Crowdsourcing: guadagna sul Web con il tuo talento

4892

Hai mai sentito parlare dei siti di crowdsourcing? Sono portali che mettono in contatto le aziende con i creativi di tutto il mondo.

Come funzionano? Le imprese che vogliono rifarsi il logo (ma anche realizzare un sito, una campagna pubblicitaria …) lanciano una gara sulla piattaforma e fissano un prezzo per il lavoro. I professionisti si mettono all’opera. Vince la posta in palio l’opera più convincente. I progetti da realizzare possono essere di varia natura: non solo legati alla pubblicità.

Il più grande portale di crowdsourcing al mondo per il design creativo è 99designs. Nasce in Australia nel 2008 da un’idea degli imprenditori Mark Harbottle e Matt Mickiewicz.

Oggi il sito ha una community di 254mila creativi da 190 Paesi. Negli ultimi anni è sbarcato nel resto d’Europa e da qualche mese in Italia.

Per saperne di più Millionaire ha raggiunto Nadine Torneri, 27enne di Merano, marketing manager Italia.

Quali sono i vantaggi offerti dalla piattaforma?

Le aziende con un budget anche ridotto (partendo da 239 euro) possono ottenere, per esempio, un logo che presso un’agenzia specializzata costerebbe molto di più. Per i designer c’è la possibilità di guadagnare, lavorando da casa con aziende di tutto il mondo. Oltre a farsi conoscere e acquisire il cliente per lavori futuri».

Come guadagna il sito?

Con delle percentuali che variano a seconda del prezzo, del pacchetto e dei servizi aggiuntivi (per esempio, nel contest platinum, offriamo il supporto di un account manager che ti guida durante il contest). Stiamo parlando di cifre che vanno dal 5 al 30%».

99designs.it

Come avvengono i pagamenti?

Il tramite è il portale. Le aziende pagano noi e trasferiamo la cifra al designer che riceve agevolmente con PayPal il compenso per il suo lavoro».

Che numeri avete in Italia?

Siamo partiti a gennaio di quest’anno e oggi abbiamo 6.700 nuovi iscritti che hanno guadagnato circa 150mila euro».

Cosa rispondete a chi dice che siti come il vostro deprezzano il lavoro dei professionisti?

In una situazione di crisi del mercato del lavoro, offriamo un’opportunità ai designer di trovare nuovi sbocchi, lavorare per aziende all’estero, che altrimenti non raggiungerebbero e instaurare collaborazioni internazionali. Per esempio, un nostro utente, Giulio Rossi, ha realizzato la grafica del tatuaggio di Bon Iver (celebre gruppo folk statunitense ndr)».

 INFO: http://99designs.it/

Giancarlo Donadio

Vuoi saperne di più sulle opportunità del crowdsourcing in Italia? Leggi l’inchiesta di Tiziana Tripepi pubblicata su Millionaire di settembre 2013.

Print Friendly, PDF & Email

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.