Conquista San Francisco e il Ceo di Microsoft con un sensore che “cura” le api

5618

Inventa una soluzione hi-tech che misura la salute delle api e consente agli apicoltori di guadagnare di più. Partito da Trento con la sua invenzione ha conquistato San Francisco e il Ceo di Microsoft, Satya Nadella che li ha citati come una delle startup italiane più interessanti. Lui è Andrea Rosani, ingegnere delle telecomunicazioni e la sua soluzione si chiama Melixa, già applicata da apicoltori italiani, tedeschi e anche da un’azienda di San Francisco.

Come è nata l’idea?

«Nasciamo come società che si occupa di sistemi di automazione. Poi la crisi ci ha messo un po’ in difficoltà.  In seguito è nata una collaborazione con una Fondazione (Edmund Mach) che aveva bisogno di una soluzione per un problema che affligge gli apicoltori, la moria delle api. Allora abbiamo iniziato a fare una consulenza e a trovare una soluzione. Stiamo parlando di un mercato di 150 miliardi di dollari. Le api sono responsabili, oltre che della produzione del miele, dell’impollinazione e di tutti i prodotti agricoli che ne scaturiscono. Non sapevamo nulla di api e ci siamo messi a studiare».

MelixaSystem-1

Cos’è Melixa?

«E’ un sistema di internet delle cose che applica sensori alle arnie e controlla costantemente la salute delle api. I sensori permettono di capire diverse cose: quante api sono uscite ed entrate, una cosa che a occhio nudo è impossibile visto che in media ogni arnia ne ospita 80mila. Controllare la temperatura esterna ed interna, se c’è pioggia o meno, se l’arnia è stata scossa dal vento. L’apicoltore può verificare tutti questi parametri da remoto, collegandosi al nostro sistema, e apportare modifiche in corsa per non perdere in produttività. Tutto il sistema si alimenta ad energia solare».

Come avete realizzato l’idea?

«Abbiamo iniziato la sperimentazione con la Fondazione, ma servivano soldi per industrializzare il prodotto e presentarlo al mercato. Un incubatore si è interessato alla nostra idea, Industrio Ventures di Rovereto e ha scommesso 50mila euro. Altri fondi, 150mila euro, li abbiamo ottenuti partecipando al bando Seed Money, Fondi europei per lo sviluppo regionale. L’incubatore ci ha permesso di avere facilitazione nella fase più complessa, quella della prototipazione del progetto e avere consulenze di cui avevamo assolutamente bisogno. Nel team ci sono diversi ingegneri e avevamo bisogno di imparare come comunicare il progetto».

MelixaSystem-3

Avete incontrato il Ceo di Microsoft, Sadya Nadella. Come avete fatto a conoscertlo?

«Siamo stati selezionati nel programma di Microsoft Bizspark,  un’altra esperienza determinante per noi, poter accedere per 3 anni di risorse gratuite, come l’accesso ai servizi cloud della multinazionale (Microsoft Azure), conoscere rappresentanti dell’azienda in Italia e incontrare, un sogno, il Ceo, Satya Nadella. Lui è molto affascinato da tecnologie come le nostre, applicate a settori tradizionali, come il mondo agricolo. Ci ha notato e lo abbiamo conosciuto a Roma. Una grande emozione per noi».».

Come guadagnate?

«Oggi abbiamo realizzato una cinquantina di sistemi. L’apicoltore paga 899 euro per poter accedere al nostro servizio. Dopodiché, un canone di 99 euro l’anno».

Quali gli ostacoli maggiori del vostro percorso?

«La ricerca dei fondi, convincere imprenditori che hanno una visione tradizionale del business a scommettere sull’innovazione… Sono tante le difficoltà che uno startupper affronta ogni giorno. Ma bisogna rimettersi in gioco. Imparare cose nuove, essere disposti a cambiare per seguire il mercato da affrontare, sempre di più, con una visione globale. Molti ti diranno che il tuo prodotto non funziona, ti scoraggeranno. Allora devi tornarci, migliorarlo, modificarlo. E riproporlo con sempre maggiore determinazione».

INFO: http://melixa.eu/

Giancarlo Donadio

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteMassimo Bottura, super chef, apre mensa per poveri a Torino
Prossimo articoloFranchising Epilate

2 Commenti

  1. Cos’è Melixa? E’ un sistema di internet delle cose…..non cosisco cos’è ……la temperatura interna ed esterna se piove…”tutti” questi parametri mi dicono la salute dell’ape? NON ci siamo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.