Startup rivoluziona la beneficenza online

3347

Fare beneficenza guardando uno spot sul Web, senza spendere un centesimo. Questa l’idea che c’è dietro wegive.it, piattaforma di raccolta fondi per cause benefiche. L’hanno realizzata a Padova un team di giovani professionisti tra cui Elisa Bonomo, 27 anni, responsabile comunicazione del progetto:

Il funzionamento è semplice: da una parte c’è l’utente che si iscrive. Può farlo da pc, social o tramite un’app apposita. Trova una schermata con gli enti no profit che aderiscono al portale, clicca sullo spot e lo guarda. Il tempo di visualizzazione aumenta la sua donazione, di cui conoscerà l’importo al termine (dai 5 ai 20 centesimi). Dall’altra parte ci sono le aziende che decidono di mettere pubblicità sul nostro portale e pagano in base alle visualizzazioni» spiega Elisa a Millionaire.

wegive.it

Il portale, gestito da Action Partner srl, trattiene il 70% per coprire i costi di gestione, mentre la parte restante va agli enti no profit.

L’idea è nata una decina di anni prima quando il fondatore, l’avvocato Marco Ferrara, 40 anni, e il suo team cercavano un modo innovativo per mettere in contatto aziende, enti no profit e testimonial del mondo dello sport:

Abbiamo tenuto il progetto nel cassetto per un po’. Serviva una tecnologia che facilitasse il meccanismo delle donazioni e lo rendesse trasparente. Sul sito gli utenti donatori, le aziende e le associazioni no profit, possono controllare in tempo reale quante donazioni sono state fatte, in favore di chi e l’importo».

INFO: http://wegive.it/

(Fonte foto utente flickr asenat29)

Giancarlo Donadio

Print Friendly, PDF & Email

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.