Apro 10 negozi con le patatine fritte

20
21400

In 5 anni ha aperto 10 negozi. Filippo di Lorenzo, 35 anni, architetto, in un viaggio di studio ad Amsterdam, ha una folograzione le patitatine fritte: le trova sublimi e decide di portarle a Napoli:

«Le patatine olandesi erano diventate il mio chiodo fisso. Nel 2010, ho deciso di creare un’insegna che avesse un sapore internazionale, Chipstar, e un format di botteghe di frittura da lanciare in Italia».

Per riuscire a realizzare la sua idea, fa sette viaggi in Olanda, acquista friggitrici potenti, introvabili in Italia e fa una ricerca dei migliori fornitori di patate. Dopodiché individua una location a Napoli per farsi conoscere:

«Perché il negozio si sostenesse, bisognava incassare almeno 350 euro al giorno. Ce l’abbiamo fatta, il prodotto ha avviato il passaparola: nel primo mese c’erano file di 80 persone a tutti gli orari. Siamo in grado di friggere 20 kg di patatine ogni due minuti».

10603409_552558281555869_7938596201809779780_n

Oggi ha dieci negozi e proverà a uscire dalla Campania per far conoscere il suo progetto a Roma, Bologna e Milano. Per avviare il primo negozio ha investito 150mila euro (le friggitrici sono molto costose). Ma nei primi mesi di attività ha fatturato già 400mila euro:

Non ci credeva nessuno, soprattutto i miei familiari. Ma, parlando del mio progetto, ho trovato due soci finanziatori e mi hanno dato carta bianca».

Il successo dell’iniziativa ha spinto Filippo a condividere il suo progetto in affiliazione: «All’inizio ero un po’ nervoso. Poi ho capito che le persone non vogliono avviare una semplice friggitoria di patate fritte, ma vogliono proprio Chipstar: capiscono che dietro al marchio c’è un lavoro serio di ricerca sulle apparecchiature, sul packaging…».

10660282_10152713297563470_707160416098560570_n

Chi si affilia investe 200mila euro per allestire un negozio chiavi in mano e i fatturati mensili prospettati sono tra i 75mila e 100mila euro:

«La lezione più grande che ho capito è che per risolvere problemi specifici, bisogna rivolgersi a persone specializzate: per esempio, un tecnologo alimentare. E che in team si trovano sempre le soluzioni migliori».

INFO: http://www.chipstar.nl/

Redazione

Print Friendly, PDF & Email

20 Commenti

  1. Come ha fatto ad aprire 10 negozi in cinque anni se il primo risale alla fine del 2013 e oggi siamo nel mese di ottobre del 2014?

    Ha impiegato 4 anni per studiare le patatine e le friggitrici?

    Comunque a Napoli non è normale questa mania esplosa con decine di negozi che vendono patatine fritte. Il primo è stato Chipstar al Vomero, ma oggi ci sono diverse catene e tutte producono un alimento ben poco salutare…

    • il redazionale è sbagliato, infatti ad oggi i p.v. aperti in un anno sono 16 e 4 in apertura
      Complessivamente Chipstar impiega circa 100 addetti ed in un periodo di crisi come quello attuale è un ottimo risultato.

  2. vorrei conoscere unpo di piu sull ‘attivita come affiliato
    ho un cliente che è interessato ad aprire un negozio nel centro campania a caserta
    mi puo dare info???

  3. 200 mila Euro per una Chipsteria?
    E’ una follia!
    Esistono Franchisining che con 25000 Euro offrono LO STESSO SERVIZIO, vedi ad esempio facebook.com/KingdomChips

  4. Ciao mi piacerebbe aprire una attività del genere a Lecce ho già il locale in centro può contattare
    Mi per info il mio numero è 348 7603638 Grazie

  5. Io ho visto che la friggitrice 2 vasche costa su i 4.700€ la 3 +- 8.900€ potete telefonare qui 01119887806 ho visto il loro sito e la pagina di Facebook sembra veramente belle.

  6. Salve, sarei interessata a questa attività se lei fosse interessato ad aprire una filiale a Cagliari in Sardegna mi contatti per approndire meglio. Saluti Caterina

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.