La startup della cucina in kit raccoglie 300mila euro in 10 giorni

0
3130

L’idea è di Chiara Rota, 33 anni, una laurea in Ingegneria gestionale e una gran passione per la cucina: realizzare box con ingredienti italiani, nelle giuste dosi, per permettere a chiunque di preparare piatti tipici, a casa, senza sprechi. Si chiama My Cooking Box. È nata alla fine del 2015. Oggi vende i piatti made in Italy in 22 Paesi e ha un fatturato di 200mila euro. Vi avevamo raccontato la sua storia qui.

my cooking box320 mila euro in 10 giorni

Dopo la prima raccolta di capitali online, conclusa con un overfunding del 400%, Chiara, insieme alla socia Francesca Pezzotta, ha lanciato una nuova campagna di equity crowdfunding su Mamacrowd. L’obiettivo di 200mila euro è già superato. Nei primi 10 giorni la startup ha raccolto più di 320mila euro online.

I nuovi fondi serviranno all’apertura di un primo punto vendita monomarca, a Milano, alla fine del 2018. Sarà un locale dove poter assaggiare i piatti regionali, assistere a cooking show ed eventi e acquistare i box.  In seguito, entro cinque anni, la startup punta ad aprire altri quattro punti vendita diretti in Germania e nel Regno Unito e 30 store in franchising in tutta Europa.

Info: www.mycookingbox.it

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.