Tre giovani si mettono in proprio con la startup delle pulizie

7502

Inventano una piattaforma, attiva 24 ore su 24, per prenotare servizi di pulizia e stiratura. Daniel Amroach, Danny Nasato, 23 anni, e Andrea Rocco, 25 anni, sono tre ragazzi laureati alla Bocconi (Economia aziendale, Finanza e Giurisprudenza).  La loro idea si chiama EasyFeel: «Eravamo tre studenti fuorisede e in una settimana avevamo accumulato una fila infinita di piatti da lavare. Avremmo avuto bisogno di un modo rapido per reperire professionisti del pulito per aiutarci nella pulizia dell’appartamento. Ma non c’era un sito online per prenotare in modo veloce e con poco preavviso» spiegano a Millionaire.

Allora i tre amici creano una piattaforma, inseriscono annunci di lavoro sulle principali bacheche online: «In poco tempo abbiamo ricevuto circa 1000 cv di operatori. Abbiamo capito che era una strada percorribile».

Investono circa 25mila euro per realizzare il sito e promuoverlo online: «All’inizio non è stato facile. Di solito questo mercato funziona con il passaparola: tu conosci qualcuno bravo e fidato a fare pulizie e me lo proponi… Bisogna ricreare questo clima di fiducia con un servizio online».

Per farlo puntano sulla qualità del servizio e sul processo di selezione: «Con i primi clienti abbiamo iniziato ad essere molto più selettivi nella fase di reclutamento del personale. Cerchiamo personale con 3 anni di esperienza e chiediamo il casellario giudiziario. Per differenziarci dai competitor invece abbiamo puntato su una serie di vantaggi: meno di 10 euro l’ora il prezzo del servizio e la possibilità di prenotare anche 12 ore prima dell’intervento, con un sovrapprezzo. E il servizio di stiratura senza nessun costo aggiuntivo. Chi si abbona ha diritto a uno sconto del 10%».

easy feel 2

Oggi EasyFell è attivo a Milano, Roma, Bologna, Firenze e Torino, ha 180 operatori, e 4mila prenotazioni generate da 2mila clienti, 100mila euro di fatturato. A partire dal primo luglio i tre giovani potranno contare su un aumento di capitale garantito dall’entrata in società di diversi business angel, imprenditori e manager (riservatezza sulle cifre dell’accordo): «Il finanziamento ci permetterà di sviluppare l’App e rafforzare le attività di marketing per aumentare la base utenti nelle città in cui siamo presenti».

Cosa insegna la loro storia?

1. Parti da un’esigenza personale e studia il mercato. «Siamo partiti da un nostro problema. Per capire se c’era offerta abbiamo messo degli annunci online. Prima di investire soldi, verifica la situazione del mercato».

2. La concorrenza è tanta, allora impara a distinguerti. «Abbiamo ideato dei servizi per dare l’opportunità di prenotare anche 12 ore prima dell’intervento. E una serie di sconti per i clienti. Qualunque sia il tuo business, distinguersi significa offrire condizioni più vantaggiose per i clienti e un servizio di qualità».

3. Se online, hai bisogno di più fiducia. «All’inizio offrivamo il servizio gratis per far scattare il passaparola dei clienti. Poi abbiamo reso più complessa la procedura di selezione degli operatori con la richiesta del casellario giudiziario e tre anni di esperienza. Quando offri servizi online, devi trovare modi sempre nuovi per catturare la fiducia dei consumatori».

4. In Italia si può fare business. «Ci sono opportunità. Vero il contesto competitivo è elevato. Ma il mercato è ampio. Se ti rimbocchi le maniche riesci a creare qualcosa di tuo».

INFO: http://www.easyfeel.it/EasyFeel-web/ef/index.xhtml

Giancarlo Donadio

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.