Arrotonda con le interviste

1
10107

Arrotondare con le indagini di mercato si può: le aziende, per conoscere le opinioni dei consumatori, versano un contributo a chi si lascia intervistare.

Sono circa 11mila le ricerche di mercato svolte in Italia ogni anno, condotte da quasi 150 aziende di settore

afferma Cecilia Gobbi, direttore Assirm (Associazione istituti di ricerca di mercato, sociale e d’opinione).

I campi di indagine sono i più vari: assicurazioni, prodotti sanitari, telecomunicazione, automobili. Per ogni intervista è possibile ricevere una ricompensa, proporzionale all’impegno e al tempo.

Quali guadagni

Le remunerazioni partono da 10 euro, in buoni benzina o punti accumulabili per acquisti in negozio. Se gli intervistati sono professionisti, medici o ingegneri, il compenso può essere di 50-100 euro o più.

Più l’intervista è lunga e complessa, più gli importi sono alti.

Regole per partecipare

Per poter partecipare alle indagini di mercato, è necessario rispettare alcune regole di ammissione, utili per mantenere elevata la qualità delle interviste.

Ce lo conferma Cecilia Gobbi:

La stessa persona può essere intervistata solo una volta ogni tre mesi, ogni sei nello stesso campo d’indagine. In genere sono esclusi giornalisti e chi si occupa di comunicazione e marketing: le loro opinioni possono essere ispirate da conoscenze professionali.

Sul web le regole sono comunque meno restrittive.

Opinioni in rete

Per arrotondare e guadagnare qualche euro in più, è possibile iscriversi ai sondaggi online presso i siti delle società di settore. Ecco alcuni indirizzi utili:

[styled_list style=”check_list” variation=”blue”]

  • www.acop.com, che propone un compenso economico;
  • www.knotsclub.com, che consente di accumulare punti da convertire in buoni acquisto presso catene come Rinascente, Con, Feltrinelli;
  • www.swg.it, che premia gli iscritti con ricariche telefoniche, buoni acquisto libri o dvd.[/styled_list]

L’importante è non fingere: si rischia di essere scoperti ed esclusi da future indagini.

L’articolo completo, realizzato da Maria Spezia, è stato pubblicato su Millionaire di giugno 2012.

Redazione

Print Friendly, PDF & Email

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.