Startup: 5 errori da non fare per attrarre investitori

3036

Quali sono gli errori principali che gli startupper non devono commettere per attrarre investitori?

Li racconta George Debb della Red Rock Ventures, importante società americana di investitori con sede a Chicago. L’articolo è tratto da Forbes.

1. Idea limitata e non scalabile

Va bene trovare una nicchia di mercato e iniziare un business se vuoi gestire un’azienda piccola o familiare. Ma così non riuscirai ad attrarre i grossi investitori che sono alla ricerca di idea scalabili, adattabili al maggiore numero possibile di consumatori».

 2. Idea che non sa differenziarsi sul mercato

Spesso uno startupper si avventura in un business pensando sia una buona idea, senza però aver prima effettuato una ricerca di mercato adeguata. Gli investitori non sosterranno la decima startup che occupa uno spazio di mercato, specie se le altre simili hanno già ricevuto degli investimenti. Devi sempre differenziarti dalla concorrenza (per esempio sul prodotto, sulla qualità, sul target di mercato che colpisci). E devi poterlo dimostrare con chiarezza».

3. No test e strategia

Lo startupper è così focalizzato sulla costruzione della sua idea che non guarda al di là del suo naso. Per attrarre i finanziatori devi prima testare il tuo prodotto e definire le strategie di marketing. È il modo per dimostrare che la tua startup può crescere e attrarre un bacino di consumatori».

4. Team senza  leader e leader senza team

Tutti in una startup devono agire come una squadra. Non serve che tu inserisca nel tuo team i migliori manager del mondo: hai solo bisogno di gente capace di rispettare ruoli e le gerarchie. Gli investitori non finanziano una singola persona, ma una team capace di stare insieme e collaborare, nel caso malaugurato il leader finisca sotto un bus»

5. Mancanza di passione

Uno startupper deve “trasudare passione” per il suo prodotto perché se manca non saprà affrontare i tempi bui e, soprattutto, non riuscirà mai a convincere un investitore. Tuttavia, la passione non deve superare la razionalità poiché ci saranno tanti ostacoli da superare e bisogna sempre mantenere lucidità».

Sei d’accordo? C’è altro che aggiungeresti? Commenta qui!

Redazione

Print Friendly, PDF & Email

3 Commenti

  1. Come imprenditore che ha realizzato più di una star up posso dire che sicuramente uno dei requisiti fondamentali anche se non sufficienti di uno Startupper è che nella sua idea sia compresa la sua passione nel realizzarla.
    Ma quale è l’altra caratteristica che fa veramente la differenze e che ben poche persone conoscono?
    E’ il riuscire ad esprimere il proprio Talento in qualsiasi settore o qualsiasi ambito, questo è ciò che veramente ci distingue da tutti!

    • Grazie Andrea della tua testimonianza. Come tu dici è il talento a fare la differenza, il cosiddetto fattore X. Il problema per molte persone è scoprire qual è il loro talento e come metterlo a frutto!

  2. In effetti mi ci è voluto un pò per capirlo, a forza di tentativi fino a quando mi sono stancato di sprecare tutte queste Energie inutilmente..
    Per quanto mi riguarda il ricercare il mio Talento è stata la chiave di svolta sia da imprenditore, ma anche in tutti gli altri settori della vita! Infatti il suo significato è quello di comprendere il settore in cui eccelliamo, dove siamo più bravi di chiunque altro, perchè ci viene ‘naturale’..
    La cosa straordinaria è che grazie anche alle ultime scoperte nel campo delle Neuro-Scienze è già possibile scoprire i propri Talenti, indagando nelle nostre informazioni più profonde!
    Senza questo sforzo si perde solo Tempo, imitando magari gli altri e difficilmente si riesce a raggiungere un Successo duraturo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.