Atooma, l’app italiana che trionfa nel mondo

0
1886

Giovani italiani che vincono.  Gioia Pistola, romana, 27 anni,  è tra i quattro ideatori di Atooma, l’app che si è aggiudicata, qualche giorno fa, il primo posto al Mobile Premier Awards di Barcellona, il più importante riconoscimento mondiale per applicazioni.

Gioia, Francesca, Andrea e Fabrizio (clicca qui per conoscerli) hanno sbaragliato la concorrenza di 1.400 startup provenienti da tutto il Pianeta.

Atooma è un’app per creare mini app senza essere programmatori. Permette di personalizzare le funzioni del proprio cellulare:

La nostra idea permette, ad esempio, di realizzare un’app per spegnere o accendere il wi-fi a casa con il proprio smartphone. Oppure un programma intelligente che dice al tuo telefono di leggerti i messaggi a voce se stai guidando e superi una certa velocità» spiega Gioia a Millionaire.

L’app, gratuita  e disponibile solo per Android, è stata scaricata da 90mila utenti.

Quanto avete investito nel progetto?

I primi fondi li abbiamo ottenuti dall’incubatore italiano EnLabs che ha creduto in noi, investendo circa 90mila euro. Ora siamo alla ricerca di nuovi investitori e per questo ci muoveremo anche verso gli Stati Uniti».

Quali difficoltà avete incontrato finora?

È stato difficile trovare il team, formare una squadra con le competenze giuste. Quelli bravi hanno già startup. Gli universitari italiani hanno ancora una mentalità sbagliata e preferiscono finire gli esami prima di entrare a far parte di progetti innovativi».

Come ci si afferma nel mercato affollato come quello delle App?

È complesso. Ormai si trova tutto in un’app. Più complicato realizzare un app per il consumatore finale. Più facile nel business-to-business nel quale la concorrenza non è ancora così spietata. E’ importante avere un’idea che risolva un problema reale. E poi partire con una strategia di internazionalizzazione attenta: meglio puntare su pochi Paesi, piuttosto che sparare nel mucchio senza un piano preciso di design e marketing».

Che si prova a vincere un riconoscimento così prestigioso?

Ci motiva e ci dà entusiasmo. Siamo sempre a lavoro, alla presa con le difficoltà di reperire finanziamenti, ma questo premio ci indica che siamo sulla strada giusta»

Ti piace Atooma? Credi che sia davvero un’app innovativa? Commenta qui!

Giancarlo Donadio

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.