fbpx

WeChat: dalla Cina la sfida a Whatsapp

Sta invadendo il mondo: a luglio è stata la quinta applicazione più scaricata dopo Google Map, Facebook, YouTube e Google +.

Stiamo parlando di WeChat l’App di messaggistica istantanea che sta vivendo un momento d’oro grazie anche alla pubblicità che ha come protagonista l’asso del Barcellona, Leo Messi.

L’applicazione (disponibile per IOS, Android, BlackBerry, Windows Phone) si scarica gratis e consente l’invio di messaggi vocali, la creazione di chat di gruppo fino a quaranta utenti e di usufruire di servizi di geolocalizzazione per contattare persone nelle vicinanze.

Ma chi si nasconde dietro al suo straordinario successo?

Gli imprenditori cinesi, Ma Huateng e Zhang Zhidong, entrambi ingegneri informatici, poco conosciuti nel nostro Paese sebbene a soli quarant’anni siano entrati a far parte della schiera degli uomini più influenti del business: Huateng è il quarto uomo più ricco della Cina con un patrimonio stimato intorno ai 6,8 miliardi di dollari, mentre nelle tasche di Zhidong ci sono 2,6 miliardi di dollari (dati Forbes).

La loro fortuna inizia nel 1998 quando, entrambi ingegneri informatici laureati all’Università di Shenzhen, fondano una società di prodotti per il Web, la Tencent che negli anni è diventata la terza società Internet più grande al mondo dietro Google e Amazon.com, con un mercato di capitalizzazione di 38 miliardi di dollari.

Oggi l’azienda è leader nel mercato dell’istant messaging con “QQ” un programma che in patria ha spodestato SKype, ICQ e Msn.

WeChat nasce come versione da esportare di Weixin (App di messaggistica istantanea) lanciata dal gruppo nel 2010.

L’App messa sul mercato internazionale ha conosciuto un vero e proprio exploit: dai 4-5 milioni di utenti del 2011 (anno del lancio), ha raggiunto oggi i 300 milioni di utenti.

Numeri che hanno messo in allerta Jan Koum e Brian Acton, ideatori di Whatsapp: i ll loro regno è in pericolo e dovranno inventarsi qualcosa per affermare in futuro il loro prodotto sul mercato.

INFO: http://www.wechat.com/it/

Redazione

TikTok: paura per la privacy anche in Europa

La Commissione Europea chiede di adeguarsi entro settembre 2023.   Nell’aprile 2022, la società cinese del social TikTok, ha annunciato un aggiornamento della sua politica

Apis Partners investe nel soonicorn Money View

Con il supporto dell’ ‘italiana’ Apis Partners, la fintech indiana punta al raggiungimento dello status di unicorno   Apis Partners, private equity, con sede a

Satispay acquisisce Onyon

Dopo il recente fundraising, Satispay inizia a fare shopping   Satispay rinforza la propria posizione all’interno del settore dei pagamenti attraverso l’acquisizione di Onyon, app

L’App per le economie locali

Toonie è un sistema completo di pagamento attraverso il quale i commercianti possono proporsi, farsi trovare e conoscere dai clienti in modo semplice e veloce.

Dimmi dove vai e ti dirò se c’è parcheggio

Un adesivo-sensore applicato sull’asfalto segnala il posto libero. L’idea di uno studente torinese diventa startup innovativa. E a un anno dalla nascita ecco il primo

Enjoy Milano, con il car sharing elettrico

Arriveranno 200 vetture entro fine mese nella città meneghina che punta ad essere sempre più green.   Milano diventa verde lime ed elettrica. Arriva la

Bending Spoons acquista Evernote

Dopo oltre vent’anni di alti e bassi, Evernote fa il passaporto italiano e punta alla ripresa del mercato con nuove tecnologie.   Evernote, l’App per

logo-footer
Il mensile di business più letto.

Direttore responsabile: Lionello Cadorin

Editore: Millionaire.it Srl Indirizzo: Largo della Crocetta, 2 20122 Milano (MI) Italy

Partita IVA: 12498200968 – Numero iscrizione ROC: 38684

© 2023 millionaire.it.