Abruzzo: 3 milioni per imprenditrici, mamme e professioniste

0
1371

La Regione Abruzzo mette a disposizione 3 milioni di euro in incentivi ed agevolazioni finanziarie rivolti alle donne. Il progetto prende il nome di “La crescita è donna 2” ed è  finalizzato a incrementare le opportunità di occupazione delle donne residenti in Abruzzo, anche attraverso strumenti di conciliazione e di pari opportunità per l’accesso al lavoro.

La finalità generali dell’intervento è promuovere l’occupazione femminile attraverso due strumenti:

[styled_list style=”check_list” variation=”purple”]

  • strumenti e servizi per favorire la conciliazione vita –lavoro;
  • incentivi alle imprese per favorire l’occupazione delle donne, attraverso la promozione del lavoro autonomo e dell’imprenditorialità.[/styled_list]

I fondi saranno ripartiti equamente tra queste tre tipologie di intervento:

[styled_list style=”check_list” variation=”purple”]

  • Tipologia A) “Più imprenditrici”: Incentivi alle donne per la creazione di nuove imprese;
  • Tipologia B) “Più Professioniste”: Incentivi alle imprese che attivano rapporti di consulenza in favore di professioniste;
  • Tipologia C) “Voucher Family”: Incentivi alle donne per favorire la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro.[/styled_list]

Più imprenditrici

L’importo dell’incentivo richiesto non può superare 25mila euro e viene erogato a titolo di contributo a fondo perduto a copertura delle spese di avvio dell’attività, dei costi per l’investimento e delle spese per la gestione relative al 1° anno di attività.

Chi può partecipare

Le istanze possono essere presentate esclusivamente da donne che:

[styled_list style=”check_list” variation=”purple”]

  • intendono avviare un’attività d’impresa ma che, alla data di pubblicazione del presente Avviso, non l’hanno ancora costituta;
  • hanno costituito un’impresa in data antecedente la pubblicazione del presente avviso, purché all’atto della presentazione dell’istanza non abbiano effettuato ricavi, né realizzato investimenti.[/styled_list]

Le imprese devono avere sede legale in Abruzzo.

Presentazione delle domande

Il Dossier di candidatura, a pena di esclusione, deve essere opportunamente rilegato, racchiuso in un unico plico e trasmesso alla REGIONE ABRUZZO – Direzione Politiche Attive del Lavoro, Formazione ed Istruzione, Politiche Sociali – Via Rieti, 45 – Pescara, esclusivamente a mezzo raccomandata con prova di consegna, entro il 20 febbraio 2013.

Più professioniste

Obiettivo dell’intervento è la promozione del lavoro autonomo delle donne, attraverso l’erogazione di un incentivo alle imprese che richiedono la consulenza specialistica di una professionista quale supporto per l’introduzione, l’implementazione e lo sviluppo di strategie, strumenti, metodologie per l’innovazione tecnologica e organizzativa e lo sviluppo competitivo d’impresa. Ciascuna impresa potrà beneficiare di un contributo massimo di 45 mila euro.

Chi può partecipare

Possono partecipare le imprese private con sede operativa in Abruzzo e in possesso dei seguenti requisiti:

[styled_list style=”check_list” variation=”purple”]

  • essere in regola rispetto agli obblighi di pagamento dei contributi assistenziali e previdenziali;
  • essere iscritte al Registro Imprese della Camera di Commercio;
  • non risultare in stato di fallimento, liquidazione o situazioni analoghe;
  • operare nel rispetto delle vigenti normative.
  • non avere, all’atto della presentazione dell’istanza, contratti in essere con la professionista destinataria dell’incarico oggetto dell’ incentivo previsto dal presente Avviso.[/styled_list]

Presentazione delle domande

A pena di esclusione, il Dossier di candidatura, deve essere opportunamente rilegato, racchiuso in un unico plico e trasmesso alla REGIONE ABRUZZO – Direzione Politiche Attive del Lavoro, Formazione ed Istruzione, Politiche Sociali – Via Rieti, 45 – 65121 Pescara, esclusivamente a mezzo raccomandata con prova di consegna entro l’8 febbraio 2013.

Voucher Family

La finalità dell’intervento è fornire alle donne, che hanno in carico figli di età inferiore a 12 anni e/o anziani e/o portatori di disabilità, strumenti per la realizzazione della conciliazione dei tempi di vita e di lavoro.

Le spese ammissibili al fine dell’erogazione dei voucher sono quelle sostenute dalla beneficiarie per servizi di assistenza, cura ed accompagnamento ai minori, diversamente abili, anziani non autosufficienti.

L’importo massimo erogabile di ciascun Voucher è fissato a un massimo di 2mila euro e sarà erogato attraverso il pagamento diretto all’assegnataria.

Chi può partecipare

Per partecipare, bisogna essere in possesso dei seguenti requisiti:

[styled_list style=”check_list” variation=”purple”]

  • residenza anagrafica in Abruzzo da almeno 6 mesi;
  • essere cittadine italiane o cittadine di uno Stato appartenente all’Unione Europea, oppure, qualora cittadina extracomunitaria, essere in possesso del permesso di soggiorno di durata non inferiore ad un anno;
  • essere lavoratrici dipendenti o autonome, oppure inoccupate/disoccupate che si trovino nella condizione di dover assistere familiari o parenti acquisiti;
  • abbiano una situazione economico-patrimoniale familiare dichiarata non superiore a 13mila euro se disoccupate o inoccupate e non superiore a 23mila euro se occupate, calcolata con il metodo ISEE.[/styled_list]

Presentazione delle domande

Il Dossier di candidatura, opportunamente rilegato, deve essere racchiuso in un unico plico ed essere trasmesso alla REGIONE ABRUZZO – Direzione Politiche Attive del Lavoro, Formazione ed Istruzione, Politiche Sociali – Via Rieti, 45 – 65121 Pescara esclusivamente a mezzo raccomandata A/R entro il 31 gennaio 2013.

Per ulteriori informazioni, visita il sito della Regione Abruzzo.

Hai i requisiti per partecipare? Affrettati ad inviare la tua candidatura.

Redazione

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.