Startup: 100mila euro per l’innovazione energetica da Edison

2337

Centomila euro per idee innovative in materia di energia e sviluppo sostenibile del territorio: è il bando Edison Pulse, dedicato alle startup, al mondo della ricerca, e del no profit.

Due categorie. Sono due le aree nelle quali i partecipanti possono iscrivere i loro progetto:

[styled_list style=”check_list” variation=”blue”]

  • Energia. Qui rientrano quelle idee che hanno l’obiettivo di consentire l’accesso e l’utilizzo di energia sostenibile in quei territori che ne sono esclusi.
  • Sviluppo del territorio. Qui rientrano idee che sappiano generare occupazione e sviluppo in un territorio.

[/styled_list]

Qualche esempio. Tra i vincitori della passata edizione del concorso, Greenrail, una traversa ferroviaria ecosostenibile prodotta con plastica e pneumatici fuori uso che abbatte le vibrazioni, la rumorosità e i costi di manutenzione delle linee ferroviarie. Fiori di campo, un percorso di turismo etico a Marina di Cinisi, territorio di Peppino Impastato, un villaggio a basso impatto ambientale dove gustare i prodotti biologici appena raccolti, in un bene confiscato alla mafia.

Il premio. «I vincitori di ogni categoria riceveranno un premio pari a 100.000 euro (centomila euro), la possibilità di usufruire, nell’anno di avvio del Progetto o Studio/Ricerca, di un supporto dedicato da parte di Esperti che forniranno le proprie competenze, al fine di facilitare lo sviluppo delle proposte, nonché la possibilità di avvalersi di promozione e networking effettuati attraverso i canali Edison» si legge sul bando dell’iniziativa. Puoi scaricarlo qui.

Come partecipare. Potrai inviare la domanda di partecipazione dal 15 gennaio 2015 fino al 31 marzo 2015. I partecipanti devono registrarsi sul sito e creare la loro pagina progetto con una descrizione della proposta e un video rappresentativo.

INFO: http://www.edisonpulse.it/

BANDO: http://www.edisonpulse.it/bando_Edison_pulse_regolamento_13112014.pdf

Redazione

 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteIn una mappa i Paesi più felici al mondo
Prossimo articoloMille imprenditori in Emilia: ecco come siamo ripartiti dal terremoto

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.