’accordo viene trovato privatamente: «C’è un’azienda in California che con il network ha trovato un importatore di gomma in Thailandia, un vigneto italiano che è stato venduto con successo a un gruppo che opera nello stesso settore. Un azienda americana che ha trovato finanziatori e aperto negozi in franchising nel Medio Oriente. Un’altra azienda pubblica che ha trovato investitori per un progetto di ricerca mineraria in Tanzania».

Nel team 30 persone (di cui 10 italiani). «Non sono mai andato via dall’Italia, sono spesso a Milano e faccio più cose per il mio Paese ora che sono a New York. Cerchiamo personale, uno dei requisiti un inglese perfetto. Per sognare in grande, bisogna pensare prima in piccolo. Trovare un servizio e i primi clienti per capire se se esiste davvero un mercato. Insomma, tanta pratica, molto meno teoria».

INFO: https://www.opportunitynetwork.com/

Questo è un estratto dell’articolo pubblicato su Millionare di luglio/agosto 2015

Giancarlo Donadio

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.