Erasmus: un sostegno dell’UE ai giovani imprenditori

1
1256

In un momento di grande difficoltà del mercato “dipendente” sono in tanti oggi a tentare la strada di “mettersi in proprio”. Ma si sa, mettere su un’azienda oggi non è più facile come una volta. Una buona idea di business e creatività non bastano per avviare con successo un’impresa, come non è sufficiente possedere forte motivazione ed entusiasmo.

Occorre una grande capacità organizzativa e decisionale, competenze specifiche, conoscenza del mercato.

E’ dunque importante stimolare l’acquisizione di competenze e abilità, ma anche la formazione di un bagaglio culturale che miri ad accrescere la consapevolezza di cosa vuol dire “fare impresa”.

L’erasmus per giovani imprenditori

In questa direzione la Commissione europea ha pensato di offrire ai nostri giovani imprenditori un’interessante opportunità.

Si tratta del programma “Erasmus per giovani imprenditori”, avviato con successo dalla Commissione nel 2009, che offre ai nuovi imprenditori – o aspiranti tali –  la possibilità di lavorare a stretto contatto con un imprenditore già affermato in un altro Paese UE e quindi di imparare sul campo (formazione on-the-job) i “segreti del mestiere” utili per gestire al meglio una piccola o media impresa, ma anche di esplorare mercati nuovi, collaborare con partner stranieri, avviare nuovi rapporti commerciali.

I requisiti e la procedura per accedere al fondo

Come detto possono partecipare al programma i nuovi imprenditori, ossia coloro che hanno costituito la propria impresa nel corso degli ultimi tre anni, o aspiranti imprenditori provenienti da qualsiasi settore economico. Non ci sono limiti di età.

Occorre risiedere stabilmente in un paese membro dell’Unione europea, avere un’idea o un progetto imprenditoriale concreto, ma anche specificare gli obiettivi del soggiorno e proporre un programma di attività, come acquisire una migliore comprensione della finanza aziendale, scoprire le strategie di marketing, condurre indagini di mercato, partecipare a progetti di innovazione e ricerca o sviluppare nuove opportunità di business.

Anche le aziende ospitanti possono trarne dei benefici dalla scambio dal momento che l’ospite contribuisce concretamente alle attività attraverso il proprio lavoro, apportando nuove idee e conoscenze.

I neo-imprenditori e i professionisti già affermati che desiderano partecipare al programma di scambio possono fare domanda usando lo strumento di iscrizione on-line messo a disposizione dalla Commissione europea. I candidati dovranno indicare tra le altre cose un centro di contatto locale il cui ruolo sarà quello di facilitare il rapporto ed affiancare i soggetti per tutto il processo di scambio. Si tratta di strutture attive in tutti i Paesi dell’UE nel settore del sostegno alle imprese (Camere di commercio, centri di supporto alle start-up, incubatori di imprese, ecc.).

Durata ed entità del finanziamento

Lo scambio può durare da 1 a 6 mesi e può essere suddiviso in intervalli di una settimana (l’esperienza, tuttavia, deve concludersi entro un massimo di 12 mesi).

L’aiuto finanziario erogato dalla Commissione europea serve a coprire i costi di viaggio e di soggiorno del nuovo imprenditore. L’entità di tale sostegno è calcolato su base mensile e riflette il costo della vita del paese di destinazione. Così per la Spagna o la Germania è stabilito in 830 euro mensili, per la Bulgaria in 560 euro mentre per la Danimarca in 1.100 euro. Termini e modalità del pagamento sono stabiliti attraverso l’accordo che il nuovo imprenditore sottoscrive con il suo centro di contatto locale.

Rinaldo Pitocco

Laureato in Economia e Commercio presso l’Università “G. D’Annunzio” di Chieti. Consulente in materia di politiche comunitarie e programmi di finanziamento europei. Amministratore unico di Civica Srl, società che opera in ambito nazionale ed internazionale su sviluppo locale, politiche comunitarie e programmi di finanziamento europei. Dal 2012 è editore della rivista “Finanzia la tua idea”, un periodico mensile elettronico che tratta il tema dei finanziamenti e delle opportunità di business.

Print Friendly, PDF & Email

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.