Come reinventarsi dopo un licenziamento

0
3675

Otto anni di lavoro a tempo indeterminato in un’azienda. Poi il licenziamento e la voglia di rimettersi in gioco inventando un prodotto.

Angelo Carrieri, 27 anni, tarantino, è l’ideatore di Lhamp, una lampada in fibra di carbonio, realizzata con la collaborazione dell’interior designer barese Arcangelo Fiore:

Il licenziamento è stato il modo per dare sfogo alla mia mente imprenditoriale. Conoscevo per passione la fibra di carbonio, un materiale usato nel mondo dell’automotive che ha il vantaggio di essere resistente e molto leggero. Girando su Internet ho conosciuto i lavori di Arcangelo, l’ho contatto e deciso di creare qualcosa insieme» spiega Angelo a Millionaire.

IMG_0300

I primi prototipi l’hanno finanziati mettendo insieme i loro risparmi e anche per la promozione si sono mossi senza cercare aiuti esterni:

Ho contatto blogger e giornalisti per spiegare l’idea e fare conoscere il prodotto. E più lo facevo più capivo che Lhmap piaceva».

Oggi lavorano per inventare nuovi modelli, dando la possibilità al cliente di scegliere forma, colore e tonalità.

blue

A chi come lui è stato vittima di un licenziamento e vuole reinventarsi una vita, Angelo consiglia “di considerare la perdita del lavoro come fattore positivo, come svolta e cambiamento. Cercare un’idea nuova mescolando cose diverse (es. un design elegante per un prodotto domestico con materiali usati in altri ambiti). E, poi, circondarsi di persone competenti per provare a realizzare il progetto».

INFO: http://www.lhamp.eu/

Giancarlo Donadio

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.