Il sito web? Aprilo con questi semplici strumenti

30
7267

Più volte abbiamo parlato di dati, statistiche e strumenti, di marketing e non, che potrebbero esserti utili per potenziare la tua campagna su internet e colpire quante più persone sia possibile. (Per approfondire, clicca qui)

Un attimo. Forse, però, abbiamo trascurato l’elemento più importante: come e quali strumenti utilizzare per aprire un tuo sito web. Senza di questo, infatti, tutte le strategie, le tecniche e i passi che ti abbiamo elencato sono inutili.

Per ovviare a questo problema, forse allora, può esserti utile questa mini guida che illustra alcuni degli strumenti che il web ti mette a disposizione per aprire il tuo sito e aumentare le vendite. Con pochi soldi e in pochi passi.

Vediamoli insieme.

1&1

È uno degli strumenti più semplici messi a disposizione per la creazione di siti professionali.

I serviziIl sito offre diversi servizi, dall’attribuzione del dominio, al trasferimento dello stesso, alla creazione di un vero e proprio sito professionale. Esiste anche la possibilità, a un costo irrisorio, di creare una mail aziendale unica e personale, per gestire al meglio il proprio contatto con i clienti. È disponibile anche una funzione per la creazione di una versione mobile della tua pagina aziendale.

Come funziona. I passi per creare il tuo sito internet sono molto semplici. Si inizia scegliendo il layout grafico da attribuire alla tua pagina. 1&1 ti consente di scegliere tra 100 settori, in base all’area di mercato della quale fa parte la tua azienda. Dovrai scegliere anche il dominio in cui inserire il tuo indirizzo.

Il secondo passo è decidere a quale pacchetto affidarti: in base alle tue disponibilità economiche, esigenze e altro. A questo punto, apparirà una schermata nella quale dovrai inserire i dati della tua azienda che saranno resi visibili nella homepage.

Da adesso, puoi iniziare ad apportare le modifiche che vuoi, personalizzando i contenuti, scegliendo quali testi immettere nelle pagine, cambiando il logo, i colori, l’intestazione e altro ancora.

I costi. 1&1 mette a disposizione 30 giorni di prova gratuiti. Dopo di che, puoi scegliere tra queste 3 proposte: Standard, Plus e Premium.

La versione Standard, a 9,99 euro al mese, ti garantisce solo le funzioni base e l’integrazione nelle tue pagine dei bottoni di condivisione sui Social Network.

La Plus costa  19,99 euro al mese e ti offre in più App professionali, la versione Mobile del sito ed altro ancora.

Con la soluzione Premium, invece, a 29,99 euro al mese puoi avere anche l’ottimizzazione professionale dei motori di ricerca.

Per andare al sito clicca qui.

WordPress

È uno dei servizi maggiormente usati per la creazione di siti. Non troppo semplice da utilizzare, è completamente gratuito nelle sue funzioni base.

I servizi. WordPress ti dà la possibilità di creare, pur senza aver ancora un dominio, un sito web dal nulla, gratuitamente. Ti consente di tenere sotto controllo l’andamento del tuo blog aziendale, studiando quanti utenti, da dove e come, visionano i tuoi contenuti. Può essere gestito facilmente, anche da un dispositivo mobile.

Come funziona. Innanzitutto è necessario capire una cosa fondamentale: vuoi un dominio di terzo livello oppure no? Spieghiamoci meglio, se non hai già un dominio a pagamento disponibile, infatti, crearlo con wordpress gratuitamente ti costringerà ad avere un indirizzo di questo genere: nome blog.wordpress.com. Chiediti se è ciò che ti serve e, soprattutto, se piace ai tuoi consumatori.

Detto questo, il primo passo da compiere è scaricare ed eseguire il pacchetto WordPress dal sito. Dopo averlo fatto, puoi iniziare a impostare il software in modo tale che sia più consono alle tue esigenze. In questa fase, puoi scegliere l’aspetto e i temi che caratterizzeranno la tua pagina, aggiungere Plugin e altri elementi che ti possono servire.

Ora puoi iniziare ad utilizzare il tuo sistema WordPress e creare tutti i contenuti che vuoi.

I costi. Il servizio è gratuito. Ma se vuoi utilizzare un dominio che non sia di terzo livello, puoi scegliere di pagare 80 euro circa l’anno. Questo ti darà altri servizi aggiuntivi, come uno spazio di aggiornamento di 10 mega e la possibilità di avere maggiore libertà nel personalizzare i tuoi temi.

Per iniziare clicca qui.

Jimdo

Altra soluzione, disponibile in due versioni, free e a pagamento, è Jimdo, un sito che ti permette di creare la tua pagina aziendale, in maniera facile e veloce.

I servizi. Disponibile in più versioni, ti permette, con un click, di creare una sezione apposita per la vendita dei tuoi prodotti. In più, usufruendo della versione e-commerce, puoi inserire cataloghi strutturati secondo delle sezioni che rendono più semplice la navigazione del tuo sito da parte degli utenti. Ha un sistema di newsletter, statistiche e protezione della password.

Come funziona. Dopo aver effettuato la registrazione, il tuo sito è completamente on-line. Puoi iniziare a personalizzare i contenuti, effettuando il login con la password da te inserita durante lo step precedente.

A destra, una barra di navigazione ti permette di gestire con semplicità il tuo sito e di modificare aspetto, temi e immagini, attraverso la funzione Layout. È molto semplice aggiungere contenuti: per editare i testi, è sufficiente che tu conosca le funzioni basilari di Word. In base al pacchetto da te scelto, avrai a disposizione funzioni diverse, sempre presentate in modo molto intuitivo e semplice.

I costi. Anche per Jimdo valgono le disposizioni di wordpress: se ti basta un dominio di terzo livello e un sito con funzioni base, il servizio è gratuito, altrimenti puoi scegliere la soluzione Business, a 180 euro all’anno o quella Pro, a 60 euro l’anno.

Per maggiori informazioni, clicca qui.

 

Quelli che ti abbiamo fornito sono solo degli strumenti da utilizzare nel momento in cui decidi di aprire un blog o un sito su internet. Ciò non toglie, infatti, che per rafforzare la tua presenza sul web sia necessario rivolgerti ad aziende o professionisti del settore che offrono soluzioni ad hoc per le tue esigenze, studiando al meglio le strategie di marketing e di comunicazione da adottare.

Certo, tutto dipende sempre da quanto vuoi spendere nel curare la tua immagine online.

 

Giuseppina Ocello

Hai trovato utile questo articolo? Desideri approfondire una tematica in particolare? Postaci il tuo commento o fai la tua domanda ai nostri esperti Ask.

Per la realizzazione di questo articolo, ci siamo avvalsi della collaborazione di Vincenzo Stanzione, sviluppatore freelance.

(Fonte Foto: Utente Flickr Aesop)

Print Friendly, PDF & Email

30 Commenti

  1. Come aprire un sito aziendale | Millionaire web…

    Più volte abbiamo parlato di dati, statistiche e strumenti, di marketing e non, che potrebbero esserti utili per potenziare la tua campagna su internet e colpire quante più persone sia possibile. (Per approfondire, clicca qui) Un attimo. Forse, però, a…

  2. Beh la parte piú giusta di questo articolo a mio avviso é quella finale dove dici che per approfondire la questione e’sempre meglio affidarsi a dei professionisti, se no si rischia che qualche lettore fra un anno ci scrive dicendo che lui ha fatto il suo blog con 18 euro, ma che finora non l’ha contattato nessuno, cosí come succede alla maggior parte delle persone che mi contattano in cerca di aiuto.

    Se si vuol creare un sito vetrina da presentare ad amici e parenti puó andare bene, ma se si vuol utilizzare il proprio sito come strumento di marketing, specie in nicchie ad alta concorrenza, per aumentare i clienti e internazionalizzarsi, ci vuole ben altro che un sito fatto in 10 minuti.

    Questa é la mia opinione ovviamente, ma di Ditte e Societá che fanno pubblicitá utilizzando siti gratuiti ne conosco ben poche.

    A presto,
    Nicoló.

    • Grazie Nicolò per il tuo intervento. Come hai detto tu stesso, per poter utilizzare una buona campagna di web marketing, è necessario affidarsi ad esperti del settore. Siamo d’accordo su questo e, infatti, lo abbiamo esplicitamente scritto nella parte finale dell’articolo.
      Lo scopo di questo articolo è solo quello di mettere a conoscenza i lettori della presenza sul web di alcuni strumenti, utili per una fase di avvio. Visitando le sezioni della nostra rivista puoi notare, infatti, come più volte abbiamo insistito sulla necessità di spendere energie e risorse nel curare il proprio sito aziendale.
      Non avrebbe avuto senso, altrimenti, mettere a disposizione dei nostri lettori le competenze dei nostri esperti, contattabili nella sezione Ask di Millionaireweb.

      A presto,
      Giusy

  3. In 10 anni di esperienza non ho mai visto un sito DECENTE fatto con i metodi indicati in questo articolo, e trovo sorprendente che una rivista come millionaire offra soluzioni cosi’ poco professionali.
    In molti articoli si evince come non bisogna mai cercare di risparmiare eccessivamente su tutto.
    Un sito web è lo specchio dell’azienda, dovrebbe mostrare a tutti quanto i vostri prodotti sono validi e quanto il vostro staff è professionale./
    Avere un sito Orribile è come presentarsi da un cliente con una macchia di sugo sulla camicia.
    Un sito web a mio avviso vale 1000/2000€ considerando che dietro ci devono lavorare almeno 2 / 3 persone, ma comunque ci sono web agency che offrono siti a meno di 500€

    • Ciao,
      approviamo a pieno quello che scrivi. Fare un sito web è un lavoro faticoso che richiede l’intervento di esperti del settore. Noi lo sappiamo bene, tanto che abbiamo dedicato molti dei nostri articoli ad intervistare esperti del settore (leggi qui e qui). Poi quanto all’articolo, oggetto della tua osservazione, c’è scritto in modo chiaro che per fare un sito di livello ci vuole l’aiuto di un professionista. Ti riporto testuali parole “per rafforzare la tua presenza sul web è necessario rivolgerti ad aziende o professionisti del settore che offrono soluzioni ad hoc per le tue esigenze, studiando al meglio le strategie di marketing e di comunicazione da adottare.”
      Grazie per il tuo intervento.

  4. Certo Giusy, non metto in discussione il vostro “modus operandi” e la vostra chiarezza, ma ho sempre paura che le persone prendano troppo alla lettera certi suggerimenti, e si ritrovino a perdere soldi ( anche se pochi) e tempo ( molto prezioso).

    La fatica piú grande per chi opera in questo settore é infatti far percepire il valore di una campagna di web marketing professionale che non comprende soltanto il sito internet, ma tutta una serie di strategie che creano unicitá e avvicinano al target del nostro cliente.

    D’altronde, voi non avete fatto il sito gratis vero?? 🙂 Scherzo ovviamente, siete un esempio di professionalitá, continuo a seguirvi con grande rispetto e affetto.

    Nicoló.

  5. Questo articolo non è altro che un introduzione all’utilizzo degli strumenti low cost presenti sulla rete.
    Ma il messaggio importante di questo articolo credo sia nel finale quando l’autrice dice: “Certo, tutto dipende sempre da quanto vuoi spendere nel curare la tua immagine online.”

    A me capita spesso che presentando i preventivi ai clienti si lamentano dicendo: “ma io ho visto la pubblicità in tv che diceva che con 100 euro mi facevano tutto il sito”
    Beh in quei casi la mia risposta è uguale al finale scritto dall’autrice.

    Alcuni hanno rifiutato i miei preventivi per affidarsi a questi servizi, per poi ritornare da me dopo 6 mesi dicendo: perchè in 6 mesi ho fatto 50 visite?
    La mia risposta? Ringrazia che sei riuscito a farle ste 50 visite 😉

  6. WordPress, Joomla e Drupal sono l’ideale per blog e portali. E sono gratuiti.

    WordPress non è un vero e proprio cms come gli altri due ma lo preferisco perchè è più flessibile dato il numero di sviluppatori e designer della comunità.

    Per progetti particolari preferisco invece partire da zero.

    Detto questo, avere un sito senza promuoverlo adeguatamente è una spesa inutile.

  7. Buongiorno a tutti,
    vorrei segnalare anche ONEMINUTESITE, CMS Made in Italy. Arezzo per la precisione.
    Abbiamo avuto l’onore di essere segnalati anche da
    Virgilio Tecnologia http://www.aranzulla.it

    In questo momento operiamo in Italia, Spagna e mercati anglofoni.

    Con 1 Minute Site puoi realizzare i tuoi siti web in modo semplice e veloce , pur non possedendo particolari competenze tecniche ed informatiche.

    Saluti
    Vincenzo

  8. Sono d’accordo sull’esposizione semplice degli strumenti descritti. E’ ovvio che è diretto a come poter iniziare. Gli strumenti gratuiti sono innumerevoli, ma sicuro l’equilibrio tra semplicità e professionalità è molto difficile da trovare.
    Personalmente ritengo che una migliore descrizione di cosa si intende per servizio gratuito e cosa si intende per servizi a pagamento sia necessaria.
    Alcuni strumenti gratuiti permettono risultati professionali (vedi WordPress, Joomla etc..), dove la pecca è solo la conoscenza che l’utilizzatore deve avere.
    Ovviamente fare un sito professionale significherebbe avere competenze in diversi settori (essere facilmente individuato con le ricerche su parole precise, competenze di grafica per essere gradevole, competenze di marketing per essere d’impatto e nello stesso tempo coinvolgente nel raggiungere gli scopi prefissati).
    Concludendo, le scelte ovviamente sono tante, ma si deve valutare cosa è richiesto, in merito ai risultati che si vogliono ottenere. Si può spendere 10€ all’anno o anche meno, ed essere soddisfatti del risultato, oppure anche 1.000€ e più e non aver raggiunto i propri scopi perchè appunto le varie
    strategie non sono risultate efficaci.
    Una nuova figura professionale è emersa oggi, potrei chiamarla l’Assistente al Successo Aziendale.
    Una figura nuova, che lascia indietro i famosi “esperti” informatici.
    La professione nuova non si limita a creare siti, a curare la grafica, a creare campagne di marketing efficaci, ad attrarre pubblico nuovo.
    Queste figure esistono già e sono limitate.
    Quel che è oggi disponibile, è la figura del professionista che corregge il tiro, che identifica “il perchè” un sito fallisce nel proprio obiettivo, sia di ottenere vendite di prodotti, o ricevere richieste di servizi.
    Altrimenti, creare un sito diventa una mera opera d’arte, perfetto esteticamente, gradevole, quanto inutile nel suo complesso.
    A quel punto… qualunque spesa venga richiesta, sarà l’unica veramente necessaria, perchè porta al successo ogni Sito, qualunque sia la sua condizione.
    Allora Buona Creazione a tutti.

    • Grazie Pietro per la precisazione sugli strumenti per creare siti web: è veramente molto dettagliata e utile. Ovviamente, in base ai risultati che un utilizzatore vuole raggiungere, sceglierà la soluzione più adatta alla sua situazione, ma le tue indicazioni di sicuro rendono il quadro descritto nell’articolo ancora più chiaro.
      Importantissimo inoltre, come da te precisato, riuscire a capire il “perché” un sito fallisce, per poi correggere il tiro nella propria strategia.

    • Salve, mi presento, mi chiamo Simone e gestisco diversi siti curo l’mmagine aziendale di alcuni di loro, riguardo alla realizzazione di siti internet posso dirvi che, ho diversi clienti che hanno provato a creare siti con 1&1, ma anche “lamiaimpresaonline” etc… si sono rivolti poi a me o ad altri professionisti perchè si son resi conto che un conto è pubblicare 4 pagine web, un’altro è avere una presenza seria nel web, tali servizi che poi si dicono quasi gratis costano parecchio, la loro forza è il loro Brand del resto chi non si fiderebbe “pagine gialle” che coinvolge Google, Register, Poste Italiane? Puoi scegliere diversi modelli… niente di personalizzato quindi, le immagini che tu inserisci nel sito sono ottimizzate per il web o le hai messe a casaccio senza un minimo di editing grafico per renderle compatibili con il layout? Per non parlare poi del posizionamento sui motori di ricerca che un buon webmaster ti fa compreso nel prezzo ovviamente (perchè non ha senso che ti faccio un sito che nessuno trova) ma 1&1 ti fa pagare. Se poi andiamo sul discorso dei CMS (joomla wordpress etc…) stesso discorso, paghi solo l’hosting (dai 10€ anno) ma poi il sito de lo devi fare da solo. Concludo dicendo che se vuoi divertirti a fare un sito tanto per provare va bene, se invece un sito ti serve per la tua attività ti devi per forza rivolgere a professionisti per fare una cosa gradevole e funzionale, ricorda inoltre che un sito fatto male per una azienda è un grande danno d’immagine (la gente pensa “ma guarda questi, che brutto sito, per risparmiare se lo sono fatti da soli, se questo è il loro modo di presentarsi…”). Senza dimenticare che poi un sito cresce insieme all’azienda, non rimane fermo come un mero biglietto da visita, ma deve il più possibile coinvolgere e attrarre nuovi visitatori e quindi potenziali clienti.

      • Buongiorno Simone, ti ringraziamo molto per le tue utili precisazioni che hai voluto condividere con noi. Come puoi leggere nell’articolo, abbiamo più volte ribadito che è necessario rivolgersi ad aziende o professionisti del settore che offrono soluzioni ad hoc per le esigenze dei siti più professionali, studiando al meglio le strategie di marketing e di comunicazione da adottare. Abbiamo anche specificato tutti i pacchetti a pagamento offerti dalle piattaforme segnalate all’interno dell’articolo.

        Restiamo a disposizione per qualsiasi altro chiarimento, grazie ancora.

        La redazione

  9. Ciao a tutti, diversi miei amici fotografi e artisti mi hanno detto di trovarsi molto bene con SuperThemes:
    http://bit.ly/wp-portfolio-themes

    in pratica si tratta di un super tema di WordPress che s’installa con 1 click e ti da la possibilità di cambiare tutta la parte grafica in modo visuale! Anche chi parte da zero con pochi minuti ottiene un risultato professionale.

    Spero di esservi stato utile.
    Ciao Millionaire!!!!

  10. 1and1, ma chi si aspetta che un sito realizzato su 1and1 abbia successo ? pensate forse che basti creare un sito web? e come comprarsi una macchina e tenersela in garage, perchè il servizio di posizionamento offeto da 1and1 questo fa!!! Consiglierei WordPress con un dominio su aruba per incominciare 😉

  11. Sono un professionista del Web, nel senso che ci lavoro e faccio crescere piccole aziende, come la mia. Potete credere o non credere a ciò che dico, ma i servizi da 19 euro al mese sono solo una perdita di tempo.
    Ho collezionato diversi clienti insoddisfatti da questo tipo di proposte proprio perchè sono proposte “preincartate”. Io credo, anzi sostengo con fermezza, che la qualità ( quindi il risultato ), si debba pagare. Certo, una cifra adeguata, ma meglio rivolgersi a professionisti.
    Io stesso mi affido a professionisti, perchè desidero crescere.
    Si quindi al sito web, ma fatto con tutti i criteri ( SEO / Marketing / grafica personalizzata / Campagne di Pay per Click ). Via libera quindi all’utilizzo di CMS, ma seguiti da chi faccia questo mestiere… pena l’avere un sito giusto per averlo.

  12. Il mio sito e quasi già pronto, mi manca solo l’organizzazione finale delle spedizione(per la decisione del migliore contratto) e per la stesura finale delle condizioni, poi sarei pronta per fare il Grande Passo. ….ho già preparato un mio magazzino per ogni mio articolo…devo solo trovare la giusta scossa

    • Ciao Antonella, in bocca al lupo. La scossa giusta è nel provare. Una volta fatto, con i primi buoni risultati che ti auguriamo, la strada è più semplice!
      Tienici aggiornati sull’iniziativa. A presto!

  13. Complimenti per l’articolo, Nicolò tu stai solo cercando di difendere le web-agency come la tua, ma evidentemente il tuo lavoro finirà, perchè grazie ad aziende che forniscono software online di creazione siti, gli utenti interessati possono risparmiare 20 volte tanto e se lo fanno da se, poi ti do ragione in parte che molti non sono decenti, ma questo dipende dal tipo di programma che si sceglie, io personalmente conosco e ho fatto un sito da me con Weebly, costi di gestione annua 64€, e vedere per credere, sul mio nome c’è il link del sito che ho fatto. Se questo è brutto. Ci sono gli strumenti qui per ottimizzare il sito con i motori di ricerca, si può aggiungere un blog e si può impostare un negozio online con l’integrazione con paypal.

    Evviva i servizi web fai da te, che fanno risparmiare,
    perchè “Il risparmio è il primo guadagno”

  14. Nel mio piccolo sto cercando di promuovere la mia iniziativa che permette di avere visibilità su internet, e non parlo quindi di un sito professionale, a piccole aziende senza alcun investimento.
    Il sito http://www.e-dasa.com/ lo possiamo definire la radice del network e spiega l’idea su accennata.

    Sarei felice di conoscere la vostra opinione in merito.
    Saluti

    • Ciao. Innanzitutto, grazie per avere condiviso con noi la tua idea. Dovresti, tuttavia, spiegarci – se vuoi – qualcosa in più, con qualche dettaglio. Magari inviandoci una mail su info@millionaire.it Così potremmo darti un’opinione più chiara. Grazie!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.