L’e-commerce che unisce botteghe a km zero

4024

Una startup per dare visibilità alla filiera alimentare locale. Tacatì (dal piemontese “vicino a te”) è l’e-commerce di prodotti a km zero ideato da due giovani astigiani, Stefano Cravero, 34 anni e Giulia Valente, 28 anni:

Il sito dà l’opportunità alle botteghe locali di vendere online i loro prodotti e ai clienti di mangiare cibo sano e controllato» spiega a Millionaire, Giulia, laureata alla Bocconi, con precedenti esperienze nel campo del marketing.

L’idea nasce dall’incontro con Stefano e da un progetto comune da sviluppare:

Sia io che Stefano eravamo stufi di fare la spesa al supermercato, allora abbiamo presentato alla Coldiretti due idee molto simili per vendere prodotti del territorio a prezzi accessibili. È stato automatico poi conoscerci e unirci per realizzarlo».

Tacatì Press Kit

Insieme hanno creato una rete per affiliare botteghe in Piemonte e Lombardia, da espandere poi nel resto d’Italia. Obiettivo: mille negozi nel circuito nei prossimi cinque anni.

Le botteghe che vogliono far parte della piattaforma mandano una richiesta compilando il form sul nostro sito. Selezioniamo quelle che danno garanzie sulla qualità e la provenienza dei prodotti. I vantaggi? Con dei costi di adesione bassi ottengono spazio e visibilità sul nostro e-commerce, aumentando il loro fatturato».

L’affiliazione ha un costo di poche centinaia di euro, mentre la percentuale che il sito trattiene sulla vendita è intorno all’8%.

Per finanziare l’idea hanno partecipato a concorsi per startup e poi ottenuto un investimento di 1 milione di euro dal venture capitalist Principia sgr.

Oggi sono impegnati principalmente nella promozione della piattaforma:

Per farci conoscere realizziamo campagne su Facebook e Google, eventi sul territorio per dare visibilità al marchio. E stiamo creando una rete di promoter che avranno il compito di affiliare nuove botteghe».

Consigli a chi vuole creare un e-commerce?

Inizia con un investimento minimo e un sito semplice per farti le ossa ed entrare nelle dinamiche dell’e-commerce, che non sono per nulla facili da capire. Poi calcola bene fin dall’inizio i costi necessari per acquisire nuovi clienti e fidelizzarli».

INFO: http://tacati.it/

Giancarlo Donadio

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.