Trucchi e consigli per allenare la memoria

1
7982

Cosa ti stavo dicendo? Aspetta … no, niente, l’ho dimenticato!

Quante volte ti sei trovato in questa situazione? Non solo, quante volte parlando con una persona non hai ricordato un termine chiave per la tua conversazione, o non sei riuscito a risolvere un problema perché,  per giungere alla soluzione, ti mancavano alcune informazioni che, distrattamente, hai riposto in qualche cassetto sperduto del tuo cervello?

La memoria, soprattutto quando si arriva a una certa età, è veramente un tasto dolente. E alcune volte può dar luogo a situazioni imbarazzanti. A me è successo, ad esempio, che entrando in un negozio di oggettistica per la casa non ricordassi il termine “lampadario”. Ho impiegato mezz’ora di mimica e giri di parole per far capire al commesso ciò di cui avevo bisogno. Non ci credi? Ti assicuro che per quanto è vero, è anche imbarazzante!

Spesso cadiamo in errore e pensiamo che il problema della memoria sia legato principalmente all’incapacità di ricordare date e nomi. È vero, ma solo in parte. Per un imprenditore, e non solo, riuscire a ricordare è un processo vitale, perché permette di combinare più velocemente le informazioni e trovare nuove soluzioni ai problemi.

Come esercitare dunque il muscolo della memoria ed evitare che preziose nozioni vadano perse per sempre?

Iniziamo con tre consigli, legati ad altrettanti atteggiamenti da assumere nella vita, che possono aiutarti ad allenare la tua mente, migliorando l’immagazzinamento delle informazioni. I suggerimenti sono tratti da Lifehack, un blog molto quotato da giornali e riviste, che fornisce consigli su come migliorare la propria vita.

Tre atteggiamenti che rinforzano la tua memoria

La maggior parte di noi pensa che avere una buona memoria sia qualcosa al di fuori del nostro controllo. Eppure bastano pochi accorgimenti per aumentare elasticità mentale e capacità di apprendimento.

1.  Sii consapevole

Capire come il cervello elabora i ricordi è fondamentale per riuscire a migliorare la memoria.

Parti da questo presupposto: un ricordo viene immagazzinato nella mente attraverso dei collegamenti.

Prendi l’abitudine di guardare le informazioni sotto più punti di vista: le tue associazioni saranno molto più forti, perché inserite all’interno di un contesto più ricco. Più collegamenti mentali crei, più sarà semplice ricordare.

Apprendere, poi, stimola il cervello in maniera longitudinale, chiamando in causa il linguaggio, la capacità di problem solving, la coordinazione.

Imparare avendo la consapevolezza di ciò che succede nella tua testa è un buon esercizio per tenere allenata la memoria. Per facilitare il compito, tieni un diario, usa un registratore o esercitati con una platea di ascoltatori: continuerai a migliorare la tua precisione nel ricordare le cose.

2. Riduci lo stress

Lo stress pregiudica le tue capacità mnemoniche. Quando assimili un’informazione in momenti di forte stress o sotto l’influsso di forti emozioni, crei dei collegamenti mentali molto forti, ma deformati in base alla tua percezione della realtà. Esistono tre modi per evitare che questo accada.[styled_list style=”check_list” variation=”blue”]

  • Dormi parecchio. Il sonno può essere infatti uno strumento molto potente per la gestione della memoria. Studi scientifici hanno infatti dimostrato che, dormendo, il tuo cervello attiva dei meccanismi che rinforzano l’apprendimento avvenuto nei giorni precedenti.
  • Medita. Usa una forma di training mentale: aumenterai il controllo sulla distribuzione di risorse nel cervello, migliorando sia l’attenzione che la disciplina.
  • Ascolta musica. Studi scientifici hanno dimostrato come i bambini che si esercitano a suonare degli strumenti, migliorano la loro memoria verbale. Un beneficio che ottieni anche se ti limiti ad ascoltare i tuoi brani preferiti. Questo perché la musica attiva delle connessioni astratte tra le regioni acustiche del cervello, la semantica e l’elaborazione delle informazioni.[/styled_list]

3. Conduci una vita sana

È dimostrato: l’esercizio fisico migliora la memoria perché aiuta la sopravvivenza dei neuroni e facilita la formazione di nuovi ricordi, apportando il giusto afflusso di sangue e ossigeno al cervello.

Non solo, i benefici aumentano seguendo una dieta corretta, ricca di frutta e verdura. Cipolle, broccoli, prezzemolo, agrumi, frutti di bosco, pomodori, tè verde e cacao fanno bene alla tua memoria.

Grassi e calorie in eccesso sono invece dannosi: grassi saturi e colesterolo, addirittura, sono particolarmente rischiosi per l’insorgenza dell’Alzheimer.

3 trucchi per non dimenticare

Concludiamo adesso con tre azioni pratiche che puoi fare per memorizzare meglio le informazioni. Da subito.

1. Coinvolgi il corpo

Per migliorare la memoria, “coinvolgi il tuo corpo” durante l’ascolto. Siedi in posizione eretta, prendi appunti, stai in piedi se ti senti stanco, gesticola o muoviti un po’. Art Markman, famoso psicologo cognitivo, afferma infatti che l’essere umano non memorizza esclusivamente con la propria mente, ma anche attraverso il corpo.

2. Rivedi 3 punti che desideri ricordare

Quando apprendi nuove informazioni, ad esempio mentre leggi un libro, tendi a ricordare solo tre cose. Quando l’informazione è ancora fresca nella tua mente, dedica qualche minuto per ricordare i tre punti focali. Per farlo, scrivili, registrali o ripetili a un amico.

3. Chiarisci i concetti

Se ancora non l’avessi capito: avere una buona memoria ti permette di combinare più velocemente le informazioni e trovare nuove soluzioni ai problemi. Per farlo, però, è necessario capire il senso profondo di ciò che ti circonda. Quando hai una nuova idea, sforzati di comprendere quali sono le tue lacune e riempile. Cerca le parole che non capisci: semplificare il senso delle cose ti aiuta a immagazzinarle in maniera più immediata.

 

Queste sono solo alcune tecniche per chi, come me, si trova quotidianamente in difficoltà nel rimanere concentrato e apprendere nuove informazioni. Esistono innumerevoli altre tecniche che ti permettono di mantenere in allenamento la memoria, la cosa essenziale è però … ricordarsi di metterle in pratica!

Ti è piaciuto questo articolo? Conosci altri metodi per allenare la tua memoria?

Giuseppina Ocello

(Fonte Foto: Utente Flickr  H.koppdelaney)

Print Friendly, PDF & Email

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.