Con un furgoncino (scassato) vendo libri “on the road”

1
3181

Ha preso un vecchio furgone («un po’ scassato»). Lo ha riempito di libri di autori ed editori indipendenti ed è partito alla volta della Sicilia (la regione italiana in cui si legge meno). La sua sfida? Trasmettere l’amore per la lettura e vendere libri in modo originale:

Lavoravo a Roma nell’editoria come addetto stampa e come molti nel settore ero vittima del clima deprimente che caratterizza oggi il settore, colpito gravemente dalla crisi. Allora ho sentito il bisogno di inventarmi qualcosa per riportare entusiasmo, per avvicinare le persone, che non hanno l’abitudine di entrare in libreria, ai libri, alle storie che raccontano, agli autori che le scrivono» spiega a Millionaire Filippo Nicosia, siciliano, 31 anni.

È l’ideatore di Pianissimo, una libreria itinerante che dopo la Sicilia, ha fatto tappa in Puglia e Lombardia e riprenderà ad agosto in terra siciliana:

Giriamo per piccoli centri. Ci fermiamo nelle piazze e leggiamo. Invitiamo le persone a leggere con noi. C’è tanto entusiasmo. Vendiamo e ci autofinanziamo: i costi del viaggio, della benzina. Bisogna aprire nuovi mercati anche in posti in cui sembra che non ci siano opportunità. Non si può fare innovazione percorrendo sempre gli stessi circuiti. Non è vero che i lettori sono concentrati perlopiù nelle grandi città. C’è tanta curiosità per la lettura anche in piccole realtà».

1958433_1477037892508569_276515604_n

Come tanti giovani della sua regione, anche Filippo ha deciso di emigrare: a 18 anni si è trasferito a Roma per cercare lavoro e opportunità. Tuttavia ora, più di dieci anni dopo, è tornato in Sicilia, Messina, la sua terra natale, dove ha deciso di aprire un attività insieme al fratello:

Colapesce è una piccola libreria che è fedele alla filosofia di Pianissimo: vendiamo libri di editori e autori indipendenti, lontani dai grandi circuiti. L’idea è di creare un luogo che è più di una libreria: un posto di ritrovo, un bistrot dove trascorre il proprio tempo, lavorare sul Web, ascoltare buona musica e circondarsi di oggetti vintage: un’antica credenza, una macchina da cucire, oggetti vissuti che, come i libri, resistono al tempo e hanno storie da raccontare».

10308344_621239824613609_5042229921418477883_n

Per realizzare il suo sogno di imprenditore ha chiesto e ottenuto un finanziamento e di 28mila euro:

Aprire una libreria e farla funzionare è un sogno (quasi) impossibile. Ma in ogni sfida c’è sempre un dubbio, un rischio, “un quasi” da affrontare. Per cui bisogna lanciarsi. Ma sempre diversificandosi, imponendo con determinazione sul mercato, la tua idea originale».

INFO: http://www.pianissimolibrisullastrada.it/

http://on.fb.me/1pu2kuK

Giancarlo Donadio

Print Friendly, PDF & Email

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.