Xjobs: 1.000 posizioni aperte

933
Startup

La piattaforma di Cdp Venture Capital che mette in contatto startup e talenti in pochi step.

 

A oggi sono molti i giovani che desiderano avviare o lavorare per una startup, ma spesso, non è così facile come sembra incontrare offerte di lavoro tagliate su misura per noi, richieste da startup. Per questo Cdp Venture Capital nel primo semestre di quest’anno ha lanciato Xjobs, una piattaforma di annunci di lavoro dove tutte le startup del portafoglio Cdp, pubblicano le proprie posizioni aperte, dove attualmente se ne possono contare fino a 1.000 in oltre 100 compagnie.
La piattaforma nasce per mettere in contatto i talenti italiani con le startup, che spesso hanno tantissime posizioni aperte con grandi opportunità di crescita, ma che faticano a trovare candidati perché ancora poco conosciute.

 

Come funziona la piattaforma?

Xjobs, accessibile dal sito ufficiale di CDP Venture Capital, aggrega le posizioni aperte nei team delle startup in un’unica bacheca digitale, facilmente navigabile sia per startup sia per tipo di posizione lavorativa ricercata, con tutti i necessari filtri per settore, comparto o zona geografica.
La piattaforma è in grado di catturare e riformattare automaticamente gli annunci di lavoro messi dalle startup aderenti su LinkedIn o sui propri siti web, e allo stesso modo rimandare le candidature in risposta a queste offerte alla loro fonte originale. È a tutti gli effetti un aggregatore, senza la necessità per le startup di fare un doppio annuncio, né per i candidati di ripetere passaggi durante l’applicazione. Dalla piattaforma è possibile anche filtrare le proprie preferenze in base a:

  • Startup
  • Settore
  • Mansione
  • Luogo

E si possono trovare offerte relative a posizioni sia junior che senior in startup di cui spesso abbiamo le App nei nostri smartphone.

 

Vantaggi e svantaggi di lavorare in una startup

A differenza di una multinazionale, la startup è una realtà aziendale generalmente molto limitata dal punto di vista economico, caratteristica che si ripercuote sullo stipendio dei lavoratori e sulla loro “stabilità” economica. Tuttavia, questo non sembra spaventare chi vuole davvero lavorare in un ambiente in continua evoluzione. Infatti, spesso per chi lavora in una startup, il compenso lavorativo sta tra 4° e 5° posto della classifica personale. Ovviamente come in qualsiasi altra cosa, lavorare in startup ha dei pro e dei contro. Tra i pro troviamo la possibilità di avere orari flessibili e un ambiente di lavoro informale ed energico, molta formazione sul campo e vaste possibilità di crescita, mentre dalla parte opposta, per via dell’alta variabilità a cui deve adattarsi una startup, spesso può non può garantire posti di lavoro fissi o stipendi molto alti.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteContinua l’onda migratoria dei giovani italiani
Prossimo articoloPart-time verticale: bonus di 550 euro