Così creo una delle prime farmacie online

«Quando Zalando ha iniziato a vendere scarpe online nessuno credeva nel suo successo. Chi avrebbe acquistato scarpe senza misurarle? Eppure… La stessa cosa avverrà con i farmaci» spiega Francesco Zaccariello, 28enne napoletano di eFarma.com.

Inizia a vendere oggetti su eBay

Studi in farmacia, è appassionato di informatica fin da piccolo, da quando inizia a vendere i primi oggetti su eBay. Finita l’università inizia a lavorare nella farmacia di famiglia, ma vuole creare qualcosa di suo: «L’idea è nata sui libri di farmacia, mentre studiavo. Online si vende di tutto e all’estero la vendita di farmaci. In Italia non esisteva ancora una normativa. Appena alcune regioni hanno dato le prime concessioni, siamo partiti subito. Prima di ottenere la licenza abbiamo studiato il naming, il progetto, la veste grafica» spiega a Millionaire.

La sua tra le prime farmacie online

La sua eFarma è una delle poche farmacia online autorizzate in Italia (ne sono in tutte una ventina e non tutte le regioni oggi offrono licenze: «Si possono solo vendere integratori, cosmetici e farmaci da banco, quelli cioè senza la prescrizione medica, oppure quelli in cui è sufficiente il consiglio del farmacista. L’utente compra velocemente e il pacco gli viene subito spedito. C’è un servizio di live chat con cui può interagire dal farmacista come se fosse nel negozio».

La normativa ancora vincolante

È un business promettente anche se  a oggi è difficile realizzarlo. Bisogna innanzitutto essere proprietari di una farmacia fisica o stringere una partnership. Opportunità anche per le web agency che si stanno lanciando nel settore per costruire siti di e-commerce ad hoc: «Le norme servono perché ci possono essere delle derive pericolose. Come è successo in Inghilterra dove una farmacia vendeva, anche in Italia, farmaci non autorizzati provenienti dall’India».

Dott. Francesco Zaccariello - Farmacia On Line

Partire dall’Italia con l’obiettivo Europa

Francesco è molto ambizioso e punta nei prossimi anni a internazionalizzare la sua idea. Il modello sono le farmacie anglosassoni: «Il piano di marcia è molto chiaro. Per avere una spinta stiamo valutando l’ingresso di investitori. In America è un business da 10 anni con milioni di dollari ogni anno».

INFO: https://www.efarma.com/

Giancarlo Donadio

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.