H-Farm, tra i migliori incubatori al mondo

1
2862

L’#Italiacheriparte lo fa dall’innovazione. E’ quello che succede a H-Farm, incubatore di Treviso che dà spazio ad idee innovative (400 ragazzi presenti, 14 milioni investiti in 54 startup, 260 posti di lavoro creati). Numeri che hanno richiamato l’attenzione internazionale: l’incubatore si è posizionato secondo tra i migliori 10 al mondo, nella speciale classifica di Ubi Index University Associated Business Incubators 2014, che premia gli incubatori che lavorano a stretto contatto con le università.

Nel numero di luglio/agosto 2014, Silvia Messa ha intervistato il fondatore, Riccardo Donadon. Ecco un estratto dell’intervista.

Come è nata l’idea di H-Farm?

Nel 1998 ho dato vita a E-Tree in meno di tre anni è diventata la prima Web agency italiana. Siamo passati da 8 a 150 persone in due anni. Nel 2001 è stata acquistata da un grosso gruppo. Mi sono preso un anno sabbatico. Ho iniziato a riflettere su cosa avrei potuto fare per i giovani che volevano avviare un’attività nel mondo digitale. Così è nata H-Farm».

Cosa offrite?

Servizi di consulenza: aiutiamo le aziende a trasformarsi in senso digitale. Per azienda abbastanza grandi, lanciamo programmi di Corporate Acceleration: facciamo call specifiche per giovani. Finanziamo le 20 migliori iniziative e le acceleriamo per produrre almeno quattro-cinque nuove linee di prodotto»
.

riccardo donadon

Tra le aziende incubate, chi ti ha conquistato fin da subito?

Due sono le realtà che ho visto crescere molto. Zooppa, un’azienda che ispirandosi al principio del crowdsourcing propone una formula interattiva di fare pubblicità dove sono in consumatori stessi a creare pubblicità per i brand. Un’idea tutta italiana che è sbarcata negli Stati Uniti, Europa e Brasile. E Depop nato da un’idea di Simon Beckerman: un social network per comprare e vendere direttamente dal proprio telefono. Scatti la foto di ciò che si vuol vendere e il gioco è fatto. E’ stata inserita nella top 10 delle App emergenti più amate a Londra».

INFO: http://www.h-farmventures.com/

Redazione

italiacheriparte_1

 

Print Friendly, PDF & Email

1 COMMENTO

  1. Un progetto stupendo. A cui partecipare sarebbe formstivamente interessante ed effervescente. Ma rimane il fatto che sapere l’italiano è fondamentale per le nuove generazioni. Soprattutto se possono apprenderlo in digitale. A sostegnol a consulenza e la philosopical practice. Attendo le selezioni mr.Donadon
    Dott. Prof. Lorena Lorenzelli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.