10 slide per presentare al meglio la tua startup agli investitori

17957

10 slide, 20 minuti di tempo per leggerle. Queste due regole per presentare al meglio la tua startup, agli investitori o a potenziali partner. Come fare il “pitch” perfetto lo spiega Guy Kawasaki, 60 anni,  investitore, autore e conferenziere di nazionalità giapponese-americana. Un passato in Apple a fianco di Steve Jobs (dal 1983 al 1987), è il fondatore di Garage Technology Venture, società di venture capital dedicata al settore hi-tech.

Sul suo blog spiega cosa devono contenere le 10 slide di presentazione e che ordine conferirle. Ecco l’infografica

Qui i punti che abbiamo tradotto per voi

Slide n° 1, il titolo: riporta il nome dell’azienda, il tuo nome, il tuo titolo di studio o master, il tuo indirizzo email e numero di cellulare.

Silde n° 2, il problema e l’opportunità: scrivi qual è il bisogno che la tua idea andrà a soddisfare e come migliorerà la vita dei potenziali consumatori.

Slide n°3, il valore, “value proposition”: evidenzia perché la tua soluzione è la migliore possibile, qual è il suo reale valore.

Slide n°4, la tecnologia alla base: descrivi la tecnologia, la “salsa segreta”, la “magia” della tua idea.  Se hai un prototipo e una demo, mostrala qui: «Se un’immagine vale 1.000 parole, un prototipo vale 10mila slide».

Slide n°5, il modello di business: spiega chi è il tuo cliente ideale e perché i soldi dalle sue mani dovrebbero finire nelle tue tasche.

Slide n° 6, la conquista del mercato: scrivi come intendi raggiungere i tuoi consumatori e in che tempi.

Slide n° 7, i competitor: offri una vasta panoramica di chi sono i tuoi competitor.

Slide n° 8, il team: descrivi chi sono i tuoi partner nell’iniziativa, che ruolo hanno e competenze.

Slide n° 9, le proiezioni finanziarie e metriche: fai una previsione da qui a tre anni, non solo su quanti soldi pensi di fare, ma anche di quanti utenti intendi raggiungere.

Slide n° 10, la situazione attuale e l’utilizzo di fondi: fai capire a quale stadio di sviluppo si trova il tuo prodotto, cosa intendi fare nei prossimi mesi e cosa farai con i soldi che speri di raccogliere.

INFO: http://guykawasaki.com/

Redazione

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteCome ci inventiamo un lavoro con vecchi libri
Prossimo articoloTrova il lavoro con un hashtag su Twitter: la storia di Jacopo

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.