5 cose da fare prima di lanciare una startup

2671

Marketing prima di tutto. Prima di lanciare una startup devi costruire il tuo pubblico, il tuo mercato di riferimento. Nella lista di cose da fare prima del lancio della tua idea sul mercato, devono esserci una serie di attività che ti aiutano a rispondere alla domanda che oggi tutti gli investitori si fanno (e che anche tu devi chiederti): “Quante persone usano oggi il tuo prodotto o servizio?”. È fondamentale che tu riesca ad avere un’indicazione sin dall’inizio poiché oggi nessuno investe in aziende che non hanno già dei clienti. Leggiamo allora cosa devi fare per prepararti al lancio del tuo progetto nel migliore dei modi. I consigli sono tratti dal sito di business americano Inc.com.

1. Fai una lista di tutti i tuoi contatti

Outlook, Gmail, agende, metti insieme una lista delle email di tutte le persone con cui hai parlato negli ultimi cinque anni. Tra loro sottolinea chi potrebbe essere un influencer (chi può aiutarti a divulgare cioè il tuo messaggio sui social o blog), chi potrebbe (giornalista, addetto stampa per aiutarti nella comunicazione). Hai bisogno di queste figure in fase di lancio. Usa LinkedIn per verificare se ricoprono anche oggi lo stesso ruolo rispetto a quando le hai conosciute.

2. Crea una pagina Web con un form di contatto

Ti aiuterà a catturare tutte quelle persone che sono interessate ad avere un anticipo, un dietro le quinte, della tua azienda. Monitora ogni giorno le registrazioni, così da ppter rispondere personalmente a ogni utente che effettua la registrazione.

3. Inizia a scrivere il tuo blog

Creare dei contenuti è una buona attività prima di lanciare una tua startup. Scrivi dei post che contengano le parole chiave relative al tuo business di riferimento per favorire l’ottimizzazione della pagina sui motori di ricerca. Offri contenuti giornalieri. Non sai di cosa scrivere? Puoi, per esempio, offrire delle anticipazioni sui progressi che stai facendo, notizie e curiosità sul settore di riferimento della tua startup. Oppure aneddoti divertenti su come è nata la tua idea, sulle difficoltà che stai incontrando e su stai cercando di superarle. Così da rendere i lettori sempre più partecipi del tuo progetto.

4. Attivati sui social

Parti con Facebook: invita i tuoi amici a leggere i contenuti del tuo blog. Coinvolgi i profili degli influencer e le agenzie di stampa che potrebbero essere interessate a trattare il lancio della tua startup. Crea una pagina fan e inizia una campagna su Facebook. Parti con un budget minimo. Sono i primi passi per far scattare il passaparola. Facebook, ma anche Twitter. Segui i competitor, ogni agenzia di stampa legata al tuo settore, influencer e consulenti. Retwitta o metti tra i favoriti i loro tweet così che possano notare la tua startup. Twitta i post del tuo blog e inserisci immagini. Scrivi tweet che hanno come argomento gli sviluppi del tuo progetto e intervallali ad altri nei quali ricordi agli utenti di iscriversi al form di contatto. Infine, su LinkedIn invita i tuoi contatti ad accedere al tuo blog e registrarsi: spiega loro perché dovrebbero farlo, quali sono i vantaggi. Condividi anche qui i contenuti del tuo blog sul tuo profilo e nei gruppi.

5. Inizia una piccola attività di email marketing

Raccogli tutti i contatti che hai sulla tua email e quelli che hai raccolto grazie alle registrazioni sul tuo blog. Invia loro delle email nelle quali li rendi partecipi dei tuoi progressi e li inviti a registrarsi. Usa un tono familiare: devi essere bravo a far sentire gli utenti parte attiva della costruzione della tua azienda.

Redazione

Print Friendly, PDF & Email

1 COMMENTO

  1. Ottimo! La comunicazione è alla base di tutto, blog e forum di settore sono importanti e offrono spunti preziosi e inaspettati. Ma mai dimenticare il passaparola, i contatti “reali” e le public relations per me si sono rivelate davvero fonti di piacevoli sorprese!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.