Satispay: round da 15 milioni di euro per l’app dei pagamenti

0
2188

Satispay, l’app italiana che permette di scambiare denaro tra privati e pagare tramite smartphone, ha chiuso un aumento di capitale da 15 milioni di euro. L’operazione, avviata lo scorso luglio, si è conclusa con una sottoscrizione del 100%. Tra gli investitori, Copper Street Capital (in qualità di lead investor), Endeavor Catalyst, Iccrea Banca e Banca di Piacenza. La valutazione post-money della società arriva così a 115 milioni di euro, mentre la cifra complessiva raccolta supera i 42 milioni.

«Siamo davvero orgogliosi del risultato ottenuto» ha commentato Alberto Dalmasso, co-founder e Ceo. «La fiducia che gli investitori e sempre più clienti ripongono in noi rappresenta uno stimolo decisivo per continuare a crescere e arricchire il nostro servizio». Una delle ultime funzionalità rilasciate è “Risparmi”, che permette di accantonare piccole somme di denaro in un apposito salvadanaio digitale. Per esempio, tramite il cashback, che consente a chi compra di ricevere una frazione di quello che spende, mentre acquista prodotti o servizi da negozi o siti convenzionati. Ne parliamo su Millionaire di settembre, in edicola.

Satispay è stata creata nel 2015 da tre amici, poco più che trentenni, Alberto Dalmasso, Dario Brignone e Samuele Pinta. Hanno lasciato i loro impieghi precedenti per dedicarsi al progetto, che fin da subito ha attirato capitali. Oggi Satispay ha più di 60 dipendenti a Milano e Londra. Conta 650mila downloads, oltre 400mila utenti attivi (1000 in più al giorno, secondo i dati diffusi dalla società) e 50mila esercenti che aderiscono al circuito.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.