Come costruire un e-commerce? Risponde il nostro esperto!

2
2457

Ogni giorno riceviamo tantissime lettere di giovani intraprendenti che chiedono ai nostri esperti di valutare la loro idea di business. Come A.R., che scrive una lettera per chiedere al nostro esperto (Andrea Gualtieri, country manager di Groupalia) come creare un’e-commerce vincente.

Ecco la lettera per intero e in basso la risposta di Gualtieri.

A.R. nostro lettore: «Vorrei creare un “e-commerce vincente” di prodotti tipici locali, non sono solo i “classici” prodotti (che comunque andranno a costituire una base importante e costante dell’intero portafoglio) ma voglio inserire periodicamente anche dei prodotti di nicchia altamente ricercati Tutto questo affiancato da politiche di marketing, che ritengo possano essere il vero elemento innovativo riguardanti: oltre ovviamente ad App e sito.

Che ne pensa? quali sono gli step (con i relativi costi) che bisogna seguire per creare un sistema di e-commerce adeguato alle potenziali vendite di questo particolare settore. Baso la mia idea principalmente su app e sito (promuovendoli con importanti politiche di marketing), quanto, secondo lei, l’applicazione può avvicinare ed aumentare la propensione all’acquisto del consumatore di prodotti alimentari tipici? Per tale mio progetto sto sviluppando il business plan, ma ho dei problemi a quantificare e a imputare tutti i costi (e di conseguena anche i guadagni) dell’attività relativi ai margini da applicare, ai costi di spedizione ecc… come posso fare a creare tutta la struttura finanziaria dell’attività?

Ci sono degli specialisti a cui rivolgersi per creare le basi di tale struttura? Mi scuso ma forse sono troppe domande, ma ho in mente questa idea da tempo e tanti sono i dubbi che essa mi crea».

Andrea Gualtieri, nostro esperto: «La creazione del sito e dell’app sono requisiti base per il lancio dell’e-commerce ma non sono gli unici ingredienti per ottenere successo: bisogna anche riflettere su logistica e spedizioni, assistenza ai clienti pre e post acquisto, azioni di marketing e comunicazione per fare conoscere il sito e la app, sistemi di pagamento, etc…. Il progetto sta in piedi se i costi relativi a questo impianto vengono ammortizzati su numero di clienti ed un giro di affari davvero significativo. Qui puoi trovare tutti i miei consigli».

Vuoi anche tu sottoporre la tua idea a uno dei nostri esperti? Leggi Millionaire, ogni mese troverai esperti in startup, nuove idee, ecommerce, ma anche consigli gratuiti per business più tradizionali. L’esperto del mese è Lorenzo Paoli, interprete, coach e trainer, autore del libro Il coaching per la tua startup. Tecniche e strategie per aprire un’attività senza rischiare tutto (Vallardi, 12 euro).

Redazione

Vuoi saperne di più? Ecco il Kit di Creaimpresa…

Kit_Creaimpresa_Commercio_elettronico

http://www.creaimpresa.it/partner/avviare_attivita_ecommerce_pt.php

Clicca qui per scoprire come aprire un’attività di commercio elettronico – negozio on line…

Print Friendly, PDF & Email

2 Commenti

  1. Bisogna pensare a una strategia di visibilità differente da quella dei grandi gruppi, a meno che non si abbiano grandi capitali da investire. Chi cerca prodotti tipici (riferendomi a questo caso), probabilmente lo fa attraverso le ricerche mirate a meno che non abbia già un brand di riferimento.

    Secondo me per gli e-commerce bisogna sempre avere un budget da destinare ad attività quali la SEO, tra l’altro quando si lavora su ricerche local, spesso si incontrano anche meno ostacoli.

    Un e-commerce che lavora sulle SERP di Google ha molte possibilità di avere successo ma come detto anche dal mio omonimo, bisogna pensare bene anche a tutto ciò che c’è dietro, ovvero spedizioni, interfacce, logistica, prodotti, pricing ecc.. Un sito vende quando funziona tutto!

    In bocca al lupo! 🙂

  2. Ciao complimenti per l’articolo e per il progetto del lettore. In effetti costruire un e-commerce di successo é una vera e propria impresa.
    E la cosa piú difficile non é tanto costruirlo, ma renderlo visibile4 agli altri.
    Questo richiede una serie di competenze che devono essere affidate a chi lo fa per mestiere.
    A mio avviso l’arte dell’improvvisazione e del fai da te assoluto, in una Start Up on line, é molto pericolosa.
    Sono a disposizione per aiutare il vostro lettore, anche valutando una partnership con la mia Societá .
    Nicoló
    Formula Start Up

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.